Share This Post

Travel management

Come si diventa Travel Manager

Daniela Berdin è Appliance General Assistant in Askoll Group, società fondata in Italia nel 1978 che realizza tecnologia sincronica applicata ai motori elettrici, in grado di far risparmiare oltre il 50 per cento di energia rispetto ai motori elettrici tradizionali.

Una società che si compone di 11 società operative in posizioni strategiche in tutto il mondo ed è presente in Brasile, Cina, Messico, Romania, Slovacchia e in Italia con sei stabilimenti.

Daniela da alcuni anni segue i viaggi di lavoro dell’azienda, con estrema cura e attenzione. Ma qualcosa di nuovo accade nel suo percorso professionale….e la voglia di crescere è tanta.
Ecco la storia di Daniela Berdin per la community di Travel for business

E’ sempre così….le cose più belle nascono da un incontro fortuito….

Inizia così la mia esperienza con Travel for business, quando al rientro dalle ferie estive….alla ricerca di quegli strumenti che da anni cerco, in tutta autonomia, mi imbatto nella presentazione del corso in Travel & Mobility Management organizzato in collaborazione con ResForMa.

Ed eccole lì le risposte che cercavo, il mondo dei viaggi aziendali affrontato con lo spirito della progettazione e non di come si stampa un biglietto aereo, perché quello che cercavo era il salto di qualità, era rispondere alla Direzione che mi chiede di ridurre i costi dei viaggi (senza ovviamente diminuirne la frequenza perché sono vitali per le attività aziendali) con professionalità e competenza.

Daniela, sei stata una dei partecipanti del corso di Travel e Mobility Manager organizzato lo scorso autunno a Torino.  Quali esperienze ti ha offerto il corso e che cosa è cambiato nella tua gestione dei viaggi aziendali?

Al termine del corso posso confermare che le mie aspettative sono state addirittura superate: l’analisi dei processi interni ed esterni, la conoscenza del mercato, l’aggiornamento della travel policy, la valutazione dei comportamenti dei viaggiatori, l’importanza della rendicontazione sono solo alcuni dei punti toccati ma che mi hanno resa consapevole che il mio lavoro è fatto sì di biglietti aerei, ma soprattutto di capacità di analisi e non ultimo di capacità relazionali.

Interfacciarsi con tutti i ruoli aziendali è una capacità che richiede doti naturali ma anche conoscenza delle tecniche di comunicazione, altro aspetto che il corso ha affrontato con grande competenza.

Oltre alla parte didattica realizzata dai formatori professionisti di Travel for business e ResForMa, qual è stato il valore aggiunto generato dal confronto con gli altri partecipanti al corso?

Il confronto con le esperienze degli altri partecipanti è stato fondamentale perché mi ha permesso di capire dove sono e come altre aziende hanno già affrontato alcune tematiche;  capire la mia realtà mi ha permesso di presentare un progetto di ottimizzazione interna ed esterna che è stato approvato e sta per partire. Un corso che mi ha dato la possibilità di essere da subito concreta ed operativa per mettere in atto nuove soluzioni in azienda.

Puoi raccontarci alcune esperienze che hai implementato e che ti hanno permesso oggi di realizzare meglio il tuo lavoro di travel management?

Il corso mi ha permesso di acquisire quelle competenze che ho immediatamente messo a disposizione dell’azienda e nei vari settori aziendali. Partendo dall’analisi dei costi, abbiamo in accordo con la direzione acquisti, effettuato un’importante processo di razionalizzazione delle spese ed effettuato valutazioni dei fornitori di servizio grazie alla nuova professionalità acquisita. Parlare con i providers del mondo travel con lo stesso linguaggio, e dimostrando competenza e preparazione, ti permettere di ottenere un’attenzione e cura sicuramente più elevati.

Inoltre ho implementato all’interno dell’azienda anche una gestione più fluida dei processi di pagamento con una società specializzata di carte di credito, che mi permetterà di ottenere, oltre a vantaggi di carattere economico e organizzativo, una migliore efficacia nel controllo delle spese. Attività e operazioni realizzate grazie al coinvolgimento attivo delle altre direzioni aziendali come quello finanziario che ho saputo coinvolgere grazie ai nuovi skills assimilati grazie al corso di formazione in Travel & Mobility Management.

 Puoi raccontarci come è cambiato il tuo ruolo all’interno dell’organizzazione?

Il mio ruolo è sempre più indirizzato alla vera gestione del Business Travel sotto tutti i suoi aspetti. E oggi sono coinvolta in diversi tavoli di discussione perché si è compreso come il travel management sia in grado di portare vantaggi e benefici all’azienda e al personale viaggiante.

Infatti, uno dei percorsi importanti che ho realizzato è quello di un ciclo di seminari – incontri interni nei vari stabilimenti dell’azienda per trasmettere non solo informazioni ma anche formazione, cultura e linee guida che aiuteranno a migliorare l’efficacia del viaggiare per affari.

Quale sarà il tuo prossimo obiettivo?

Sto lavorando per diventare Travel Manager di gruppo: ruolo che  mi vedrà impegnata in nuove sfide che non vedo l’ora di accogliere.

Grazie Daniela per averci lasciato questa bella testimonianza!

Grazie a voi, a chi ha tenuto il corso con grande professionalità e ai miei compagni di questo “viaggio”, persone che con molta umiltà si sono messe nella predisposizione di voler crescere e di mettere le loro esperienze al servizio di “perfetti sconosciuti”. E grazie anche a Torino, città che non conoscevo e che mi ha davvero incantata!!

Se sei interessato a partecipare al prossimo corso di Travel & Mobility Manager, clicca qui!


Share This Post

Condividiamo esperienze del viaggiare per affari.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>