Share This Post

Travel curiosity

Il miglior posto per viaggiare in aereo

I viaggiatori d’affari prediligono da sempre i posti in prima fila degli aeromobili. Sarà perché così sono più veloci a scendere dal velivolo quando questo arriva in aeroporto e possono quindi correre al primo taxi. O forse perché da sempre è considerato uno status importante e ambito.

Una ragione tecnica sicuramente c’è ed è quella dove i posti situati in coda all’aereo sono più rumorosi a causa dei motori di alcune categorie di aeromobili i cui propulsori sono proprio situati nella parte posteriore. E si sa che i viaggiatori d’affari non perdono mai tempo e hanno bisogno di concentrarsi per continuare a lavorare anche in viaggio, con il meno disturbo possibile.

Le poltrone vicino alle porte di emergenza hanno il vantaggio di avere maggior spazio e quindi il viaggiatore può allungare le gambe; ma forse non abbassare lo schienale perché queste poltrone sono spesso bloccate per consentire, in caso di incidente, una più agevole via di fuga. Ci sono poi altri inconvenienti come quello di non poter avere borse e giacche sotto il sedile, ma di doverle necessariamente inserire nella cappelliera del velivolo. Il viaggiatore che occupa questi posti deve poi avere la consapevolezza che, in caso di emergenza, dovrà essere in prima linea per l’apertura della porta e interagire anche con l’equipaggio nel caso fosse necessario.

Forse i posti migliori rimangono quelli sopra le ali e spesso centrali in quanto, in caso di turbolenza gli effetti negativi si avvertono meno. Ma ricordate che poiché il servizio di catering a bordo parte solitamente dall’inizio o dal fondo, potreste dover attendere un po’ il vostro caffè.

Resta il fatto che oggi, grazie al web check in, potete scegliere già da casa il vostro sedile e recarvi in aeroporto già consapevoli del tipo di viaggio che vi attende.


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>