Passaporto sanitario per aiutare la riapertura delle frontiere

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

L’International Air Transport Association (IATA) ha annunciato di essere nella fase finale di sviluppo dello IATA Travel Pass, un passaporto sanitario digitale che supporterà la riapertura sicura delle frontiere.

IATA Travel Pass gestirà e verificherà il flusso sicuro delle informazioni necessarie sui test o sui vaccini tra governi, compagnie aeree, laboratori e viaggiatori. “Oggi i confini sono doppiamente chiusi. I test sono la prima chiave per consentire i viaggi internazionali senza misure di quarantena. La seconda chiave è l’infrastruttura informativa globale necessaria per gestire, condividere e verificare in modo sicuro i dati dei test abbinati alle identità dei viaggiatori in conformità con i requisiti di controllo delle frontiere. Questo è il lavoro di IATA Travel Pass. Lo porteremo sul mercato nei prossimi mesi per soddisfare anche le esigenze dei corridoi di salute pubblica che stanno iniziando a funzionare “, ha affermato Alexandre de Juniac, Direttore generale e CEO della IATA.

Requisiti sanitari, test vaccinazione e passaporto digitale

L’iniziativa sarà erogata tramite quattro moduli open source e interoperabili che possono essere combinati per una soluzione end-to-end:

  • Registro globale dei requisiti sanitari : consente ai passeggeri di trovare informazioni accurate sul viaggio, sui test e infine sui requisiti dei vaccini per il loro viaggio.
  • Registro globale dei centri di test / vaccinazione: consente ai passeggeri di trovare centri di test e laboratori nel luogo di partenza che soddisfano gli standard per i requisiti di test e vaccinazione della loro destinazione.
  • App Lab: consente a laboratori e centri di test autorizzati di condividere in modo sicuro i certificati di test e vaccinazione con i passeggeri.
  • Contactless Travel App: consente ai passeggeri di (1) creare un “passaporto digitale”, (2) ricevere certificati di test e vaccinazione e verificare che siano sufficienti per il loro itinerario e (3) condividere test o certificati di vaccinazione con compagnie aeree e autorità per facilitare viaggio. Questa app può anche essere utilizzata dai viaggiatori per gestire la documentazione di viaggio in modo digitale e senza interruzioni durante il viaggio, migliorando l’esperienza di viaggio.

La IATA e l’International Airlines Group (IAG) hanno collaborato allo sviluppo di questa soluzione e intraprenderanno una prova per dimostrare che questa piattaforma, combinata con i test COVID-19, può riaprire i viaggi internazionali e sostituire la quarantena.

La nostra priorità principale è riportare le persone a viaggiare in sicurezza. Nell’immediato ciò significa dare ai governi la fiducia che i test sistematici del COVID-19 possono funzionare in sostituzione dei requisiti di quarantena. E questo finirà per trasformarsi in un programma di vaccinazione. Il Travel Pass IATA è una soluzione per entrambi. E lo abbiamo costruito utilizzando un approccio modulare basato su standard open source per facilitare l’interoperabilità. Può essere utilizzato in combinazione con altri provider o come soluzione end-to-end autonoma. La cosa più importante è che risponda alle esigenze del settore, consentendo al contempo un mercato competitivo “, ha affermato Nick Careen, Senior Vice President, Airport, Passenger, Cargo and Security della IATA.

Travel Pass è previsto per la fine dell’anno e il lancio è previsto per il primo trimestre del 2021.

 

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Travel for business