Viaggiare con soddisfazione fa spendere di più?

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Quando i visitatori sono deliziati  delle loro esperienze di viaggio, spendono di più durante il loro soggiorno. A rilevarlo è lo studio di J.D. Power 2016 “Destination Experience Satisfaction Study”.

Lo studio misura la soddisfazione generale dei visitatori nelle principali 50 destinazioni americane, sulla base di sei fattori: attività, costi, cibo e bevande, infrastruttura, alloggio e viaggio. E  rileva che, in media, i visitatori più soddisfatti spendono circa 1446 dollari rispetto i 1169 dollari di quelli standard. Circa il 24 per cento in più. Il divario cresce fino al 37 per cento se si mettono a confronto i due differenti poli e precisamente i più delusi rispetto ai più felici.

I visitatori che frequentano un nuovo luogo da visitare, sviluppano spesso un forte legame emotivo. E non tutti i luoghi vanno al di là della soddisfazione personale e sono in grado di catturare il “cuore” del turista. Inoltre il cibo e il divertimento sono cose essenziali che un viaggiatore prende in considerazione quando selezionata un luogo da visitare. La capacità di gestire una destinazione è quindi anche uno dei principali fattore di un Paese.

Per conoscere lo studio completo, clicca sul seguente link:

http://www.jdpower.com/press-releases/2016-destination-experience-satisfaction-study

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.