I maggiori rischi nel 2021 per i viaggiatori d’affari

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Sebbene la nostra attenzione nell’ultimo anno si sia concentrata sulla gestione delle difficoltà impreviste poste da una pandemia globale, non possiamo ignorare il fatto che quando il mondo dei viaggi d’affari si riaprirà (tornerà a pieno ritmo), avremo a che fare con un mondo che è cambiato e in un certo numero di casi questo cambiamento è stato radicale.

Le certezze del passato devono essere dimenticate e questioni come l’instabilità politica e sociale sono entrambi fattori di particolare preoccupazione che richiedono un monitoraggio attento e tempestivo.

Entrare nel 2021, dopo l’impatto della pandemia globale di Covid-19, ci obbliga ad esaminare con attenzione una selezione di minacce chiave per le persone e le organizzazioni che lavorano a livello internazionale.

Possiamo prepararci per gestire correttamente le sfide poste da una serie di scenari in rapida evoluzione? E per fare ciò, quali problemi dobbiamo affrontare?

Anticipare le minacce di scenari dinamici

Quando ricominceremo a viaggiare, oltre a visitare paesi a noi già familiari, esamineremo opportunità in nuovi mercati; cosa sappiamo di queste nazioni e regioni?

Quindi, prima di iniziare a guardare verso l’esterno, dobbiamo guardare verso l’interno. Prima di tutto dobbiamo verificare, tramite una precisa analisi, le nostre attività internazionali come punto di partenza per identificare potenziali rischi. Quando lo abbiamo fatto l’ultima volta, siamo reattivi o proattivi, aspettiamo consigli o anticipiamo i requisiti e identifichiamo le soluzioni in anticipo? Quanto sono cambiati, a causa della pandemia, i paesi che già conosciamo? In quali modi esattamente, e quali sono le conseguenze sulla nostra pianificazione del viaggio? Le nostre procedure di sicurezza dei viaggi sono state aggiornate per tenere in considerazione questi cambiamenti? Siamo certi di aver affrontato le questioni necessarie per creare l’ambiente di viaggio sicuro e protetto che il nostro dovere di diligenza richiede?

Aggiornamenti affidabili e capacità di interpretare le informazioni

Aggiornamenti e previsioni devono essere integrati nelle procedure esistenti e, in un momento di cambiamento così dinamico, ciò richiede cura e attenzione. Non basta studiare genericamente un paese, possono esserci notevoli differenze all’interno dei confini nazionali, dove, ad esempio, la situazione attuale al nord può essere considerata perfettamente accettabile per i viaggi d’affari, ma, lo scenario nelle province meridionali risulta essere l’esatto contrario. I viaggi all’interno delle aree urbane possono presentare un livello di rischio perfettamente accettabile, mentre i viaggi extraurbani, specialmente dopo il calar della notte, presentano una serie di sfide che si ritiene superino un livello di rischio accettabile.

Prima che un dipendente parta, deve essere informato sulla situazione attuale in loco e sui relativi problemi di sicurezza. Questo è anche il momento in cui aggiornarli rispetto alle procedure in atto per supportarli nel caso di necessità.

Instabilità sociale e disordini civili

Non c’è dubbio che le conseguenze socioeconomiche della pandemia di Covid-19 si faranno sentire in tutto il mondo e in un certo numero di paesi l’impatto sarà profondo. I paesi in cui la pandemia ha portato a una maggiore povertà vedranno un aumento dei livelli di criminalità, disordini civili e proteste antigovernative. In molti casi il potenziale di disordini civili era già di natura elevata e, sfortunatamente, non c’è dubbio che la pandemia fungerà da catalizzatore per un’ulteriore instabilità. L’instabilità porta a disordini ed è quindi essenziale che le situazioni siano monitorate in modo tale da poter prevedere il potenziale di scioperi, rivolte e atti violenti.

Un aumento dei livelli di criminalità è un altro fattore che deve essere preso in considerazione: stiamo chiedendo a un membro del personale di visitare una città o un paese in cui c’è una maggiore probabilità che sia vittima di un crimine? Quanto sono sicure le strade, gli hotel e i vari mezzi di trasporto? Possiamo, ad esempio, affidarci in sicurezza ai taxi pubblici o è il caso di avvalerci dei servizi di un autista privato? E, in caso affermativo, come si identifica un’azienda o un individuo affidabile? Anche nei paesi più stabili, la stagnazione economica e la privazione dei diritti politici possono portare a situazioni inaspettate, ad esempio le manifestazioni pacifiche possono diventare violente.

