Viaggiare in Turchia in sicurezza: le zone a rischio e le raccomandazioni per chi si muove per lavoro

Viaggiare in Turchia in sicurezza: le zone a rischio e le raccomandazioni per chi si muove per lavoro

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

La situazione della Turchia in termini di sicurezza è differente a seconda della zona presa in considerazione.  A dirlo è la società Pyramid Temi Group che si occupa della sicurezza di chi viaggia per lavoro nel mondo e che ci illustra in questa intervista le aree di maggior rischio, i consigli che un viaggiatore d’affari dovrebbe considerare e soprattutto le informazioni utili e necessarie per un perfetto viaggio di lavoro in Turchia.

La Turchia confina con Georgia, Armenia, Iraq, Siria, Grecia e Bulgaria. Il confine con la Siria è una zona ad alto rischio, mentre il confine con la Georgia è a basso rischio. A Sud-Est, nelle aree montane e rurali, vi sono conflitti in corso col PKK, mentre le principali città Istanbul, Ankara e Izmir (Smirne) presentano rischi di attacchi criminali e terroristici come qualsiasi grande città dell’Europa Occidentale. Per comprendere la situazione in termini di sicurezza della Turchia e come si evolverà sono opportune ricerche e conoscenza della storia e geopolitica del Paese.

Cosa si raccomanda ad un turista che viaggia per affari in Turchia?

Un viaggiatore d’affari in Turchia dovrebbe innanzitutto seguire gli avvertimenti di viaggio della sua azienda e del consolato. In più dovrebbe leggere le notizie dei media internazionali per venire a conoscenza di eventuali problemi avvenuti di recente o in corso, riguardanti sicurezza, terrorismo o disordini nel Paese. A seconda della situazione, il viaggiatore dovrebbe richiedere consulenza specializzata sulla sicurezza prima e durante il viaggio.

Quali sono gli eventuali e specifici pericoli locali?

Quotidianamente, il principale pericolo è costituito dagli incidenti stradali; infatti la Turchia ha una delle percentuali più alte di persone coinvolte in incidenti stradali. Piccoli crimini quali furti e borseggi accadono allo stesso modo di qualsiasi città europea. Violenze fisiche ai danni dei viaggiatori sono molto rare in quanto i turchi sono persone ospitali di natura.

Quali sono le zone più a rischio della Turchia?

Le zone più a rischio sono il Sud-Est e il confine con la Siria ove vi sono conflitti in corso tra il PKK e fazioni dell’ISIS che mirano a militari e polizia. Si tratta prevalentemente di guerriglie in cui vengono utilizzate bombe al lato della strada, veicoli bomba, cecchini e lanciagranate con propulsione a razzo (Rocket-propelled grenade, RPG). Viaggiando in queste aree, per i viaggiatori vi è il rischio di essere colpiti.

Consigli particolari per le donne in viaggio?

Le donne che viaggiano nelle città principali possono comportarsi come farebbero in qualsiasi altra città europea.

In Turchia vi sono aree dove l’Islam è molto radicato, specialmente nelle zone provinciali e rurali. In ogni caso, non vi sono indicazioni particolari riguardo comportamenti e abbigliamento.

Quali sono le misure precauzionali?

Le misure precauzionali per i viaggiatori d’affari in Turchia dovrebbero basarsi su una valutazione iniziale della sicurezza in viaggio. A seconda della situazione, del luogo e del momento in cui avviene il viaggio verrà valutato se è opportuno adottare ulteriori misure di sicurezza, quali trasporto dei viaggiatori eseguito da personale esperto, per trasferte da aeroporto a hotel, servizi di security e valutazione della sicurezza degli hotel.

Come evitare aggressioni, rapine o danni per la persona?

Utilizzare buon senso e consapevolezza della situazione nell’evitare aree e ore del giorno in cui potrebbero verificarsi crimini di strada, come si farebbe in qualsiasi altra città europea.

