Share This Post

Business destinations

Trasferta di lavoro in Indonesia, come muoversi in sicurezza

Se la destinazione di un viaggio di lavoro è l’Indonesia l’aereo è il modo più rapido e conveniente per raggiungere e spostarsi all’interno del Paese. Spesso anche l’unico modo per muoversi velocemente e in sicurezza tra le città principali dell’arcipelago. La Repubblica d’Indonesia è di fatto composta da oltre 17 mila isole ed è il più grande Stato – arcipelago al mondo. L’Indonesia, tuttavia, è ben collegata da numerose compagnie aree internazionali e nazionali in continua evoluzione. Giacarta la sede dell’imprenditoria indonesiana, malgrado le sue problematiche ambientali offre un’ampia scelta di servizi per chi sta programmando un viaggio d’affari in Indonesia.

Arrivare in Indonesia

L’aeroporto internazionale Soekarno – Hatta di Giacarta è il principale punto di accesso dell’Indonesia, ma anche il più grande e il più trafficato aeroporto dell’emisfero australe. Scalo fondamentale per giungere presso le altre destinazioni del Paese. L’aeroporto internazionale Ngurah Rai di Bali (Denpasar) e l’aeroporto internazionale di Juanda (Surabaya) sono gli unici aeroporti con un servizio internazionale significativo oltre a Giacarta. Altri aeroporti con collegamenti internazionali, seppur limitati, sono Balikpapan, Medan, Padang, Lombok e Manado. Diverse le compagnie aeree tra cui Alitalia, Lufthansa, Saudia e KLM collegano l’Italia e tante altre città europee con Giacarta e Bali. Garunda Indonesia è la compagnia di bandiera dal 1949 tra le più importanti compagnie aree del mondo e membro dell’Alleanza SkyTeam. Il vettore garantisce i collegamenti con le principali destinazioni in tutto l’arcipelago.

Muoversi in Indonesia

 

Per i voli interni si consiglia sempre di affidarsi a compagnie aree informandosi presso gli agenti di viaggio, sullo standard di sicurezza della compagnia aerea o del collegamento marittimo. Specialmente per garantire un supporto efficiente nei periodi di maltempo in caso di cancellazioni o ritardi.

Le rete ferroviaria è funzionante, ma non è garantita puntualità e sicurezza. Il servizio è operante solo a Java e nell’isola di Sumatra, mentre nelle altre isole il servizio è scarso. Ci sono treni confortevoli a costi maggiori rispetto la media, altri molto lenti e poco sicuri. L’autobus è la migliore alternativa all’ aereo per spostarsi in tutte le isole. Il servizio degli autobus è generalmente frequente, confortevole ed efficiente. Alcuni mezzi sono moderni forniti di aria condizionata, tv e wc interni. Le varie isole sono collegate da una regolare rete di traghetti. La compagnia nazionale Pelni offre un servizio capillare e ben sviluppato su tutte le isole.

Giacarta, la capitale dell’Indonesia e centro imprenditoriale del sud – est asiatico si può raggiungere con voli aerei dall’Italia con circa 15 ore. Dall’aeroporto i collegamenti verso la città sono il taxi con un’ora, il treno con 45 minuti o l’autobus con circa un’ora e mezza di tempo. Sia se si tratti di un viaggio d’affari che di piacere chi visita Giacarta deve considerare il problema del traffico, intenso e frequente.

Carente di linee metropolitane i trasporti pubblici non garantiscono sicurezza, sovraffollati e presi di mira dai borseggiatori. Pertanto è consigliato utilizzare il taxi e alloggiare nella zona in prossimità della sede di lavoro. Se il servizio taxi è sprovvisto di tassametro si consiglia di contrattare il prezzo anticipatamente. Il quartiere adiacente al Monumento Nazionale rappresenta il centro di Giacarta, ricca di locali e di vita notturna. Si possono trovare, oltre ai palazzi governativi, musei, luoghi di culto, locali, ristoranti e centri commerciali. Questa zona, nota come Jakarta Pusat, è ben collegata al resto della città.

Soggiorno di lavoro a Giacarta

Se siete in viaggio d’affari o se volete scoprire il modernissimo volto di Giacarta durante una trasferta di lavoro si può alloggiare a Thamrin, Kuningan o Kemang. Per gli amanti della vita notturna il centro città, Kuningan o Senayan possono offrire ottimi servizi. Soggiornare a Giacarta è relativamente costoso se si considera alberghi di fascia medio – alta (da 70 euro a 200 euro a notte) in  confronto alle altre città dell’Indonesia e del sud-est asiatico. In linea invece con i costi degli alloggi di fascia economica (da 10 euro a 50 euro a notte). Le zone di fascia medio alta sono il centro, Kemang e Kuningan.

I quartieri più economici sono Gambir, a nord del centro e Jalan Jaksa la zona degli ostelli. Gambir è consigliato per la sua ubicazione: con facilità si raggiunge sia il centro che l’aeroporto. Il modo migliore per muoversi a Giacarta durante un viaggio d’affari sono taxi autorizzati o noleggio di auto con autista. La sicurezza stradale è a rischio per gli elevati incidenti a causa del traffico intenso.

Misure di sicurezza da adottare in Indonesia

Chi si appresta a viaggiare in Indonesia per motivi di lavoro o per turismo, transitando nella capitale Giacarta, è opportuno considerare alcune misure di sicurezza:

  • non portare con sé oggetti di valore e tenere solo piccole quantità di denaro
  • utilizzare unicamente i taxi messi a disposizione da alberghi, centri commerciali e aeroporti, oppure quelli prenotati tramite le app.
  • alle donne si consiglia in generale di fare molta attenzione alla sicurezza personale e di vestirsi adeguatamente
  • utilizzare sportelli bancomat ATM in banche e centri commerciali esclusivamente di giorno facendo attenzione al codice PIN
  • usare con prudenza la carta di credito per evitare il furto delle le credenziali
  • non accettare bibite da persone sconosciute o in zone poco raccomandabili, potrebbero essere drogate per rapinare in seguito la vittima o abusarne sessualmente
  • rivolgersi presso la propria struttura alberghiera o persona di fiducia in loco per chiedere informazioni generali
  • si ricorda che l’omosessualità e la transessualità non sono tollerate in tutte le regioni del Paese.

Secondo le fonti governative le autorità indonesiane hanno aumentato le misure di sicurezza nei punti strategici, principalmente nei luoghi turistici e negli aeroporti.


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>