Travel Security Management: una masterclass inedita

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Quali sono le novità nel Travel Security Management? Cosa deve fare un Travel Security Manager? Scoprilo con la nuova Masterclass di FAV e Pyramid Temi Group. 

Incidenti stradali, malattie (e ormai consideriamo anche eventuali pandemie), terrorismo, criminalità, disastri naturali, rischi che minacciano la sicurezza e la salute dei viaggiatori: questi sono solo alcuni dei rischi ai quali vanno incontro i dipendenti in trasferta. La legislazione ha ampliato lo spettro delle responsabilità sia nei confronti delle persone fisiche che degli enti. Di conseguenza la sicurezza dei dipendenti in viaggio e il “duty of care” sono diventati argomenti centrali per moltissime aziende e per questo oggi vogliamo approfondire il tema della Travel Security Management. Soprattutto in occasione di una Masterclass sul tema, che si terrà in estate coordinata da FAV e da Pyramid Temi Group e di cui Travel for business è media partner, vogliamo approfondire il valore aggiunto assicurato dalla capacità di non farsi cogliere impreparati e di essere in grado di fornire adeguata assistenza al personale in trasferta sia in loco che in caso di evacuazione. In altre parole, vogliamo riflettere sull’importanza di anticipare, prevedere e gestire fenomeni di emergenza di vario tipo, ricorrendo a personale qualificato. 

Cosa dice la Legge in materia di Security Management

La legge impone al Datore di Lavoro la tutela del proprio personale, sia in sede che fuori sede. Ciò nonostante il 46% dei lavoratori che si spostano per lavoro afferma come attualmente la propria azienda non preveda politiche di travel security management. Eppure ci sono in ballo responsabilità penali previste dal D.Lgs 81/08 e 231/01 sia sul versante delle persone fisiche (datore di lavoro, dirigenti, responsabile del servizio di prevenzione, medico competente e così via) che su quello amministrativo, le quali non si limitano a sanzioni pecuniarie elevate, ma possono configurarsi anche come interdizione dell’esercizio dell’attività o addirittura sotto forma di commissariamento dell’ente. 

Nel diritto italiano è stata recentemente introdotta la responsabilità amministrativa dell’impresa anche in rapporto ai delitti di omicidio colposo o di lesione personale colposa grave o gravissima, se commessi con violazione delle norme sulla tutela della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro. Le cose si complicano nel momento in cui situazioni spiacevoli si verifichino durante le trasferte. Infatti in questi casi il luogo di lavoro e l’orario sono difficilmente definibili. Come affrontare allora la questione relativa alla sicurezza in viaggio?

Chi è il Travel Security Manager

Soprattutto questi ultimi anni in cui la pandemia ha rivelato aspetti sottovalutati in diversi ambiti, molte aziende si sono rese conto di quanto il proprio personale in trasferta sia sovraesposto a diversi rischi. La responsabilità del datore di lavoro dovrebbe quindi essere estesa a tutto il periodo di viaggio, dal soggiorno in albergo ai luoghi fisici, i quali inevitabilmente accrescono l’esposizione del lavoratore a rischi e difficoltà.

Confindustria Emilia Area Centro, Uni-Ente italiano di normazione e Pyramid Temi Group srl hanno collaborato per sviluppare e pubblicare la nuova prassi di riferimento in materia di Travel Security Management: UNI/PdR 124:2022 “Attività professionali non regolamentate – Figure professionali operanti nell’ambito della travel security – Requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità”. Tale prassi definisce le linee guida per individuare i requisiti di conoscenza, di abilità e di competenza del personale incaricato e destinato alla gestione della sicurezza delle trasferte dei collaboratori, con l’obiettivo di assolvere gli obblighi di “duty of care”. 

Compiti del Tavel Security Manager

il Travel Security Manager è una figura di responsabilità, alla quale sono richiesti diversi tipi di competenze e conoscenze. Innanzitutto è una figura centrale nell’elaborazione, nella stesura e nell’ eventuale implementazione della Travel Security Policy aziendale. Inoltre deve essere in grado di sviluppare protocolli destinati alla formazione e all’informazione dei dipendenti che hanno a che fare con la Travel Security; di presidiare le opportune procedure per la salvaguardia della reputazione dell’organizzazione nell’ambito Travel Security e della salvaguardia dei diritti umani sempre nella realizzazione del documento. Gli obiettivi e ideali che devono guidare l’azione del Travel Security Manager sono i valori della sostenibilità che coinvolgono ambiente, società e economia. 

Tra gli altri compiti della figura professionale ci sono quelli di gestire due diligence e quality assurance dei provider, ma anche di individuare i requisiti tecnici necessari per una corretta selezione e gestione dei fornitori e delle migliori soluzioni di viaggio e alloggio. Il capitolo assicurazioni non è poi secondario nell’ottica di una corretta e sicura applicazione della Travel Security, così come verificare che i protocolli e le  procedure previsti in merito di sicurezza e salute siano adeguati e applicabili ai luoghi di destinazione delle trasferte. Di conseguenza il Travel Security Manager deve valutare gli strumenti tecnologici e i servizi a supporto più appropriati.

Insomma, si tratta di un ampio ventaglio di compiti, mansioni e responsabilità che richiede un’altrettanto vasta formazione. La Masterclass per Travel Security Manager coordinata da FAV e Pyramid Temi Group è una validissima opportunità per aggiornarsi sullo stato dell’arte del settore e le sue prospettive future. 

Masterclass per Travel Security Manager

Come già anticipato, la Masterclass per Travel Security Manager coordinata da FAV e Pyramid Temi Group vede anche Travel for business tra i suoi sostenitori, in qualità di media partner. Alcuni dei maggiori esperti in materia di security di grandi gruppi internazionali saranno i conduttori degli appuntamenti, i quali condivideranno con gli iscritti le proprie competenze specialistiche, maturate in esperienze professionali pluriennali. Non mancheranno inoltre sessioni dedicate alle tecniche di comunicazione manageriale.

Le lezioni si terranno sotto forma di webinar sulla piattaforma GOTOMEETING, tuttavia sarà data la possibilità di frequentare il percorso in presenza per chi desidera partecipare “dal vivo”. Gli incontri si svolgeranno in presenza presso la Fondazione Aldini Valeriani, in Via Bassanelli 9/11 a Bologna. I partecipanti alla Masterclass che posseggono la certificazione di Security Manager saranno esonerati dal frequentare il primo modulo del percorso, il quale prevedrà complessivamente 100 ore. Questo il calendario dettagliato:

  • 24-26-31 maggio 2022
  • 7-9-14-16-21-23-30 giugno 2022
  • 5-12-14-19-21 luglio 2022
  • 15-20-22-27-29 settembre 2022

Qui potete trovare tutte le informazioni sul Masterclass di FAV per Travel Security Manager

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ULTIMI ARTICOLI

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Rilassati, alle spese di viaggio ci pensa Soldo

DI COSA PARLIAMO

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Attività della community