Vendere ai cinesi i viaggi

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Internet facilmente può essere un posto molto confusionario; potrebbe diventare anche particolarmente stressante dover cercare la soluzione giusta tra migliaia (se non milioni) di siti. Superando le barriere della lingua, dunque visitando siti di altre nazioni, si potrà analizzare cosa i viaggiatori stranieri ricercano in un viaggio, cosa considerano bene, male, bello o brutto. Ogni cultura vive diversamente questo aspetto, e la vostra bravura starà nel capire cosa cerca un viaggiatore, e fare in modo di offrirglielo nel modo più semplice e naturale.

I viaggiatori cinesi, non sono diversi, però, soprattutto per le piccole aziende, non è così semplice ed economico tradurre interamente un sito in cinese, ma questo potrebbe non essere un ostacolo invalicabile, in quanto i cinesi sono abituati a non avere la loro lingua tra le opzioni di traduzione dei siti internet, e per questo non è raro che i cinesi si affidino ad un tour operator che si occupa integralmente dell’organizzazione del viaggio.

Ci sono alcune compagnie che sono particolarmente dedicate ai viaggi dei cinesi, e dalla loro esperienza emergono dei punti fondamentali da rispettare per far sì di catturare l’attenzione dei viaggiatori dello stato più popolato al mondo.

 

Cosa cerca il viaggiatore cinese?

 

Potrebbe sembrare una frase fatta, ma è veramente difficile monetizzare da potenziali clienti se non si sa perfettamente cosa essi vogliano. Un numero in crescita di visitatori cinesi indipendenti è alla ricerca di esperienze uniche nei posti che visitano in giro per il mondo. I millennial e le nuove generazioni di viaggiatori cinesi hanno espresso chiaramente che non sono più attratti dai viaggi di gruppo organizzati, ma che preferiscono viaggiare in solitaria o con poche persone e visitare ciò che preferiscono e in maniera autonoma. Quindi le nuove generazioni orientali sono alla ricerca di esperienze personali, vogliono avere il pieno controllo dell’organizzazione del loro viaggio, si sta abbandonando quell’idea di viaggio organizzati che qui in Italia, ad esempio, siamo particolarmente abituati a vedere.

 

Vendere ai cinesi: non dimentichiamoci di Union Pay

 

Solo una minima parte degli hotel americani ed europei sa dell’esistenza di Union Pay, che è la carta di credito usata dal 90% delle attività cinesi. Qualsiasi iniziativa che vuole attrarre il pubblico cinese deve avere segnalata in maniera evidente l’opzione di pagamento tramite Union Pay. Una volta che la tua attività adotta il metodo di pagamento preferito dai cinesi, inserisci sul sito e sui canali social il simbolo di Union Pay, sarà un vantaggio per catturare l’attenzione dei viaggiatori cinesi.

 

Free WiFi

 

Una recente intervista fatta ai viaggiatori cinesi evidenzia come la prima cosa che questo popolo al giorno d’oggi vuole trovare in hotel è una rete Wi-Fi libera o comunque gratuita.

Mentre tutti i viaggiatori gradiscono il fatto che ci sia internet quando si viaggia, per i cinesi è il fattore principale che influisce sulla scelta dell’ hotel. Ma ormai possiamo affermare che è di buon uso avere una connessione per chi è in viaggio, dato che smartphone e tablet necessitano di una connessione dati per essere utilizzati, e quasi tutti ne disponiamo. In particolare i cinesi sono molto affezionati al social network WeChat che utilizzano per condividere con gli amici virtuali le esperienze che stanno vivendo dall’altra parte del mondo.

 

Omaggi e sconti

 

Il popolo cinese è famoso per essere sempre alla ricerca di un buon affare, ed ottenere il prezzo migliore, dunque non si farà alcun problema a negoziare. Offrire un campione di qualcosa in omaggio o comunque a un prezzo scontato, metterà in risalto la tua attività. Ed anche buoni sconto e voucher validi per pranzi e cene sono delle offerte che il tipico viaggiatore cinese è solito a non rifiutare; anzi sono talmente apprezzati che un post con una tale offerta pubblicato sui social network verrà facilmente condiviso e apprezzato molto tra le varie cerchie di amici virtuali.

 

Localizzare il tuo sito ed i canali social

 

Ok, ora sei un esperto di ciò che i viaggiatori cinesi ricercano, ma non è facile farti trovare da loro nel momento in cui tu sei in Europa e loro in Cina. La chiave per farti trovare è la localizzazione del tuo sito e dei social network associati; questo significa adattare un prodotto o un servizio a soddisfare un esigenza dettata da un’altra lingua e un’altra cultura.

Un servizio localizzato con successo è quello che da’ l’idea di essersi sviluppato all’interno di una cultura locale. Perciò, costruire una rete locale, con un sito in madrelingua, utilizzare i social media più diffusi in quel paese, lavorare sulle parole chiave più ricercate in quella lingua ecc. ecc. Insomma, più date un’immagine naturale e ben contestualizzata nel sistema culturale che state cercando di attrarre più avrete possibilità di vendere il vostro prodotto in tale contesto.

 

Il popolo cinese ha un potenziale enorme ma allo stesso tempo ha determinate esigenze che bisogna sapere soddisfare per catturare la sua attenzione e conquistare la sua fiducia.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avatar

Travel for business

Internet facilmente può essere un posto molto confusionario; potrebbe diventare anche particolarmente stressante ...