Etias: il nuovo sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi

Etias Viaggi Europa

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Anche l’Europa avrà la sua Esta. Si chiamerà Etias, acronimo di European Travel Information and Authorization System, cioè il sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi. Sarà il sistema con cui entreranno in Europa i cittadini di ben 61 Paesi extraeuropei, che attualmente possono entrare nell’Unione e permanervi senza visto per un massimo di 90 giorni.

Obiettivi dell’autorizzazione Etias

Secondo i piani del Consiglio e del Parlamento europeo, l’Etias consentirà di effettuare verifiche preventive e, se necessario, di negare l’autorizzazione ai viaggi a cittadini di paesi terzi esenti dall’obbligo di visto che si recano nello spazio Schengen. Aiuterà a migliorare la sicurezza interna, a prevenire l’immigrazione illegale, a proteggere la salute pubblica e a ridurre i ritardi alle frontiere, individuando le persone che possono comportare un rischio in uno di questi settori prima del loro arrivo alle frontiere esterne.

In sostanza, una volta entrato a regime il sistema Etias, alla frontiera dovrebbe essere respinto un minor numero di viaggiatori, essendo state effettuate le necessarie verifiche prima ancora dell’arrivo.

Destinazioni

L’autorizzazione Etias sarà necessaria per i paesi dell’Unione Europea: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia e Svezia.

Ma comprende anche i paesi che fanno parte del più ampio Spazio economico europeo all’interno dell’area Schengen, anche se non sono membri dell’Unione europea: Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera.

Non servirà invece per viaggiare in altre nazioni che fanno parte dell’Unione ma che non aderiscono allo spazio Schengen, come l’Irlanda. Visto che era già al di fuori dell’area Schengen, e a maggior ragione dopo la Brexit, non sarà richiesto un Etias per i viaggi nel Regno Unito.

Paesi di partenza

Tra gli altri, i viaggiatori provenienti da Stati Uniti, Regno Unito, Giappone, Australia e Canada, per i quali non sia necessario un visto, dovranno presentare domanda per l’Etias.

Ecco l’elenco completo dei Paesi che rientrano nel provvedimento: Albania, Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Bahamas, Barbados, Bosnia e Herzegovina, Brasile, Brunei, Canada, Cile, Colombia, Corea del Sud, Costa Rica, Repubblica Dominicana, El Salvador, Emirati Arabi Uniti, Georgia, Grenada, Guatemala, Honduras, Hong Kong S.A.R, Isole Salomone, Israele, Giappone, Kiribati, Macao S.A.R, Macedonia del Nord, Malesia, Isole Marshall, Mauritius, Messico, Micronesia, Moldova, Principato di Monaco, Montenegro, Nauru, Nicaragua, Nuova Zelanda, Palau, Panama, Paraguay, Perù, Saint Kitts and Nevis, Saint Lucia, Saint Vincent, Samoa, Serbia, Seychelles, Singapore, Stati Uniti d’America, Taiwan, Timor Est, Tonga, Trinidad e Tobago, Tuvalu, Ucraina, Uruguay, Vanuatu, Venezuela.

Eccezioni

L’Etias e il sistema di ingressi / uscite non si applicano ai cittadini di Andorra, Monaco e San Marino né ai passaporti rilasciati dallo Stato della Città del Vaticano o dalla Santa Sede.

Come funziona Etias

Il sistema si applicherà ai cittadini di paesi terzi esenti dall’obbligo di visto; dovranno ottenere un’autorizzazione ai viaggi preventiva, tramite una domanda online. L’Etias è infatti un’autorizzazione, non un visto. La compilazione dei moduli on-line non dovrebbe richiedere più di dieci minuti.

Costo Etias

Per ogni domanda, il richiedente sarà tenuto a pagare diritti di autorizzazione ai viaggi: costerà 7 euro. Coloro che hanno meno di 18 anni al momento della domanda, o più di 70 anni, non dovranno pagare una tassa, ma dovranno comunque richiedere il loro Etias prima del viaggio.

Informazioni richieste

Sebbene il sistema non sia ancora operativo, l’Unione Europea ha reso note le notizie che saranno richieste: informazioni sull’identità della persona e sul passaporto elettronico in corso di validità, sulla residenza, dettagli di contatto, livello di istruzione, settore di lavoro e dati sui membri della famiglia. Il viaggiatore dovrà anche rispondere a una serie di domande di base su eventuali viaggi precedenti in zone di conflitto, condanne penali e altre domande di pre-screening.

Se si intende visitare più Paesi

Se intende spostarsi tra più Paesi, il viaggiatore dovrà indicare nella domanda il primo Paese che intende visitare: il viaggio dovrà necessariamente iniziare da lì. In seguito, sarà possibile muoversi liberamente nello spazio Schengen per un massimo di 90 giorni consecutivi in un periodo di 180. Chi ha intenzione di rimanere più a lungo o viaggiare per scopi non coperti dall’Etias, come un impiego, dovranno ottenere un visto, come oggi.

