Scegliere Tokyo come destinazione di viaggi d’affari

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Dopo avervi spiegato come organizzare una trasferta a Tokyo, passiamo ad analizzare la capitale del Giappone come meta per i viaggi d’affari: sede di grandi eventi, fiere e polo finanziario internazionale, mette a disposizione incentivi, risorse e informazioni dettagliate per favorire gli investimenti dall’estero.

Non solo Olimpiadi

Tokyo è uno dei centri nevralgici del mondo. Lo sarà ancora di più dal 23 luglio all’8 agosto di quest’anno, quando si terranno i Giochi della XXXII Olimpiade, informalmente noti come Tokyo 2020: secondo il calendario originale si sarebbero infatti dovuti tenere dal 24 luglio al 9 agosto 2020 ma causa della pandemia di Covid-19 le date sono state posticipate di un anno.

In generale la città ospita continuamente fiere e appuntamenti di grande rilievo a livello internazionale. Il calendario aggiornato è disponibile sul sito dedicato. Sullo stesso portale è presente una procedura guidata per organizzare conferenze ed eventi aziendali a Tokyo: la proverbiale organizzazione giapponese si dimostra anche in queste cose.

Riconquistare la preminenza finanziaria

“Il governo metropolitano di Tokyo, in collaborazione con il governo nazionale, il settore privato e altri, sta portando avanti iniziative per rivitalizzare il settore finanziario al fine di riconquistare la posizione di Tokyo come la prima città finanziaria globale in Asia”. L’obiettivo di tornare a surclassare Shanghai e Hong Kong è chiaro ed è esplicitato sul sito dedicato a Tokyo come città globale della finanza: è utile consultarlo per scoprire le opportunità di investimento in città.

Perché Tokyo: gli incentivi per aziende e professionisti

Il sito ufficiale della municipalità di Tokyo ha un’intera sezione dedicata al “business”: negli ultimi anni e con l’attuale governatrice, gli sforzi per attirare capitali e professionisti stranieri si sono fatti piuttosto intensi. Ad esempio sono previsti degli incentivi fiscali per le società straniere di nuova costituzione, come l’ammortamento speciale e il credito d’imposta sugli investimenti. Inoltre, per gli immobili, possono essere applicati incentivi come l’esenzione dall’imposta sui cespiti, dall’imposta sull’urbanistica e dall’imposta sull’acquisto di beni immobili.

Per le aziende interessate ad aprire una sede in Giappone sono previsti anche una serie di servizi di consulenza gratuiti, dal sostegno alla pianificazione della strategia di crescita al supporto per ricerche e analisi di mercato, all’identificazione di partner commerciali.

Ancora, c’è la possibilità di usufruire di prestiti a tasso agevolato (qui trovate le “Linee guida per i prestiti a basso interesse per zone speciali globali”).

Altri vantaggi: procedure rapide per i certificati di residenza e i brevetti

Tra le opportunità che la capitale giapponese propone alle aziende, va menzionato il processo di immigrazione più rapido e documenti semplificati. Le tempistiche calano drasticamente: ad esempio, il periodo per l’elaborazione di una domanda per il rilascio di un certificato di idoneità per la residenza sarà ridotto a circa 10 giorni rispetto al tempo medio che varia da uno a tre mesi.

Procedure rapide anche per i brevetti: le domande di brevetto presentate dai centri di ricerca e sviluppo saranno soggette a un esame e revisione più rapido, di circa 2 mesi anziché 22. Le tasse di brevetto e le tasse di esame della domanda saranno ridotte della metà per le PMI.

Inoltre, grazie al Tokyo One-Stop Business Establishment Center, si può prendere contatto col personale dei ministeri competenti e del governo metropolitano di Tokyo per ricevere aiuto nella compilazione delle domande necessarie per l’attivazione e l’inizio dell’attività, oltre che sulle domande per i documenti per la residenza del personale. Inoltre, in risposta alle richieste delle aziende, vengono forniti anche servizi di traduzione e interpretariato multilingue.

La guida completa alla vita per residenti stranieri in Giappone

È possibile ricevere dalla municipalità di Tokyo tutte le informazioni in più lingue su temi come alloggio, istruzione, educazione dei bambini, assistenza sanitaria e preparazione alle catastrofi, oltre che sulle procedure amministrative. Sul sito è inoltre disponibile – anche in italiano – una Guida completa alla vita per residenti stranieri in Giappone con indicazioni sulle procedure per l’ingresso e la residenza in Giappone, la registrazione dei residenti, l’iscrizione all’assicurazione sanitaria nazionale, le procedure per l’utilizzo di elettricità, gas e acqua, il pagamento delle tasse, lo smaltimento dei rifiuti e i numeri di telefono di emergenza.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ULTIMI ARTICOLI

DI COSA PARLIAMO

TAG

attivita della community

Travel for business