È quindi essenziale mantenere un alto livello di consapevolezza situazionale e tenere in considerazione nelle nostre strategie i componenti necessari per agire sugli scenari che stiamo monitorando.

Sicurezza informatica nei viaggi di lavoro

Oltre alle considerazioni ovvie e ben conosciute sui rischi riguardanti l’uso di dispositivi portatili durante i viaggi, come ad esempio il furto in hotel, i pericoli intrinseci dell’accesso ai sistemi WiFi dell’aeroporto o del cliente, e la legalità dei sistemi di crittografia dei dati, il prossimo anno vedrà probabilmente un aumento dei controlli dei laptop e degli smartphone dei viaggiatori d’affari da parte dei funzionari pubblici.

Ciò complicherà ulteriormente l’obbligo di contrastare l’aumento del rischio di furto di dati riservati e proprietà Intellettuale.

Se da un lato contrastare il rischio di spionaggio aziendale può essere affrontato solo attraverso soluzioni tecnologiche sofisticate, dall’altro l’utilizzo di questi prodotti espone il viaggiatore d’affari al rischio di essere percepito come poco trasparente. Ad aggravare ulteriormente le difficoltà, il cambiamento delle politiche geopolitiche e geoeconomiche come le guerre commerciali e le sanzioni internazionali avrà un impatto diretto sulle azioni di un numero selezionato di governi che già considerano le molestie una merce di scambio o un mezzo per creare conflitti negoziabili con l’organizzazione del viaggiatore d’affari o paese di origine. È ragionevole presumere che il ricorso alla provocazione aumenterà e quindi sarà importante per le aziende adottare strategie che trovino un equilibrio tra l’uso di strumenti di sicurezza come la crittografia e l’obbligo di eliminare qualsiasi rischio che il viaggiatore d’affari venga percepito, legittimamente o provocatoriamente, come individuo sospettoso.

Geolocalizzazione e monitoraggio

Esistono numerose soluzioni di tracciamento disponibili sul mercato e ormai la tecnologia è matura, robusta e affidabile. È importante sottolineare che, parallelamente allo sviluppo delle soluzioni software, sono stati compiuti notevoli progressi su un altro fronte critico: le leggi che regolano la privacy dei dipendenti. I sistemi di tracciamento hanno un difetto principale che spesso viene dimenticato o semplicemente non preso in considerazione: non offrono alcun consiglio pratico all’utente.

È quindi necessario colmare questa lacuna per offrire al dipendente il supporto necessario fornendo una consulenza puntuale e precisa e, di pari importanza, capire come lo scenario potrebbe svilupparsi al fine di attuare le misure più adeguate.

Conclusioni

Le situazioni in via di sviluppo richiederanno una consulenza affidabile e questo deve essere affrontato con largo anticipo rispetto a un viaggio d’affari; infatti, la consulenza qualificata ricevuta determinerà se il viaggio potrà effettivamente svolgersi o meno.

La diffusione dei vaccini non sarà uguale, mentre alcuni paesi saranno veloci ed efficienti, altri dovranno affrontare gravi problemi e ritardi nella vaccinazione delle loro popolazioni. È essenziale che questa considerazione sia inserita nelle procedure di gestione della sicurezza dei viaggi. La pandemia ha accentuato i fattori di rischio esistenti e introdotto nuove minacce, pertanto la noncuranza non è un’opzione: è una minaccia.

Noi di Pyramid Temi Group (PTG) con oltre 40 anni di esperienza in Security ci occupiamo della gestione della sicurezza delle trasferte aziendali in tutte le fasi: a partire dalla consulenza fino alla completa gestione e coordinamento delle operazioni negli scenari più complessi, e/o ad alto rischio. Siamo l’unico Travel Security provider italiano ad avere una rete mondiale assodata negli anni da rapporti di sinergia e fiducia. I nostri hubs nel mondo, ognuno con la propria rete locale, consolidano la nostra presenza sul mercato con una copertura globale.

Se vuoi approfondire il tema clicca qui per scaricare il documento Travel Security Key Threats

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ULTIMI ARTICOLI

PROSSIMI CORSI

DI COSA PARLIAMO

Attività della community

Travel for business