Travel Risk Management

Quali fattori rendono il terrorismo un rischio per i trasfertisti?

Come è già stato per i più noti fatti di Parigi del 13 Novembre 2015 che hanno registrato 137 vittime, anche i recenti attacchi hanno giocato su alcuni punti chiave del terrorismo: il teatro urbano, la casualità delle vittime, l’economicità delle azioni. L’insieme di questi fattori determinano, perciò, un rischio assolutamente concreto per i dipendenti in trasferta di diventare vittime di tali episodi e, di rimando, per la business continuity aziendale. Il Covid-19 aggiunge ulteriore campanello d’allarme avvicinando il mondo del lavoro con l’evoluzione degli attacchi diventati rozzi e imprevedibili. Se per i minori la responsabilità ricade sui genitori, la disciplina italiana prevede che la responsabilità dei dipendenti in trasferta spetti al Datore di Lavoro. Una responsabilità prevista d...[Read More]

La vostra Travel Risk Policy in 10 passi

Preparare il personale viaggiante è al centro delle politiche di duty of care di ogni azienda. Ecco perché una travel risk policy adeguata è un requisito fondamentale dal quale è difficile prescindere. Sappiamo che la politica sui rischi di viaggio è uno degli obiettivi messi in primo piano dalle organizzazioni: lo ha detto anche la recente indagine realizzata da Travel for business e AITMM sul ruolo del Travel Manager dove si registra una crescente attenzione (più 10 punti percentuali) rispetto lo scorso anno. Ma quante sono le aziende in Italia che hanno già adottato una Travel Risk Policy? Salvo poche eccezioni, il processo di valutazione dei potenziali rischi per assicurare che i dipendenti viaggiatori non subiscano incidenti, danni mentali e fisici è ancora poco applicato, così come i...[Read More]

Non viaggio e quindi non corro rischi? È davvero questa la soluzione?

Esattamente un anno fa avevamo tante preoccupazioni, dubbi, o magari perplessità, ma sicuramente non ci eravamo mai trovati di fronte ai problemi che abbiamo attualmente durante il COVID. I viaggi sono infatti tra le cose che nella percezione delle persone sta mutando maggiormente. Oggigiorno, il viaggiatore si porta dietro il suo bagaglio con un carico di preoccupazioni, ma soprattutto ansie. Con il tema delle malattie, dello stress, del tema reputazionale, dei rischi fiscali e normativi, e così come vengono raccolte e custodite le informazioni durante i viaggi, sta infatti diventando sempre più complicato poterne organizzare uno, soprattutto se di lavoro. Credo che ogni azienda, lavoratore e famiglia in questo periodo si trovi spesso davanti alle stesse domande: È davvero sicuro viaggiar...[Read More]

Standard di sicurezza, pulizia e filtri HEPA. Cosa fanno i vettori aerei

Sono diverse le compagnie aeree che hanno annunciato programmi  finalizzati a contrastare la diffusione del COVID-19. Le misure vanno da iniziative di pulizia e igiene sui velivoli, negli aeroporti e lounge, a quelle per garantire maggiore benessere e sicurezza ai passeggeri, e naturalmente ai propri dipendenti. “Vogliamo rassicurare i nostri passeggeri e i nostri dipendenti e ANA sta prendendo ogni precauzione per offrire un’esperienza di viaggio pulita, sicura e confortevole“, ha dichiarato Yuji Hirako, Presidente e CEO di ANA. “Nel momento in cui verranno prese in considerazione nuove misure di pulizia e sanificazione specifiche dal nostro settore, dal governo o dagli aeroporti, ne valuteremo la possibile implementazione“. L’esperienza ANA insegna: il...[Read More]

Riapertura hotel: igiene e sicurezza al primo posto con la certificazione CovidClean

Grazie alla partnership tra Safehotels e PTG, ora anche gli hotel italiani beneficiano di CovidClean, la certificazione di conformità alle misure igienico-sanitarie per contrastare il Covid-19.  E’ tempo di ripartenza. Le restrizioni per contenere la diffusione del virus sono state allentate, ma, come sappiamo, il periodo di “nuova normalità” che stiamo attraversando richiede, per tutte le attività, un aumento del livello degli standard di pulizia e igiene e il rispetto del distanziamento sociale. Il settore alberghiero è uno dei più colpiti dall’emergenza Coronavirus, con una paralisi quasi totale delle attività. E’ un momento particolarmente delicato per le strutture ricettive: è fondamentale implementare misure chiare ed efficaci, garantendo qualità e sicurezza. Per essere preparati a r...[Read More]

