Spostamenti in e-scooter per andare a lavoro: la nuova frontiera

Condividi

Andare in e-scooter a lavoro diventa più semplice: tra partnership di settore e le scelte sostenibili dei mobility manager. 

Quando si tratta di spostamenti di lavoro un’organizzazione razionale e sostenibile dei movimenti migliora l’efficienza e aiuta a contenere i costi. Questa consapevolezza è stata alla base di una nuova partnership nata tra BizAway e Cooltra che mette a disposizione 17.000 tra scooter e e-scooter in diverse città europee per incentivare l’uso di mezzi elettrici nel tragitto quotidiano casa-lavoro. D’altronde la micromobilità sta pian piano facendo capolino all’orizzonte aziendale, come dimostrano studi di settori che mostrano un buon 25% di veicoli aziendali elettrici. Tuttavia siamo ancora decisamente in un momento fluido in fatto di abitudini di mobilità sostenibile sia individuale che aziendale. 

Ricerca dell’Osservatorio sulla Mobilità Aziendale Top Thousand: La micromobilità entra in azienda? 

La ricerca La micromobilità entra in azienda?, promossa dall’Osservatorio sulla Mobilità Aziendale Top Thousand (composto da Fleet e Mobility Manager di grandi aziende) e dalla rivista Fleet Magazine è un buono spaccato di come stanno cambiando le cose nelle aziende in fatto di micromobilità, intesa come la circolazione di mezzi elettrici regolamentata. L’indagine è stata condotta su un ampio campione, composto da oltre 100 aziende di ogni dimensione (grandi, medie, PMI) e da diversi settori merceologici, fino ad arrivare ad un parco totale gestito di quasi 118.439 veicoli. 

Mezzi sostenibili soprattutto nelle città

il 10% delle aziende intervistate ha già adottato soluzioni di micromobilità che includono biciclette o e-bike, monopattini, microcar, scooter o e-scooter. Sicuramente è un numero ancora basso, tuttavia la percentuale sale se si considera soltanto la parte di campione che si sposta esclusivamente nei centri cittadini. D’altro canto, quasi il 25% dei gestori di flotte intervistati non esclude l’introduzione di questi mezzi all’interno del proprio parco aziendale; inoltre il 15% di coloro che non hanno ancora fatto propria la micromobilità dichiara apertamente l’intenzione di voler adottare soluzioni all’insegna della sostenibilità in futuro.

Micromobilità aziendale: il 25% include e-scooter

Bici elettriche e e-scooter sono i mezzi prediletti, infatti entrambi raggiungono il 25% della totalità dei parchi veicoli. La preferenza dei fleet manager per le e-bike e per gli scooter elettrici risiede nel fatto che questi veicoli consentono di percorrere in maniera più agevole anche tratti lunghi qualche chilometro, adattandosi alla perfezione anche al percorso casa-lavoro. Oggi sono soprattutto gli impiegati ad utilizzare le soluzioni di micromobilità per raggiungere l’ufficio (stiamo parlando dell’80% del totale); tuttavia anche i dirigenti cominciano a servirsene comprendendone a pieno comodità e vantaggi.

Nuova partnership tra BizAway e Cooltra in 13 città

I due attori di questa nuova collaborazione provengono da due mondi diversi, ma si incontrano nell’interesse di una logistica rapida ed efficiente. BizAway è una multipiattaforma digitale per i viaggi d’affari; Cooltra è invece una società spagnola che offre soluzioni di mobilità su due ruote in tutta Europa. 

Grazie alla partnership, gli utenti di BizAway hanno accesso ad una flotta di oltre 17 mila scooter e il 64% dei mezzi messi a disposizione per il noleggio sono elettrici; questo per incentivare una mobilità sostenibile in alternativa all’automobile o al taxi in città. Infatti uno scooter consente di arrivare puntuali agli appuntamenti di lavoro, riuscendo a barcamenarsi nel traffico ed evitando gli ingorghi nelle grandi città. Il nuovo progetto è rivolto per la prima volta in maniera specifica alle necessità aziendali, assicurandola disponibilità degli scooter 13 città in Italia, Francia, Spagna e Portogallo. Il servizio mette a disposizione degli utenti diverse formule di noleggio, in funzione di diversi tipi di esigenze: noleggio al minuto, su base giornaliera o anche su base mensile.

Lo scooter, secondo una ricerca di mercato svolta proprio da Cooltra, è il mezzo ideale per spostarsi in modo semplice e veloce nel traffico cittadino. Se poi consideriamo il mezzo elettrico, quindi l’e-scooter a zero emissioni, allora si tratta della scelta in assoluto migliore per spostarsi in città. 

Chi sceglie gli e-scooter

I dati rilevati nello scenario italiano mostrano come l’età media di chi solitamente opta per uno scooter elettrico sia di 33 anni, mentre il genere che lo sceglie di preferenza è quello maschile: gli uomini lo scelgono per il 76,9%, rispetto al 23,1% delle donne. Le fasce orarie durante le quali vengono prevalentemente noleggiati gli e-scooter di Cooltra sono la mattina presto, solitamente tra le 8 e le 9, o verso l’orario di chiusura della giornata lavorativa, tra le 18 e le 20. Questo ad indicare che molti utenti lo usano appositamente per recarsi sul posto di lavoro. Una scelta che potrebbe davvero fare la differenza, se si trasforma in una diffusa abitudine.

Infatti il rapporto Global Ev Outlook, pubblicato di recente dall’Agenzia internazionale dell’energia (IEA),  ha stimato che i veicoli elettrici già circolanti nel mondo nel 2019 hanno prodotto un risparmio di emissioni, nel corso della loro intera vita, pari al 51%. Questa percentuale significa che hanno emesso in atmosfera 51 milioni di tonnellate di CO2, anziché 104 milioni di tonnellate. 

Scopri anche come i treni stanno diventando sempre più green!

Devi realizzare il tuo Piano Spostamento Casa Lavoro? Chiedi informazioni Clicca qui

Sull'autore

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Posts

Accedi alla community

Inizia anche tu a condividere idee, competenze e informazioni con gli altri professionisti del travel e della mobilità

Ultimi articoli

Consulenza

Ebook

Prossimi corsi