Diversità e Inclusione nel Global Mobility, alcuni dati per riflettere

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

250 Mobility Manager a livello internazionale hanno risposto alla indagine realizzata da Cartus: Biggest Challenges survey che aveva l’obiettivo di analizzare lo stato dell’arte sulle politiche di gestione dei talenti, diversità e inclusione viste anche sotto il profilo della mobilità internazionale.

L’indagine ha coinvolto le grandi multinazionali e offre alcuni spunti di riflessione importanti. Noi abbiamo deciso di indicarne 3, lasciando al lettore le considerazioni del caso:

  1. Quasi un terzo degli intervistati ha affermato che ” aumentare la diversità e l’inclusione nel global mobility workforce è senz’altro un obiettivo di alta visibilità. Ma solo il 20% sta iniziando ad affrontarlo nelle proprie organizzazioni.
  2. il 37% degli intervistati ha osservato che la formazione interculturale “riduce le sfide di adattamento e
    mitiga il rischio di incarichi falliti all’estero. In particolare, il 31% degli intervistati ha affermato che il valore della formazione interculturale non è però compreso dalla gestione aziendale.
  3. Il 66% degli intervistati ha affermato che aumentare il numero di donne impiegate nelle loro organizzazioni non è ancora prioritario, e questo riflette il difficile adattamento di programmi e politiche di mobilità per soddisfare una popolazione diversificata.

La ricerca completa è disponibile al seguente link. Clicca qui

 

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ULTIMI ARTICOLI

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Rilassati, alle spese di viaggio ci pensa Soldo

DI COSA PARLIAMO

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Attività della community