Fare business a Istanbul: ecco perché conviene

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Città che fa da ponte tra Europa e Asia, crogiolo di culture differenti, non è molto considerata come sito vantaggioso per gli affari. Eppure le possibilità per fare business a Istanbul sono tante e molto stimolanti. Ecco perché.

E-commerce a Istanbul: il Bosforo digitale

L‘e-commerce turco è una delle economie web in più rapida crescita al mondo. Istanbul è considerata infatti la capitale del’internet, in Turchia: si parla non a caso di Bosforo Digitale.

Sono quattro le principali forze trainanti per il commercio online: penetrazione delle carte di credito, infrastrutture logistiche, elevato utilizzo dell’internet mobile e una popolazione giovane, social e virale.

Questi fattori rendono la Turchia molto competitiva sul mercato.

In particolare, l’e-commerce di Istanbul sta crescendo a gran velocità. E’ facile avviare un’attività di business partendo da una buona infrastruttura nel settore. E bisogna considerare un dato importante: la Turchia conta ben 36 milioni di utenti internet e 10 milioni di acquirenti online stimati.

Uno degli esempi calzanti di questo tipo di economia è Yemek Sepeti, una piattaforma per ordinare cibo online. Le sue entrate hanno raggiunto circa 47 milioni di dollari, provenienti da investitori statunitensi. La compagnia ora vanta oltre 3,5 milioni di utenti registrati in tutta la Turchia, il sud-est asiatico e il nord Africa.

Costo della vita a Istanbul

Vivere a Istanbul costa meno di quanto ci si possa aspettare.

Chi si ritrova a viaggiare per affari in Turchia, nella città sul Bosforo troverà certamente la convenienza.

A Istanbul sono presenti molti ristoranti dai prezzi abbordabili, per tutte le tasche. L’inconfondibile fusione di cucina occidentale e orientale vi stupirà.

Anche la tipica crociera sul Bosforo non andrà a minare le vostre finanze: con meno di 50 dollari potrete avere una splendida visuale panoramica sui principali edifici storici della città, come Hagia Sofia e la Mosche Blu.

Gioventù di Istanbul: generazione social

Metà della  popolazione turca (circa 75 milioni di persone) è al di sotto dei trent’anni. E ogni individuo è perfettamente collegato a Internet.

La Turchia, ad esempio, è uno dei più attivi mercati per Twitter.

Abbondanza di ingegneri talentuosi a Istanbul

Alcune università di Istanbul stanno rilasciando talenti per le start up. L’Università di Istanbul si è posizionata 136a nella classifica dei 400 migliori poli didattici, sulla base di eccellenze nella docenza, ricerca, fatturato e prospettive internazionali.

Imprenditorialità nella cultura turca: fare business a Istanbul con i giovani

Lo scenario delle start up turche è molto giovane. Secondo Endeavor, organizzazione no-profit di supporto all’imprenditorialità, sono solo cinque le acquisizioni di start up negli ultimi otto anni.

Endeavor ha aiutato nella loro crescita compagnie come Yemek Sepeti, Monitise e Peak Games.

Sembra quindi che fare business a Istanbul sia un’opportunità da cogliere e far maturare affidandosi soprattutto alle forze fresche. Uno scenario attivo e dinamico nonostante le recenti chiusure integraliste della politica di Erdoğan.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Travel for business