Share This Post

Travel management

Ebook “NDC, un nuovo modo di vendere biglietti aerei”. Guida per i Travel Manager

Sono molti i Travel Manager che in questo periodo mi hanno chiesto delucidazioni su NDC, su che cosa è, che cosa significasse per l’industria del turismo e quali erano i possibili impatti sul loro lavoro. Pensavo di scrivere un semplice post, ma man mano che scrivevo e approfondivo gli argomenti e i vari punti di vista, mi sono accorta che non era più sufficiente un articolo sul portale di Travel for business, ma che la materia necessitava di uno spazio molto più ampio. Ed eccomi qui con un nuovo ebook, o meglio una nuova pubblicazione speciale con lo scopo di cercare di fare un po’ di chiarezza, dare delle risposte e soprattutto mettere a confronto i vari punti di vista che ogni attore della filiera del travel sta mettendo in luce. L’argomento NDC nasconde nella sua semplicità alcuni aspetti complessi che andremo ad analizzare, osservando quali sono le possibili implicazioni nel settore, ma anche quali possono essere le domande ancora aperte su cui, speriamo presto, di avere delle risposte. Prima di partire ti chiedo se hai già letto il mio libro “BUSINESS TRAVEL MANAGEMENT Quale futuro per i viaggi d’affari? Sarebbe, infatti, bene dare una spolveratina a quelle che sono state le evoluzioni del business travel nel corso degli ultimi decenni. Da pagina 11 c’è un intero capitolo dedicato alla Business Travel Evolution, con approfondimenti sui cambiamenti di rilievo del settore e della distribuzione dei viaggi che ti aiuteranno a comprendere più nel dettaglio quanto andrò a raccontarti adesso. Puoi leggerlo accedendo all’area privata della Community di Travel for business, previa iscrizione gratuita.

Che cosa è NDC

Innanzitutto, cerchiamo di capire subito che cosa vuol dire NDC. NDC è l’acronimo di New Distribution Capability. È stato lanciato da IATA per migliorare la capacità di comunicazione tra compagnie aeree e agenti di viaggio poiché si basa su uno standard tecnologico di trasmissione di dati XML. Se qualcuno pensava fosse una cosa recente, si sbaglia di grosso. IATA NDC è stato approvato nell’ottobre del 2012 ed è diventato ufficiale a settembre del 2015. La risoluzione 787 della IATA definisce che NDC consente alle compagnie aeree di rispondere direttamente alle richieste di shopping degli agenti di viaggio, gestire l'elaborazione degli ordini e consentire veri e propri acquisti comparativi. (Wikipedia). Bisogna precisare, quindi, che NDC non è né un tool, non è un programma software e tanto meno un database, come siamo stati abituati a pensare fino ad oggi. Ma è un modo standardizzato per comunicare e scambiare informazioni tra gli attori principali del mercato travel (compagnie aeree e agenti di viaggio). Quali sono le opportunità o i rischi per i Travel Manager?

Una guida per i Travel Manager per comprendere NDC

Guida per i Travel Manager per comprendere l'impatto o le opportunità di NDC sui programmi di viaggio e quali sono le azioni da intraprendere

L'ebook dedicato a NDC, contiene i seguenti argomenti:

  • Perché IATA ha voluto NDC
  • Che cosa accade oggi sul mercato
  • Come funziona NDC
  • NDC e l'impatto sui vari attori del Travel
  • NDC e Travel Manager

Se vuoi continuare a leggere l'ebook....iscriviti alla Community di Travel for business

Se sei già iscritto, ricordati di fare il login con le tue credenziali e di consultare la pagina Area Privata a questo link https://www.travelforbusiness.it/area-riservata-per-i-membri-della-community-di-travel-for-business/ Se hai bisogno di assistenza, puoi inviare un messaggio dalla sezione contattaci. Clicca qui...

Share This Post

Condividiamo esperienze del viaggiare per affari.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>