Viaggiare per affari in Indonesia

 

Capitale: Giacarta Moneta: rubia indonesiana 
Lingue: Indonesiano Religione: Islamica , Protestante, Cattolica, Induista, Buddhista e Confuciana
Governo: Repubblica democratica presidenziale Festività: 1° gennaio (Capodanno), 5 febbraio (Capodanno Cinese), 7 marzo (Giornata del silenzio e Capodanno indù), 3 aprile (Ascensione del Profeta Mohammed), aprile (Venerdì Santo e Domenica di Pasqua), 1° maggio (Festa dei Lavoratori), 19 maggio (Compleanno di Buddha), 1° giugno (Festa di Pancasila) 17 agosto (Giorno dell’Indipendenza), 1° settembre (Capodanno islamico), 27 ottobre (Festa delle luci), 25 dicembre (Natale), 26 dicembre (Santo Stefano)
Fuso orario: da UTC +7 a UTC +9 Telefono: + 62
Prese elettriche: C, F, G (230 V / 50 Hz) Aeroporti principali: Aeroporto internazionale di Soekarno-Hatta (Giacarta), Aeroporto internazionale di Ngurah Rai (Denpasar), Aeroporto internazionale di Juanda (Surabaya), Aeroporto internazionale di Sultan Hasanuddin (Makassar), Aeroporto internazionale di Kuala Namu (Medan)

L’Indonesia è tra i Paesi asiatici che gode di maggiore stabilità politica, economica e finanziaria. Un Paese in costante crescita economica secondo i dati dell’FMI (Fondo Monetario Internazionale) con un tasso del Pil reale pari al 5,1% previsto per il 2020. Stato membro e fondatore dell’ASEAN, si è distinto tra le economie del G20 in rapida crescita; secondo i dati del Mise (Ministero dello sviluppo economico) l’Indonesia è la 16° potenza mondiale dotata di un forte dinamismo economico.

I passi avanti dell’economia Indonesiana

Negli ultimi anni l’aumento della classe media e degli investimenti hanno incrementato uno sviluppo dei consumi interni e la fiducia dei mercati esteri. Inoltre, le prudenti politiche monetarie e lo snellimento burocratico da parte del governo indonesiano hanno garantito vantaggi e fiscalità. Paese di recente industrializzazione ricco di materie prime, prodotti agricoli, risorse energetiche e manodopera a basso costo, offre grandi possibilità di investimento per i viaggiatori d’affari. L’impegno delle istituzioni indonesiane hanno determinato una riduzione della povertà ed un approccio industriale attento alle tematiche ambientali.

Geografia e storia

L’Indonesia è uno Stato insulare del sudest asiatico che comprende un vasto arcipelago di oltre 17 mila isole, alcune di esse ancora selvagge e disabitate. Situato tra i due Oceani, Indiano e Pacifico e tra l’Indocina e l’Australia. La sua particolare struttura territoriale, ricca di vulcani e bellezze naturali lo rende tra i paesi più affascinanti al mondo. La popolazione si compone di numerosi gruppi etnici, il giovanese è quello dominante, linguistici e religiosi. L’Indonesia è il quarto Paese più popoloso al mondo, conta circa 260 milioni di abitanti a maggioranza mussulmana. La storia dell’ Indonesia è caratterizzata da una forte influenza straniera che nei secoli ha determinato condizioni di sfruttamento commerciale, di colonialismo e di ribellione.

Come viaggiare in Indonesia

Viaggiare per affari in Indonesia
La Repubblica d’Indonesia è composta da oltre 17 mila isole ed è il più grande arcipelago al mondo. L’Indonesia è ben collegata da numerose compagnie aree internazionali e nazionali in continua evoluzione. Giacarta, la capitale dell’Indonesia e centro imprenditoriale del sud – est asiatico si può raggiungere con voli aerei dall’Italia. Le innumerevoli isole sono ben collegate da un’ estesa rete di traghetti e da un servizio di autobus confortevole ed efficiente. La guida dei veicoli è a sinistra e la sicurezza stradale è a rischio per gli elevati incidenti a causa del traffico intenso. Pertanto è opportuno considerare spostamenti in taxi o noleggio auto con autista presso compagnie riconosciute.

Articoli:

Viaggio d’affari in Indonesia

Tra le principali opportunità di investimento straniero gli interventi strutturali rientrano nei progetti governativi di urbanizzazione e portuali. Il Paese è composto da oltre 17 mila isole e la politica di potenziamento delle infrastrutture portuali e del commercio marittimo sono tra le attività trainanti dell’economia indonesiana. Anche il settore delle telecomunicazioni garantisce un ampio mercato ed allettanti investimenti. L’agricoltura resta il maggiore comparto di sviluppo per l’economia del Paese impiegando circa 50 milioni di persone sul 30% della superficie indonesiana. Tra i più ricchi Paesi al mondo di materie prime l’Indonesia sta puntando allo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili tra cui l’idroelettrica e la geotermica offrendo grandi opportunità di investimento straniero nel settore.

Articoli:

Cosa mangiare in Indonesia

La cucina indonesiana è molto varia legata alla sua struttura geografica. I piatti indonesiani sono gustosi e deliziosi, influenzati dalla cultura gastronomica cinese, indiana, europea e mediorientale. Si basa essenzialmente su ingredienti semplici ma sapientemente abbinati. I piatti sono composti da riso, l’alimento principale accompagnato da carne, pesce, verdure e frutta. Le ricette sono insaporite da un’ampia selezione di erbe e spezie esotiche rendendola una cucina invitante, sana e senza grassi. Il caffè è una bevanda speciale dal gusto dolce, molto pregiato e tra i più costosi al mondo.

Articoli:

Cosa vedere in Indonesia

 

Terra meravigliosa l’Indonesia ricca di arte, storia e cultura. L’arcipelago composto da oltre 17 mila isole offre uno scenario di biodiversità unico al mondo. Un territorio naturale con numerosi vulcani, aree disabitate e selvagge, ma anche di spiagge paradisiache e spettacolari fondali di barriera corallina. L’Indonesia è costituita circa 300 gruppi etnici caratterizzati da molteplici peculiarità culturali, influenzate dal mondo indiano, arabo, cinese, malese ed europeo. Ad esempio, le tradizionali danze balinesi e giovanesi offrono uno spettacolo indimenticabile di cultura e mitologia indù.

Articoli:  Indonesia, terre d’avventura straordinarie

Converti

SELEZIONA