Cosa succede dopo aver compilato la domanda

Le informazioni saranno trattate in modo automatico attraverso interrogazioni alle banche dati dell’Unione Europea e dell’Interpol, l’Organizzazione internazionale della polizia criminale, per verificare se vi siano motivi per rifiutare l’autorizzazione ai viaggi. Se non saranno riscontrati motivi per respingere la domanda o elementi che richiedano un’ulteriore analisi, l’autorizzazione ai viaggi sarà rilasciata automaticamente e in poco tempo: è quanto dovrebbe avvenire per la maggioranza delle domande (la stima è del 95%).

In caso contrario, la domanda sarà gestita manualmente dalle autorità competenti. L’unità centrale Etias verificherà la corrispondenza dei dati per i quali è emerso un motivo di rifiuto. Se l’ostacolo è confermato o se persistono dei dubbi, la domanda sarà verificata, sempre manualmente, dall’unità nazionale Etias dello Stato membro competente. L’accettazione o il rifiuto di una domanda su cui è stato riscontrato un impedimento arriverà entro 96 ore dalla presentazione della domanda stessa, o, in caso di richiesta di ulteriori informazioni, entro 96 ore dal ricevimento di tali informazioni aggiuntive.

I controlli prima dell’imbarco e l’autorizzazione finale

Prima dell’imbarco, le compagnie aeree e marittime dovranno verificare che i cittadini di paesi terzi soggetti all’obbligo dell’autorizzazione ai viaggi siano in possesso di un’autorizzazione ai viaggi valida. Tre anni dopo l’entrata in funzione dell’Etias, l’obbligo sarà esteso anche ai vettori stradali internazionali che effettuano trasporti di gruppo in autobus. L’autorizzazione ai viaggi non conferirà automaticamente un diritto d’ingresso o di soggiorno; sarà la guardia di frontiera a prendere la decisione finale. In caso di arrivi irregolari, è previsto il rimpatrio.

Quando entrerà in vigore l’Etias

Le procedure per l’avvio del sistema di autorizzazione Etias sono state avviate nel 2016 e il relativo Regolamento (EU 1240/2018) è del 2018. Il sistema non dovrebbe entrare in vigore fino al 2022.

Durata dell’autorizzazione

L’autorizzazione Etias sarà valida per tre anni dalla data di rilascio.

Ulteriori informazioni

Per avere ulteriori informazioni sulla’autorizzazione Etias, consultare le Faq sul sito dell’Unione Europea. Per approfondire cos’è l’area Schengen e come viaggiare al suo interno, visitare il sito dedicato.

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.
I cookie necessari contribuiscono a rendere fruibile il sito web abilitandone funzionalità di base quali la navigazione sulle pagine e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non è in grado di funzionare correttamente senza questi cookie.

Nome Fornitore Scopo Scadenza Tipo
rc::a Google Questo cookie è usato per distinguere tra umani e robot. Questo è utile per il sito web, al fine di rendere validi rapporti sull'uso del sito. Persistent HTML
rc::c Google Questo cookie è usato per distinguere tra umani e robot. Session HTML
cookiepolicy Travelforbusiness Memorizza lo stato del consenso ai cookie dell'utente per il dominio corrente 1 anno HTTP
login_referer Travelforbusiness Memorizza l'ultima pagina visitata per reindirizzare l'utente dopo il login 24 ore HTTP
elementor Travelforbusiness Utilizzato nell'ambito del tema WordPress del sito web. Il cookie consente al proprietario del sito di implementare o modificare il contenuto del sito in tempo reale. Persistent HTML
wordpress_test_cookie Travelforbusiness Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Session HTTP
pvc_visits[0] Travelforbusiness Questo cookie viene utilizzato per contare quante volte un sito è stato visto da diversi visitatori; a tale fine viene assegnato al visitatore un numero identificativo casuale, che consente al visitatore di non essere conteggiato due volte. 1 giorno HTTP
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

Nome Fornitore Scopo Scadenza Tipo
_ga Travelforbusiness Registra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet. 2 anni HTTP
_gat Travelforbusiness Utilizzato da Google Analytics per limitare la frequenza delle richieste 1 giorno HTTP
_gid Travelforbusiness Registra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet. 1 giorno HTTP
I cookie di marketing vengono utilizzati per tracciare i visitatori sui siti web. La finalità è quella di presentare annunci pubblicitari che siano rilevanti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi di maggior valore per editori e inserzionisti di terze parti.

Nome Fornitore Scopo Scadenza Tipo
IDE Google Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. 1 anno HTTP
test_cookie Google Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. 1 giorno HTTP
VISITOR_INFO1_LIVE YouTube Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. 179 giorni HTTP
YSC YouTube Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Session HTTP
yt.innertube::nextId YouTube Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Persistent HTML
yt.innertube::requests YouTube Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Persistent HTML
yt-remote-cast-installed YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
yt-remote-connected-devices YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Persistent HTML
yt-remote-device-id YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Persistent HTML
yt-remote-fast-check-period YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
yt-remote-session-app YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
yt-remote-session-name YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul suo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie abbiamo bisogno del suo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono collocate da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

In qualsiasi momento è possibile modificare o revocare il proprio consenso dalla Dichiarazione dei cookie sul nostro sito Web.

Scopra di più su chi siamo, come può contattarci e come trattiamo i dati personali nella nostra Informativa sulla privacy.

Specifica l’ID del tuo consenso e la data di quando ci hai contattati per quanto riguarda il tuo consenso.
logo
Cookie

Travel for business