Le sfide, quelle belle, sulla sostenibilità

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

150 studenti dell’Istituto Gritti di Mestre, indirizzi Turistico e Relazioni internazionali per il marketing, hanno partecipato al Junior Hackathon organizzato con il supporto dell’associazione Innovation Future School e la “Treviso Creativity Week”. Noi di Travel for business abbiamo preso parte a questo evento come “giudici” dei meravigliosi progetti sostenibili che i ragazzi dell’ultimo anno hanno presentato.

Come si è svolto lo Junior Hackathon

I ragazzi, al posto dei tradizionali tirocini nelle imprese sospesi per l’emergenza sanitaria, hanno potuto vivere in due settimane di lavoro continuo un’esperienza positiva, nuova e altrettanto utile per il prossimo futuro di studio o lavoro.

Le sfide a cui hanno partecipato sono state 4, lanciate da 4 aziende del territorio e dove veniva richiesto di realizzare dei progetti creativi con un approccio “out of the Box”.

Bus For Fun, Boscolo Tours, AJA (Associazione Jesolana Albergatori) e MAARMO sono le aziende che hanno accolto al volo l’opportunità di lanciare una sfida agli studenti dell’Istituto Gritti, con l’obiettivo di avvicinare i ragazzi al mondo delle imprese e farli lavorare su sfide e problematiche reali.

Ogni team, indossati gli abiti dei pirati e armati di una buona dose di creatività, è salpato per un percorso che lo ha visto impegnato in laboratori dedicati alla comunicazione d’impresa ed alla generazione del Pensiero Creativo per diventare attori del cambiamento. In questo percorso è stata preziosissima la presenza dei mentori, più di 40 tra imprenditori, manager e laureati che hanno seguito i singoli team con lo scopo di guidare e stimolare il lavoro dei ragazzi.

40 progetti sulla sostenibilità al Junior Hackathon all’Istituto A. Gritti di Mestre

L’energia e l’entusiasmo messo dai ragazzi, docenti e mentor ha generato più di 40 progetti super creativi di grande qualità, che hanno messo in luce la sensibilità della generazione Z nei confronti della sostenibilità ambientale. Infatti, nella sfida del 24 aprile il progetto vincitore dell’Junior Hackathon e del premio speciale Boscolo Tours è stato quello realizzato dal gruppo della 5 A composto da Giacomo Betteloni, Gaia Busso, Nadja Colorio e Feria Dalipovska che con il titolo “In viaggio verso la sostenibilità” propone a Boscolo Tours una serie di azioni verso una svolta più green dell’azienda e la creazione di viaggi ecosostenibili.

Per quanto riguarda la sfida di Bus For Fun sono due i team che si portano a casa il premio speciale. Il primo team (Sara Dogali, Alexandra Savluc ed Emma Tosatto) ha proposto una mappatura degli eventi in Germania e hanno sviluppato delle possibili nuove tratte per BFF. Il secondo team (Alessia Marra, Francesca Gasparini e Chiara Tasso) ha sviluppato invece un tour sostenibile ed economico nelle città meno note della Germania e i birrifici artigianali tedeschi.
Il vincitore della seconda finale del 30 aprile e vincitore anche del premio speciale MAARMO è il team della 5G composto da Riccardo Iob, Daniele Porcu, Martina Paggiaro, Gaia Vallese che hanno presentato il progetto “Caalore Eco-innovaativo” che propone uno storytelling aziendale attraverso i canali social per valorizzare un Made in Italy incentrato sull’ecosostenibilità. Premio speciale AJA invece va al team del progetto “Il turismo attraverso i 4 elementi” (Irene Faggian, Lara Padovani, Lisa Potente e Giada Venturini) che hanno proposto lo sviluppo di uno slow-tourism eco sostenibile per promuovere le imprese e le piccole realtà dell’entroterra Jesolano.

Con tutti questi progetti sembra quasi che siano stati i ragazzi a lanciare una nuova sfida alle aziende, ce la faranno a cogliere i suggerimenti per attuare una vera e propria svolta green?

Vuoi sapere di più su Treviso Creativity Week?

Guarda questo video con il fantastico Gianpaolo Pezzato.

“La Treviso Creativity Week  è promossa da Innovation Future School, Associazione fondata nel 2017 per creare un ponte tra ragazzi ed imprese perché è solo insieme a loro che possiamo costruire il futuro”

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ULTIMI ARTICOLI

PROSSIMI CORSI

DI COSA PARLIAMO

Attività della community

Travel for business