Nuove regole ingressi sul territorio nazionale

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Il Ministro della salute, On. Roberto Speranza, ha firmato il 22 febbraio l’ordinanza che regola l’ingresso sul territorio nazionale dal 1° marzo 2022 e fino al 31 marzo 2022. Vediamo quali sono le nuove regole per viaggiare:

L’ingresso sul territorio nazionale è consentito, se non si è affetti da Covid, alle seguenti condizioni:

a) presentazione al vettore al momento dell’imbarco e a chiunque è deputato a effettuare controlli del
digital Passenger Locator Form mediante visualizzazione dal proprio dispositivo mobile oppure in
copia cartacea;
b) presentazione al vettore al momento dell’imbarco e a chiunque è deputato a effettuare controlli di
una delle certificazioni verdi COVID-19 di cui all’articolo 9, comma 2, del decreto-legge 22 aprile
2021, n. 52, o di altra certificazione attestante le condizioni di cui al citato articolo 9, comma 2,
riconosciuta come equivalente secondo provvedimenti adottati dal Ministero della salute e nei termini
di durata stabiliti dai Regolamenti europei vigenti in materia

Solo in caso di mancata presentazione di una delle certificazioni di cui al comma 1, lettera b), si
applica la misura della quarantena presso l’indirizzo indicato nel digital Passenger Locator Form, per
un periodo di cinque giorni, con l’obbligo di sottoporsi a un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone, alla fine di detto periodo.

Le certificazioni di cui al presente articolo possono essere esibite in formato digitale o cartaceo.

Gli spostamenti da e per la Repubblica di San Marino e lo Stato della Città del Vaticano non sono
soggetti a limitazioni né a obblighi di dichiarazione.

Le deroghe per l’ingresso

A condizione che non insorgano sintomi da Covid-19, e fermo restando l’obbligo di presentazione
del digital Passenger Locator Form, le disposizioni di cui all’articolo 1, commi 1, 2, e 3, non si
applicano:
a) all’equipaggio dei mezzi di trasporto;
b) al personale viaggiante;
c) ai lavoratori transfrontalieri in ingresso e in uscita dal territorio nazionale per comprovati motivi
di lavoro e per il conseguente rientro nella propria residenza, abitazione o dimora;
d) agli alunni e agli studenti per la frequenza di un corso di studi in uno Stato diverso da quello di
residenza, abitazione o dimora, nel quale ritornano ogni giorno o almeno una volta la settimana;
e) a chiunque transita, con mezzo privato, nel territorio italiano per un periodo non superiore a
trentasei ore, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio
nazionale o, in mancanza, di iniziare un periodo di quarantena presso l’indirizzo indicato nel digital
Passenger Locator Form per un periodo di cinque giorni e di sottoporsi, alla fine di detto periodo, a
un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone;
f) a chiunque rientra nel territorio nazionale a seguito di permanenza di durata non superiore a
quarantotto ore in località estere situate a distanza non superiore a 60 km dal luogo di residenza,
domicilio o abitazione, purché lo spostamento avvenga con mezzo privato;
g) in caso di permanenza di durata non superiore alle quarantotto ore in località del territorio nazionale
situate a distanza non superiore a 60 km dal luogo estero di residenza, domicilio o abitazione, purché
lo spostamento avvenga con mezzo privato.

Le verifiche dei vettori

a) verificare prima dell’imbarco il digital Passenger Locator Form e il possesso di una delle
certificazioni di cui all’articolo 1, comma 1, lettera b);
b) vietare l’imbarco a chi manifesta sintomi compatibili con l’infezione da Sars-cov-2;
c) fare utilizzare all’equipaggio e ai passeggeri i dispositivi di protezione delle vie respiratorie e
indicare le situazioni nelle quali gli stessi possono essere temporaneamente ed eccezionalmente
rimossi;
d) dotare, al momento dell’imbarco, i passeggeri che ne risultino sprovvisti dei dispositivi di
protezione delle vie respiratorie.

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ULTIMI ARTICOLI

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Rilassati, alle spese di viaggio ci pensa Soldo

DI COSA PARLIAMO

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Attività della community