Share This Post

News sul Business Travel

Business Travel oltre ogni aspettativa per KLM Air France

Valgono il 30% i viaggi d’affari per il gruppo Air France- KLM sul volume complessivo del mercato italiano. Un dato illustrato nella recente conferenza stampa che si è tenuta a Milano.
Un traffico gestito al 95% dalle grandi Travel Management Company (TMC), con alcune eccezioni per le piccole agenzie dedicate anche al settore corporate.

Se il settore “TMC – agenzie corporate” sembra in generale stabile, i dati di Air France – KLM parlano di una  costante crescita nel segmento delle vendite attraverso i propri canali on line, che oggi si attesta al 20%, a dimostrazione di una politica commerciale che mira anche ad una relazione diretta con i clienti finali.

Jerome Salemi, GM AF-KLM East Mediterranean ha le idee molto chiare a riguardo: “vogliamo essere i pionieri di questo nuovo modo di vendere biglietteria aerea” e lo dimostra illustrando il recente accordo stilato con Welcome Travel Group per l’accesso diretto alla piattaforma NDC. L’accordo tra i due partner ha previsto, inoltre, nel mese di dicembre la possibilità di accedere in via prioritaria a tariffe speciali Air France-KLM, più vantaggiose rispetto quelle immesse nel mercato con i tradizionali sistemi di prenotazione, e che solo successivamente sono state offerte a tutto il resto del mercato.

Una personalizzazione che potrebbe, nelle modalità eseguite, far discutere, ma che ha permesso di testare la capacità di fornire non solo “condizioni tariffarie privilegiate” ma anche una serie di contenuti e offerte in linea con le logiche di miglioramento della travel e customer experience.

Su questo punto Salemi ha precisato che “con NDC vogliamo adottare una strategia doppia (diretta e indiretta) per migliorare continuamente la nostra offerta al viaggiatore d’affari”.

Novità per gli accordi Corporate dedicati alle aziende

Per quanto riguarda gli aspetti contrattuali diretti con le aziende, il gruppo Air France-KLM ha rinnovato di recente il proprio “Corporate Benefits Program” introducendo maggiore flessibilità e ulteriori vantaggi. Già da novembre molti dei benefit sono stati applicati anche sui voli operati da Delta Air Lines, partner di Air France-KLM

Con i nuovi accordi le aziende potranno contare su scadenze più flessibili per l’emissione dei biglietti, possibilità di effettuare il cambio nome sul biglietto e la garanzia di avere sempre il posto garantito in classe Economy sui voli a lungo raggio.

A bordo e a terra, i membri del “Corporate Benefits Program” sono immediatamente identificati dallo staff di Air France-KLM come clienti privilegiati, e godono di un’esperienza di volo personalizzata oltre ad avere un livello di assistenza prioritaria sulle liste d’attesa, per le operazioni di pre e post vendita.

Per le Piccole e Medie Imprese italiane cresce ancora il programma BlueBiz, dove la PMI ha la possibilità di accumulare “Blue Credits” per ogni viaggio effettuato da un suo collaboratore per motivi di lavoro. L’accordo di incentivazione vede in campo anche le compagnie aeree partner come Alitalia e Delta.

Una nuova alleanza, un nuovo partner?

Jerome Salemi, GM AF-KLM East Mediterranean, ha parlato anche di come questi accordi possano essere estesi a Virgin Atlantic con l’ingresso della compagnia aerea nella Joint Ventures Transatlantica, che potrebbe concretizzarsi verso la metà di quest’anno, ma solo dopo il via libera dell’antitrust americano ed europeo.

Staremo a vedere se Alitalia confermerà il suo ingresso nella nuova alleanza, anche perché il suo posizionamento sulle rotte del Nord Atlantico è molto importante per tutto il gruppo. Lo conferma Salemi quando precisa che “Alitalia è nostro partner e vogliamo continuare a lavorare insieme”.


Share This Post

Condividiamo esperienze del viaggiare per affari.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>