Latest Activity
See All Items

  • Google in questi giorni ha rilasciato degli aggiornamenti e nuove funzionalità tra i quali gli avvisi di sicurezza su Covid-19. Un sistema che in abbinamento a Google Map permette di visualizzare informazioni a […]

  • Gentile Cliente,desideriamo informarti di un importante messaggio pervenuto dalla società Pyramid Temi Group (PTG).Per leggere il contenuto della comunicazione, devi fare login con le tue credenziali per […]

  • fabiola è diventato un membro registrato 1 giorno, 5 ore fa

  • Da diversi mesi le nostre vite sono ormai soggette ai cambiamenti imposti dalle misure restrittive causate dalla pandemia di Covid-19.L’allentamento a inizio estate ha segnato il ritorno, seppur limitato, alle a […]

  • L’Associazione internazionale del trasporto aereo (IATA) ha chiesto lo sviluppo e l’implementazione di test COVID-19 rapidi, accurati, convenienti, facili da usare, scalabili e sistematici per tutti i passeggeri […]

    • ⚫️Cigno nero o canto del cigno 🦢

      🦠 Certamente è ingente il danno economico determinato dal quasi azzeramento dei viaggi internazionali; è pertanto condivisibile la posizione espressa da IATA e auspicabile che test rapidi e sicuri siano implementati il prima possibile.
      Ma ricordiamo che altrettanto pesante sul mondo economico e del lavoro è la massiva riduzione della mobilità urbana-giornaliera che colpisce tutti gli operatori economici in maniera trasversale ed in modo epidemico (non solo in Italia!) ed essa stessa è causa non effetto della riduzione dei voli!

      Un paio di considerazioni mi sorgono da una lettura con diverso paio di occhiali del comunicato stampa:
      1)Test rapidi pre-viaggio devono essere il tassello di una strategia non solo globale e condivisa, ma di una visione “alta”.
      A parte la richiesta di una linea preferenziale di rapporto con gli Stati, questo messaggio-invito, specchio di una visione più alta e nuova, non traspare dal comunicato stampa.

      2)Test rapidi e sicuri come tassello di un remodelling business model del viaggio d’affari (ed in particolare aereo ✈️) in un contesto di accelerazione digitale e di nuovo umanesimo digitale che questa stessa accelerazione ci impone , rimettendo al centro la persona.
      👇🏻👇🏻👇🏻
      Se così non fosse, i test potrebbero rivelarsi solo un palliativo contro la nemesi della globalizzazione così come è stata pensata sino ad oggi.
      •Da un lato stiamo ancora vivendo la reinterpretazione della sindrome della capanna: le persone hanno paura a muoversi più per la destinazione che per il viaggio stesso.
      •dall’altro occorre immaginare un modo di viaggiare “un po’ più slow”, più a misura d’uomo e per l’Ambiente. Per restare in tema, uscire dalla logica del “cotto e mangiato” ma recuperare il senso e la necessità del viaggio (di qualsiasi tipo) come esperienza. Più qualità e servizi, meno numero di voli-miglia.

      Si tratta di scenari, Rosemarie, che sui canali e le pagine di Travel for business abbiamo già affrontato anche con tuoi qualificati ospiti, ipotizzando, già durante il lockdown, un mercato del business travel più selezionato e selettivo.

      🌡 in sintesi, spero che i test covid-free 😷 non siano come un timbro di libretto veterinario che ci prepari ad essere nuovamente ammassati all’imbarco 🧳

  • Sono tanti i buoni motivi per nominare un Mobility Manager in azienda. Oggi inizierò ad elencare i primi 7, non sono scritti per ordine di importanza e l’elenco potrebbe essere benissimo ribaltato per motivare qu […]

  • Gentile Cliente,desideriamo informarti di un importante messaggio pervenuto dalla società Pyramid Temi Group (PTG).Per leggere il contenuto della comunicazione, devi fare login con le tue credenziali per […]

  • Alitalia informa che a seguito dell’Ordinanza della Regione Lombardia Nr 609 e in collaborazione con SEA Aeroporti di Milano, a partire dal 23 settembre e fino al 15 ottobre, si uniranno alla sperimentazione “C […]

  • Martina N. è diventato un membro registrato 1 settimana fa

  • Emanuela è diventato un membro registrato 1 settimana fa

  • Load More