Il serio problema del ritorno anticipato alle regole degli slot pre-pandemia in autunno

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

La Commissione Europea ha annunciato che intende tornare alla regola di lunga data sull’utilizzo degli slot 80-20, che richiede alle compagnie aeree di operare almeno l’80% di ogni sequenza di slot pianificata. Le regole globali sugli slot rappresentano un sistema efficace per gestire l’accesso e l’utilizzo della scarsa capacità negli aeroporti. Il sistema ha superato la prova del tempo e, sebbene le compagnie aeree siano desiderose di riavviare i servizi, l’incapacità di diversi aeroporti chiave di soddisfare la domanda, unita all’aumento dei ritardi nel controllo del traffico aereo, significa che un ritorno prematuro alla regola 80-20 potrebbe portare a ulteriori passeggeri interruzione.

Le prove finora non sono state incoraggianti. Gli aeroporti avevano gli orari della stagione estiva 2022 e le disponibilità di slot finali a gennaio e non hanno valutato come gestirli in tempo. Gli aeroporti che dichiarano che la piena capacità è disponibile e quindi richiedono alle compagnie aeree di effettuare tagli quest’estate mostrano che il sistema non è pronto per rilanciare l’uso “normale” degli slot in questa stagione invernale (che inizia alla fine di ottobre).

“Il caos che abbiamo visto in alcuni aeroporti si è verificato con una soglia di utilizzo degli slot del 64%. Siamo preoccupati che gli aeroporti non saranno pronti in tempo per servire una soglia dell’80% entro la fine di ottobre. È essenziale che gli Stati membri e il Parlamento adeguino la proposta della Commissione a un livello realistico e consentano flessibilità alle regole sull’uso degli slot. Gli aeroporti sono partner alla pari nel processo degli slot, consentono loro di dimostrare la loro capacità di dichiarare e gestire la propria capacità in modo accurato e competente e quindi ripristinare l’uso degli slot la prossima estate”, ha affermato Willie Walsh, Direttore generale della IATA.

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.