Viaggiare per affari in Vietnam

 Capitale: Hanoi  Moneta: dong
 Lingue: vietnamita  Religione: buddismo, confucianesimo e taoismo
 Governo: Repubblica socialista monopartitica con riforme di mercato  Festività: 1° gennaio (Capodanno), 3 febbraio (Anniversario della Fondazione del Partito Comunista), 12 aprile (Genetliaco Hung Vuong), 30 aprile (Festa Nazionale della Liberazione), 1° maggio (Festa dei Lavoratori), 2 settembre (Giorno dell’Indipendenza)
 Fuso orario: UTC+7  Telefono: +84
 Prese elettriche: A, C, G (230 V/50 Hz)  Aeroporti principali:Aeroporto internazionale di Noi Bai, Aeroporto internazionale di Tan Son Nhat, Aeroporto internazionale di Da Nang

Un Paese in costante crescita e sviluppo in termini di stabilità sociale, economica e politica avviata nel 1986 con la “Doi Moi” (porte aperte), un’apertura verso l’Occidente che ha reso il Vietnam un territorio in evoluzione, tra i più allettanti del sud – est asiatico, suscitando e stimolando un crescente interesse in chiave di investimenti esteri. Viaggiare per affari in Vietnam è un invito all’Impresa italiana, già presente nel territorio, grazie ad incentivi e agevolazioni fiscali, attraverso intese significative che riguardano eccellenti collaborazioni economiche e culturali.

Un passo importante è stato siglato nel 2018, firmando l’accordo di libero scambio con Bruxelles, puntando alla realizzazione di obiettivi di integrazione nei mercati europei con modelli di crescita innovativi e sostenibili. Come ha affermato il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde “in una sola generazione il Vietnam è passato dall’essere una delle nazioni più povere al mondo, a una posizione di paese a reddito medio basso, da una forte dipendenza dai prodotti primari all’eccellenza nel campo manifatturiero, dalla stagnazione economica a un dinamismo inarrestabile”.

Tra i Paesi investitori l’Italia si colloca al 31° posto su scala mondiale e al 9° su scala europea, in base alle elaborazioni dei dati ICE (Istituto nazionale per il commercio estero) di fonte Istat del 2018, registrando progetti finanziari positivi in continua espansione e riscontrando interessanti occasioni di business.

Secondo i dati EIU (Economist Intelligence Unit) e IMF (International Monetary Fund), il Vietnam nel complesso è un paese in via di sviluppo con un quadro macroeconomico positivo, un tasso di crescita del Pil reale previsto per il 2019 pari al 6,5%, fondato su un sistema di piccola media impresa ed un’ambiziosa spinta in diversi settori industriali, con le sue invoglianti misure fiscali in tema di investimenti esteri, l’incremento di una classe media benestante, la disponibilità di una manodopera giovane a basso costo ed i rapporti di libero scambio, lo rendono un potenziale Paese per i viaggi d’affari.

Il Paese è situato all’estremità orientale della penisola indocinese, confinando con la Cina, il Laos, la Cambogia ed il Mar Cinese Meridionale. Il Vietnam affascina con le sue città moderne e sfrenatamente trafficate, ma offre anche scenari rurali, paesaggi maestosi, incantevoli e selvaggi, una natura incontaminata che attrae sia il turista che il viaggiatore d’affari, alla scoperta di una civiltà storica ed artistica ricca di tradizioni millenarie. La popolazione vietnamita, conta ormai 90 milioni di abitanti, è accogliente e cordiale; la sua cucina è tra le migliori delle culture asiatiche, estremamente varia da regione a regione, influenzata da un passato di dominazione cinese e coloniale francese.

Come viaggiare in Vietnam

Il Vietnam fornisce efficienti collegamenti aerei internazionali e voli interni convenienti, per raggiungere le principali città del Paese. La rete ferroviaria è lenta ma sicura, con vista di paesaggi incantevoli; in città il mezzo più veloce e comodo resta il taxi per le brevi distanze; ottime alternative il noleggio auto, motociclette, biciclette e minibus. Battelli e traghetti sono il mezzo di trasporto per le zone turistiche portuali e fluviali.

Articoli:

Fare business in Vietnam

Chi viaggia per affari ripone cura su alcuni aspetti del Paese che ci accoglie, ponendo attenzione alle tradizioni, alla cultura e all’economia locale non dimenticando che i vietnamiti, come tutte le popolazioni asiatiche, sono disposti alla contrattazione; stando all’ultima situazione politico – economica tra America e Cina, il Vietnam è ritenuto tra i Paesi favoriti del business occidentale.

L’Italia negli ultimi anni si è dimostrata un investitore interessato alle nuove opportunità del mercato vietnamita, in infrastrutture e trasporti, tecnologie sostenibili, energie rinnovabili e meccanica, diventando uno dei maggiori partner commerciali, influenzata da esemplari rapporti di cooperazione bilaterali tra i due Paesi.

Articoli:

Cosa mangiare in Vietnam

Anche il viaggiatore d’affari che si reca in Vietnam ha la possibilità di mangiare piatti molto variegati, sani e nutrienti. Le materie prime valorizzano la cucina locale: il riso è l’ingrediente principale di numerose ricette, ma anche il grano è molto utilizzato; zuppe, specialità di carne e di pesce, una vastissima scelta di verdure e frutta arricchiscono la tavola della cucina vietnamita. Ottimo produttore di caffè per gli amanti della bevanda.

Festività e cose da vedere in Vietnam

In Vietnam il turismo è un settore in via di sviluppo ed anche il viaggiatore d’affari che può visitare il Paese, va alla ricerca di luoghi da vedere in un territorio caratteristico estremamente vario e da scoprire: a nord, le grandi vallate dei fiumi Rosso e Nero, le distese di risaie a terrazze ornate da imponenti montagne; la moderna ed elegante capitale Hanoi, ricca di architetture in stile coloniale ed edifici religiosi con pagode e templi, importanti attrazioni turistiche durante le festività religiose; Ho Chi Minh, l’antica Saigon a sud, città caotica dove prendono vita bancarelle, street food e vita notturna; il delta del Mekong, una lussureggiante foresta di fiumi e mercati galleggianti; la baia di Ha Long (Patrimonio Unesco) con le sue scenografiche punte rocciose che emergono dal mare; sulla costa centrale Da Nang, centro economico e culturale, città dai ponti colorati e km di incantevoli spiagge bianche; Hoi An ex città portuale, dichiarata Patrimonio dell’Unesco, ricca di templi, con le sue magiche e suggestive lanterne di seta e botteghe di stoffe pregiate.

Articoli:

Converti

SELEZIONA