Share This Post

Business destinations

Nei miei sogni: una casetta in Canada

Se veramente sogni di trasferirti in Canada, per un periodo prolungato o per tutta la vita, ci sono alcune cose che devi conoscere e tenere conto nelle scelte e nelle decisioni che dovrai prendere. Innanzi tutto bisogna considerare la vastità del territorio, il clima e il modo di vivere.

Il Canada, secondo paese al mondo per dimensioni, confina con l’oceano Atlantico a est con il Pacifico a ovest e il mar Artico al nord. Un territorio con grandi laghi fiumi e foreste, con un clima tipicamente continentale con stagioni molto marcate e in estate tra giugno e settembre può raggiungere anche i trenta gradi, ma in inverno, può arrivare a temperature molto rigide di molti gradi sotto zero al nord. Munirsi di un buon cappotto quindi, potrà fare apprezzare molto meglio la bellezza dell’inverno Canadese.

Le 5 regioni del Canada

Ottawa è la capitale del Canada ed è situata sul fiume Ottawa tra Ontario e Quebec.
Il Canada ha dieci province e tre territori, ciascuno con la propria capitale. Queste province e territori sono raggruppati in cinque regioni:
Province dell’Atlantico: Terranova e Labrador, Isola del Principe Edoardo, Nuova Scozia e New Brunswick
Central Canada: Quebec e Ontario
Province di Prairie: Manitoba, Saskatchewan e Alberta
West Coast: Columbia Britannica
Nord: Nunavut, Territori del nord-ovest e Yukon Territory
La maggior parte della popolazione, vive nell’ Ontario meridionale e in Quebec, nella Columbia Britannica sud-occidentale e in Alberta. Il nord invece è scarsamente abitato dalla popolazione a causa del clima freddo.
Il Canada ha due lingue ufficiali: inglese e francese. È possibile ottenere tutti i servizi ufficiali federali, le pubblicazioni e i documenti in entrambe le lingue.

La storia della popolazione canadese

Durante tutta la storia della nazione, l’immigrazione è stata, ed è una parte importante nello sviluppo della società canadese.
Prima dell’arrivo dei coloni francesi in Canada erano presenti tre gruppi di Indiani nativi. I “canadesi francesi” sono i discendenti dei coloni francesi e includono gli Acadiani, i Quebeci e le persone in piccole comunità francofone in tutto il Canada.
Gli Acadiani sono discendenti dai coloni francesi che si sono stabiliti 400 anni fa, in quella che è oggi la regione atlantica.
Quebecers (“Québécois” in francese) vive in Quebec. La maggior parte dei “canadesi inglesi” sono discendenti di coloni, soldati e migranti inglesi, gallesi, scozzesi e irlandesi che sono venuti in Canada dal XVII al XX secolo. Generazioni di questi pionieri hanno contribuito a portare le istituzioni politiche britanniche e le tradizioni in Canada.

La maggior parte dei canadesi oggi è nata in Canada, tuttavia, negli ultimi 200 anni, molti nuovi arrivati hanno contribuiti a costruire e difendere il modo di vivere di questo Paese. Oggi molti gruppi etnici e religiosi, vivono e lavorano in pace, come orgogliosi canadesi. Fino agli anni ’70, la maggior parte degli immigrati proveniva da paesi europei. Da allora, la maggioranza è arrivata dai paesi asiatici. A Toronto, la città più grande del Canada, questo numero è superiore al 45 per cento. Gli immigrati, ancora oggi, sono considerati una parte preziosa della società multiculturale del Canada e le politiche Governative rispecchiano pienamente questa impostazione culturale: fatta di accoglienza e integrazione.

La legge canadese

Le leggi canadesi riconoscono e proteggono i diritti e le libertà fondamentali dell’uomo, come la libertà e l’uguaglianza.
La legge Canadese è divisa in diritto pubblico e privato: 

  • Le leggi pubbliche fissano le regole per il rapporto tra una persona e la società e per i ruoli di diversi livelli di governo. Ciò comprende: legge penale, legge costituzionale, legge amministrativa.
  • La legge privata o civile tratta i rapporti tra le persone. Le leggi civili stabiliscono le regole per: i contratti, la proprietà, i diritti e i doveri dei membri della famiglia, sui danni procurati alle persone o alle loro proprietà causati da terzi.

I tribunali in Canada aiutano le persone a risolvere le dispute in modo equo e all’interno di tempi abbastanza brevi, tuttavia la maggior parte delle persone risolve le dispute al di fuori del tribunale (ad esempio, attraverso la mediazione o l’arbitrato).
La Carta dei diritti e delle libertà canadesi fa parte della Costituzione del Canada e protegge sia i cittadini, sia i residenti dal momento in cui si arriva in Canada. Essa definisce i valori che i canadesi condividono e descrive i diritti umani e le libertà che possiamo aspettarci in questo paese. Alcuni di questi diritti e libertà individuali comprendono:
Il diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza personale.
La libertà di coscienza e religione; la libertà di pensiero, credo, opinione e espressione, inclusa la libertà della stampa e di altri mezzi di comunicazione.
La libertà di tenere incontri pacifici, la libertà di unirsi ai gruppi e di manifestare.
Il diritto di essere presumibilmente innocente finché non si è dimostrata la colpevolezza.
Il diritto di nominare e istruire un avvocato senza indugio, il diritto per l’imputato a un processo equo, attraverso l’applicazione delle leggi con il diritto alla parità di condizione e ai benefici previsti dalla legge, senza discriminazione.
Le persone che decidono di vivere in Canada, devono comprendere e rispettare le leggi canadesi, consentire a tutti gli altri canadesi, di godere a loro volta dei diritti e delle loro libertà, contribuendo a preservare il patrimonio multiculturale del Paese.
È anche molto importante per i canadesi essere informati sulla politica e sulle vicende pubbliche, dimostrando un grande senso civico e un grande rispetto della cosa pubblica.

Salva


Share This Post

Ivano Gallino
Curioso di tutto ciò che mi circonda, mi piace trasferire le mie esperienze e conoscenze agli altri. Nella mia attività professionale mi sono da sempre occupato di mobility e travel. Ricoprendo diversi ruoli di responsabilità, ho sviluppato competenze nel marketing, nella gestione dei processi aziendali, nella comunicazione sui social media e nello sviluppo motivazionale delle risorse umane. Formatore iscritto all'albo professionale AIF, Associazione Italiana Formatori.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>