Viaggiare per affari a Vienna

Viaggiare per affari a Vienna
Capitale: Moneta: euro
Lingue: tedesco austriaco Religione: cattolicesimoprotestantesimo
Governo: repubblica federale semipresidenziale Festività: 26 ottobre (Festa nazionale), 1° novembre, 8 dicembre, 25-26 dicembre, 1° gennaio, 6 gennaio, 1° maggio, 15 agosto
Fuso orario: UTC+1 Telefono:+43
Prese elettriche: C, F (230 V/50 Hz) Aeroporti principali: Aeroporto di Vienna-Schwechat

L’Austria offre grandi vantaggi a tutti i businessmen interessati al commercio internazionale. La sua posizione così favorevole per i traffici la rende una delle destinazioni di eccellenza per gli investimenti esteri. Viaggiare per affari a Vienna rientra quindi a pieno titolo nel raggio d’azione di Travel for business, garantendo la certezza di un soggiorno fruttuoso e piacevole in uno dei luoghi europei con il maggior grado di qualità della vita e servizi a disposizione.

I settori economici dell’Austria sono molto variegati: l’elevata produttività agricola, uno degli elementi cardine, è concentrata nella zona orientale e nella pianura del Danubio; tra le industrie si distinguono quella chimica, petrolchimica, metallurgica, meccanica e alimentare; infine, va detto che attualmente è il turismo a costituire l’attività principale del Paese, soprattutto nel periodo invernale.

Il commercio internazionale vede tra i maggiori partner per l’import/export la Germania, l’Italia e la Svizzera.

L’Austria riserva agli investitori stranieri notevoli incentivi e agevolazioni per la costituzione di aziende e per i loro investimenti soprattutto nel campo della ricerca e dello sviluppo. Un ente importante è la Austrian Business Agency (ABA), che offre un servizio di assistenza personale e una rete di contatti utili a tutti coloro che vogliono realizzare un’impresa in territorio austriaco. Gli aiuti forniti riguardano vari tipi di agevolazioni finanziarie, versamenti in contante a fondo perduto, contributi in conto interessi, rilascio di garanzie.

L’attrattiva di un viaggio per affari a Vienna risiede principalmente nella posizione strategica del Paese, situato al crocevia degli scambi europei, e avente a disposizione un accesso facilitato ai mercanti emergenti dell’Europa centrale e orientale. Secondo quanto riportato dalla ABA, dall’ingresso dell’Austria nella UE, il PIL è salito di 9,7 punti percentuali, gli investimenti diretti esteri sono triplicati e l’export è raddoppiato raggiungendo i 33 miliardi di euro annuali.

Uno degli elementi di spicco all’interno della vivacità economica austriaca è rappresentato dalle startup, che stanno vivendo, negli ultimi anni, una stagione di boom; in particolare, Vienna si è trasformata in un vero e proprio hub dell’Europa centrale, estremamente accattivante per le neosocietà provenienti dal territorio nazionale ed estero, che, grazie ai loro nuovi prodotti e servizi, puntano ai mercati globali accogliendo gli impulsi degli investitori operativi a livello internazionale. L’incremento delle startup e le crescenti somme realizzabili con l’exit (ovvero l’uscita di successo dalla fase di incubazione, in cui i finanziatori iniziali abbandonano la loro partecipazione a favore dell’ingresso di nuovi partner d’impresa) sono le cifre caratteristiche di questo straordinario dinamismo, alla cui realizzazione contribuiscono diversi fattori: un elevato livello di formazione in ambito tecnico (all’interno di prestigiosi politecnici e istituti universitari); un sistema di incentivi differenziati, in base al quale l’Isituto Nazionale per la Promozione della Ricerca (FFG) e l’Austria Wirtschaftsservice GmbH (AWS), la banca finanziatrice dei fondi per l’economia, offrono un aiuto iniziale a neosocietà high-tech grazie a programmi specifici e fondi per startup; l’auto-organizzazione dell’ambiente delle neosocietà nei cluster per le startup e nei coworking-space; il networking di supporto costituito da investitori early stage, incubatori e business angel; infine, il sistema fiscale favorevole agli investimenti (con il 12% di abbuono fiscale per gli investimenti nella ricerca e una percentuale unitaria dell’imposta sul reddito delle società pari al 25%).

Sono tanti i motivi per cui un businessman dovrebbe concentrare l’attenzione e le energie su questo Paese:

  • è un importante approdo per il business, come snodo fondamentale tra nord e sud, est e ovest per il commercio internazionale;
  • possiede eccellenti vie di comunicazione che garantiscono la possibilità di raggiungere facilmente tutte le regioni dell’Europa orientale (2000 km di autostrade e superstrade, una rete ferroviaria molto efficiente, la perfetta navigabilità del Danubio);
  • infrastrutture di elevata qualità;
  • un alto livello di sicurezza;
  • ottima qualità della vita.

Nonostante la concorrenza con l’Est europeo, l’Austria si distingue per le condizioni vantaggiose prospettate alle aziende della UE: un suo notevole punto di forza come location economica è infatti rappresentato dal sistema fiscale particolarmente vicino alle imprese. Gli incentivi sono di varia natura e comprendono, tra le altre cose, finanziamenti a fondo perduto, contributi in conto interesse e il rilascio di garanzie. Il divieto fondamentale dell’UE relativo agli aiuti di stato alle aziende viene relativizzato, in Austria, grazie a speciali deroghe; gli incentivi alle imprese sono così possibili anche all’interno dell’UE relativamente al sostegno dell’attività di ricerca e sviluppo, al rafforzamento della competitività delle PMI, al miglioramento della struttura regionale, agli aiuti all’ambiente, al sostegno della formazione anche continua o dell’istruzione.

Un panorama certamente vivace e fiorente, da conoscere e vivere appieno con un viaggio per affari a Vienna.

 

viaggio per affari a viennaCome muoversi a Vienna

Il City Airport Train (CAT) collega l’aeroporto Wien-Schwechat con il nodo stradale Wien Mitte (Vienna Centro) in soli 16 minuti, con servizio non-stop; inoltre, dall’Italia sono numerosi i treni che partono da Venezia e Udine con Intercitybus, Eurocity o i treni notturni delle Ferrovie austriache ÖBB.

Articoli:

 

viaggio per affari a viennaFare affari a Vienna

Vienna racchiude il cuore della fiorente economia austriaca, rappresentando per gli imprenditori stranieri una notevole fonte di reddito. Un’occasione importante per incrementare il proprio business è data dalle numerose fiere di settore organizzate nel corso dell’anno in diversi centri cittadini.

Articoli:

 

viaggio per affari a viennaInformazioni utili su Vienna

Gioiello dell’impero asburgico, terra natale di musicisti, pensatori e pittori di fama immortale, città elegante e ricca di fascino; e ancora l’arte diversa in ogni quartiere, la maestosità dei palazzi, la profondità dei viali alberati, il delicato profumo delle caffetterie e le suadenti note di valzer che si perdono nell’aria. Vienna è tutto questo, e molto altro ancora.

Articoli:

Converti

SELEZIONA




  

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterEmail this to someone