Share This Post

Community story

Business travel game: la fucina formativa dei processi aziendali dei viaggi d’affari. La mia esperienza

Dopo aver intrapreso il corso di Travel & Mobility Management con i formatori di Travel for business, tenutosi tra maggio e giugno a Roma, il 27 giugno ho avuto l’occasione ed il piacere di partecipare all’Evento Regional di Torino: “Travel Process Management” organizzato dall’ AITMM, la prima associazione italiana dei Travel e Mobility Manager.

Accolti dai saluti di Paolo Tedesco, presidente dell’associazione AITMM, l’evento si è trasformato in una fucina didattica, grazie ad Ivano Gallino – docente dell’evento – e Rosemarie Caglia, CEO della community Travel for business, nella splendida ed accogliente location dell’AllegroItalia Golden Palace di Torino.

Per me un’esperienza importante poiché si sono analizzati e sviluppati in modo originale ed interattivo, attraverso un “Business travel game” formativo, i principali punti chiave della best practices del Travel e Mobility Management, ma anche come approcciarsi all’evoluzione dell’ “ecosistema” aziendale, considerando e valorizzando tutti gli attori, parte integrante e fondamentale di una struttura che tenderà da un “gruppo di lavoro” al “lavoro di gruppo” più funzionale ed attinente alle realtà aziendali.

I principi lean nel business travel management

Questa sono io! Silvia

I 5 principi del “Lean Service” Value, Mapping, Flow, Pull, Perfection, evidenziano i diversi punti di vista dei processi del Travel Management:

  • Il primo è l’eliminazione degli sprechi per una corretta identificazione di quale sia il valore di ciò che viene prodotto, erogato, visto dal cliente o dal fruitore.
  • Il secondo è la mappatura dei flussi del valore e l’individuazione delle attività che generano valore.
  • Il successivo, è il superamento e lo scardinamento della struttura funzionale piramidale, per realizzare modelli che diano visibilità ed organicità all’intero processo aziendale, continuando a mantenere l’unità dell’ ordinamento e della responsabilità decisionale.
  • Il quarto è la produzione o l’erogazione di un prodotto/servizio che sia più legato all’effettivo manifestarsi della domanda.
  • L’ultimo, è un diverso confronto dai modelli standard, attraverso una costante analisi preventiva per tendere verso un miglioramento o al raggiungimento della perfezione, se pur impossibile.

La Variabilità

Il messaggio è chiaro seppur complesso, l’obiettivo è intervenire sulla “Variabilità” per diminuirla e governarla ottimizzando tempo, spazi, sforzi, la volontà di perfezionare i processi, eliminando gli sprechi per creare valore e mappando le attività tramite un’analisi preventiva, favorisce garanzia e qualità per la gestione dei viaggi d’affari aziendali.

In chiusura non poteva mancare un piacevole aperitivo nella meravigliosa area esterna dell’hotel, insieme ai Travel Manager dell’associazione e i partner Edenred, Diners e Allegro Italia, con l’arrivederci al 26 settembre per la prossima Convention di AITMM.

Una bella esperienza che spero condividiate. Ci vediamo il 26 settembre a Milano!


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>