Noleggio auto o altri mezzi di trasporto, ci sono dei rischi e quali preferire per la sicurezza del viaggiatore

Per un viaggiatore d’affari, non è consigliabile noleggiare un auto in città in quanto il traffico è intenso e la guida delle persone del posto è irregolare.

Per un conducente con scarsa esperienza di queste condizioni di traffico, il rischio di essere coinvolto in un incidente stradale o di trovarsi bloccato nel traffico, dal momento che non conosce strade alternative, è elevato. Guidare nelle aree rurali può essere rischioso se non si ha conoscenza ed esperienza delle condizioni di guida locali.

Posti sicuri per cambiare danaro in Turchia

Per cambiare denaro ci sono uffici di cambio all’interno di aeroporti, hotel e grandi centri commerciali nelle città principali. Occorre tenere presente che in questi luoghi il cambio è sfavorevole.  A meno che non si viaggi verso aree rurali, in tutte le città principali è possibile utilizzare carte di credito e vi sono sportelli automatici (ATM) ove prelevare contanti, come in qualsiasi città europea.

Informazioni specifiche per l’assistenza medica nelle città della Turchia

L’assistenza medica nelle città principali è buona, e vi è disponibilità sia di ospedali pubblici che privati. Prima del viaggio, occorre verificare quali ospedali privati sono convenzionati con l’assicurazione viaggio aziendale. Vi è disponibilità di assistenza medica di emergenza con paramedici e ambulanze, ma a seconda del luogo in cui avviene l’incidente, possono esserci ritardi a causa del traffico intenso. I farmaci per disturbi di lieve entità possono essere acquistati direttamente nelle farmacie, che si trovano in tutte le città e strade principali.

Suggerimenti per viaggiare sicuri in Turchia offerti da Pyramid Temi Group S.r.l.

Per ulteriori e aggiornate informazioni consultare il sito Farnesina
http://www.viaggiaresicuri.it/paesi/dettaglio/turchia.html

Se desideri altre informazioni su come si Viaggia in Sicurezza, Prevenire i Rischi nei viaggi di lavoro e scoprire i suggerimenti dei massimi esperti mondiali sulla Sicurezza in Viaggio,  leggi il nostro
Magazine Speciale Travel Risk Management.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sommario

La situazione della Turchia in termini di sicurezza è differente a seconda della zona presa in considerazione.  A dirlo è la società Pyramid Temi Group che si occupa della sicurezza di chi viaggia per lavoro nel mondo e che ci illustra in questa intervista le aree di maggior rischio, i consigli che un viaggiatore d’affari dovrebbe considerare e soprattutto le informazioni utili e necessarie per un perfetto viaggio di lavoro in Turchia.

La Turchia confina con Georgia, Armenia, Iraq, Siria, Grecia e Bulgaria. Il confine con la Siria è una zona ad alto rischio, mentre il confine con la Georgia è a basso rischio. A Sud-Est, nelle aree montane e rurali, vi sono conflitti in corso col PKK, mentre le principali città Istanbul, Ankara e Izmir (Smirne) presentano rischi di attacchi criminali e terroristici come qualsiasi grande città dell’Europa Occidentale. Per comprendere la situazione in termini di sicurezza della Turchia e come si evolverà sono opportune ricerche e conoscenza della storia e geopolitica del Paese.

Cosa si raccomanda ad un turista che viaggia per affari in Turchia?

Un viaggiatore d’affari in Turchia dovrebbe innanzitutto seguire gli avvertimenti di viaggio della sua azienda e del consolato. In più dovrebbe leggere le notizie dei media internazionali per venire a conoscenza di eventuali problemi avvenuti di recente o in corso, riguardanti sicurezza, terrorismo o disordini nel Paese. A seconda della situazione, il viaggiatore dovrebbe richiedere consulenza specializzata sulla sicurezza prima e durante il viaggio.

Quali sono gli eventuali e specifici pericoli locali?

Quotidianamente, il principale pericolo è costituito dagli incidenti stradali; infatti la Turchia ha una delle percentuali più alte di persone coinvolte in incidenti stradali. Piccoli crimini quali furti e borseggi accadono allo stesso modo di qualsiasi città europea. Violenze fisiche ai danni dei viaggiatori sono molto rare in quanto i turchi sono persone ospitali di natura.

