Modalità organizzative per il contenimento della diffusione del COVID-19 nel trasporto pubblico

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Pubblicata sulla GU dell’1 settembre u.s. l’ORDINANZA del MINISTRO DELLA SALUTE 30 agosto 2021 recante Adozione delle «Linee guida per l’informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del COVID-19 nel trasporto pubblico».

Si compone di due articoli e un allegato.
 
L’allegato aggiorna e sostituisce il documento di cui all’allegato 15 del decreto del  Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021, nonché il relativo allegato tecnico.
Nel documento vengono stabilite alcune «misure di sistema», fatta salva la possibilità per le regioni e province autonome di introdurre prescrizioni più restrittive nel sistema dei trasporti, in ragione delle diverse condizioni territoriali e logistiche, delle diverse zone di contagio in cui ricade il territorio a seconda degli indici epidemiologici di riferimento.

Tra le «misure» introdotte, viene sottolineata l’importanza dell’articolazione dell’orario di lavoro, differenziato con ampie finestre di inizio e fine di attività lavorativa, per modulare la mobilità dei lavoratori e prevenire conseguentemente i rischi di aggregazione connessi alla mobilità generale.
 
Ugualmente, importante è anche la differenziazione e il prolungamento degli orari di apertura degli uffici, degli esercizi commerciali, dei servizi pubblici e delle scuole di ogni ordine e grado. Tali misure vanno modulate in relazione alle esigenze del territorio e al bacino di utenza di riferimento, avendo come riferimento quantitativo la necessità di ridurre in modo consistente i picchi di utilizzo  del trasporto pubblico collettivo presenti nel periodo antecedente l’emergenza sanitaria.
E’ raccomandata, quando possibile, l’incentivazione della mobilità sostenibile (biciclette, e-bike, ecc.) e il più ampio coordinamento sinergico con i piani spostamenti casa-lavoro redatti dai mobility manager in attuazione del decreto del Ministero della transizione ecologica del 12 maggio 2021.

Inoltre, a far data dal 1° settembre 2021 e fino al 31 dicembre 2021, termine di cessazione dello stato di emergenza, è consentito, esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19, di cui all’art. 9, comma 2, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87, l’accesso:
– agli aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;
– alle navi e traghetti adibiti a servizio di trasporto interregionale, sino al raggiungimento della capienza dell’80% rispetto alla capienza massima prevista. Sono esclusi i traghetti impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina, ai quali si applicano le prescrizioni previste per il tpl marittimo come ad es. per il collegamento da e per le isole minori;
– ai treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità;
– agli autobus adibiti a servizi di trasporto persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico
su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti, nel limite della capienza massima dell’80% dei posti consentiti; – agli autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale, nel limite della capienza massima dell’80% dei posti consentiti.
 
Tale disposizione non si applica ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.
 

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ULTIMI ARTICOLI

PROSSIMI CORSI

DI COSA PARLIAMO

Attività della community

Travel for business