Quali sono le zone più a rischio della Turchia?

Le zone più a rischio sono il Sud-Est e il confine con la Siria ove vi sono conflitti in corso tra il PKK e fazioni dell’ISIS che mirano a militari e polizia. Si tratta prevalentemente di guerriglie in cui vengono utilizzate bombe al lato della strada, veicoli bomba, cecchini e lanciagranate con propulsione a razzo (Rocket-propelled grenade, RPG). Viaggiando in queste aree, per i viaggiatori vi è il rischio di essere colpiti.

Consigli particolari per le donne in viaggio?

Le donne che viaggiano nelle città principali possono comportarsi come farebbero in qualsiasi altra città europea.

In Turchia vi sono aree dove l’Islam è molto radicato, specialmente nelle zone provinciali e rurali. In ogni caso, non vi sono indicazioni particolari riguardo comportamenti e abbigliamento.

Quali sono le misure precauzionali?

Le misure precauzionali per i viaggiatori d’affari in Turchia dovrebbero basarsi su una valutazione iniziale della sicurezza in viaggio. A seconda della situazione, del luogo e del momento in cui avviene il viaggio verrà valutato se è opportuno adottare ulteriori misure di sicurezza, quali trasporto dei viaggiatori eseguito da personale esperto, per trasferte da aeroporto a hotel, servizi di security e valutazione della sicurezza degli hotel.

Come evitare aggressioni, rapine o danni per la persona?

Utilizzare buon senso e consapevolezza della situazione nell’evitare aree e ore del giorno in cui potrebbero verificarsi crimini di strada, come si farebbe in qualsiasi altra città europea.

Noleggio auto o altri mezzi di trasporto, ci sono dei rischi e quali preferire per la sicurezza del viaggiatore

Per un viaggiatore d’affari, non è consigliabile noleggiare un auto in città in quanto il traffico è intenso e la guida delle persone del posto è irregolare.

Per un conducente con scarsa esperienza di queste condizioni di traffico, il rischio di essere coinvolto in un incidente stradale o di trovarsi bloccato nel traffico, dal momento che non conosce strade alternative, è elevato. Guidare nelle aree rurali può essere rischioso se non si ha conoscenza ed esperienza delle condizioni di guida locali.

Posti sicuri per cambiare danaro in Turchia

Per cambiare denaro ci sono uffici di cambio all’interno di aeroporti, hotel e grandi centri commerciali nelle città principali. Occorre tenere presente che in questi luoghi il cambio è sfavorevole.  A meno che non si viaggi verso aree rurali, in tutte le città principali è possibile utilizzare carte di credito e vi sono sportelli automatici (ATM) ove prelevare contanti, come in qualsiasi città europea.

Informazioni specifiche per l’assistenza medica nelle città della Turchia

L’assistenza medica nelle città principali è buona, e vi è disponibilità sia di ospedali pubblici che privati. Prima del viaggio, occorre verificare quali ospedali privati sono convenzionati con l’assicurazione viaggio aziendale. Vi è disponibilità di assistenza medica di emergenza con paramedici e ambulanze, ma a seconda del luogo in cui avviene l’incidente, possono esserci ritardi a causa del traffico intenso. I farmaci per disturbi di lieve entità possono essere acquistati direttamente nelle farmacie, che si trovano in tutte le città e strade principali.

Suggerimenti per viaggiare sicuri in Turchia offerti da Pyramid Temi Group S.r.l.

Per ulteriori e aggiornate informazioni consultare il sito Farnesina
http://www.viaggiaresicuri.it/paesi/dettaglio/turchia.html

Se desideri altre informazioni su come si Viaggia in Sicurezza, Prevenire i Rischi nei viaggi di lavoro e scoprire i suggerimenti dei massimi esperti mondiali sulla Sicurezza in Viaggio,  leggi il nostro
Magazine Speciale Travel Risk Management.