Le nuove linee guida della OMS per gli alberghi, alloggi – strutture ricettive

L’organizzazione mondiale della sanità ha pubblicato un  importante documento  indirizzato alle strutture ricettive come hotel e simili, stabilimenti,  alloggi di breve durata e campeggi. Le misure proposte dal World Health Organization – www.who.int  – sono indicazioni che potranno essere riviste e adattate al contesto locale, alle politiche di sicurezza e salute sul lavoro, e alle normative vigenti in ogni paese, ma con l’obiettivo di prevenire e gestire efficacemente i casi e mitigare l’impatto del Covid-19. Le misure di prevenzione includono procedure di pulizia ed igiene, distanziamento sociale, gestione delle risorse interne ed esterne, gestione di registrazione delle procedure eseguite e un piano di formazione adeguato. Fase di accoglienza Il personale ...[Read More]

Corso Online: Viaggiare sicuri e consapevoli: business travel – security awareness

Viaggiare sicuri e consapevoli: business travel – security awareness Il Corso Online (registrazione webinar) vuole delineare quali sono le azioni principali sulla sicurezza dei viaggi d’affari, fornendo contenuti utili per i Travel Manager e gli Esperti della sicurezza e benessere aziendale. Il Corso Online – registrazione Webinar  – fornirà interessanti elementi così suddivisi: 1. Introduzione al tema del Travel Risk Management 2. Preparazione al viaggio 3. In viaggio 4. “Travel Wise” 5. Hotel e strutture per riunioni 6. Comunicazioni e sorveglianza 7. Emergenze ed eventi traumatici 8. Liste di controllo e moduli Docente Mark Lowe  – Member of Advisory Board at Pyramid Temi Group, Director at OICE, Risk Manager and Editorialist. Il Webinar è reali...[Read More]

Le opportunità del telelavoro: ma attenzione ai rischi, anche informatici

In questi giorni molti sono a casa, sebbene si continui a lavorare in modalità agile con le forme di telelavoro o smart working. Stiamo sperimentando le difficoltà della convivenza in famiglia, soprattutto quando ci sono figli e le continue (e giustificate) richieste di attenzione rendono difficile concentrarsi. Il disagio è poi accentuato dai diversi rumori a cui dobbiamo abituarci e che accompagnano la nostra giornata: dalla lavatrice o lavastoviglie, dal tono alto dei vicini, magari anche dal volume un po’ elevato della loro televisione, per non parlare di quei semplici “attrezzi” come la stampante, lo scanner o la fotocopiatrice che in ufficio usiamo regolarmente e adesso ci mancano terribilmente. Un tavolo della cucina ormai diventato troppo stretto, condiviso tra i libri di storia e ...[Read More]

Business Travel continuity. I suggerimenti dell’esperto su Coronavirus

Il Covid-19 (Coronavirus) ha ora raggiunto l’Italia, incrementando il rischio di diffusione del virus in tutta Europa. Nonostante la polmonite e la comune influenza uccidano migliaia di persone ogni anno, la natura sconosciuta e l’apparente esoticità del nuovo virus stanno creando panico assoluto tra i cittadini italiani. Tra questi, numerosi sono dipendenti di aziende. Generalmente, quando le persone temono per la propria salute accadono due cose: o il lavoro viene messo in secondo piano con la scelta di rimanere a casa, oppure i dipendenti si rivolgono alla propria azienda per richiedere supporto e consigli. L’importanza di un Travel Business Continuity In un caso come questo, man mano che il virus si diffonde, i dipendenti iniziano a manifestare ansia per il lavoro, no...[Read More]

Task Force dei Travel Manager italiani su Coronavirus

È partita venerdì nel tardo pomeriggio una straordinaria task force dei travel manager italiani per delineare possibili linee guida per la gestione delle trasferte aziendali a seguito dell’emergenza Coronavirus -COVID-19 che ha colpito anche l’Italia. Oltre 50 Travel Manager della nostra community di Travel for business e associati AITMM sono stati interpellati per  comprendere quali erano le azioni che erano state messe in campo, quali attivare e quali mettere a fattor comune per la  gestione  della salute e sicurezza del personale viaggiante. Con l’obiettivo di assicurare l’incolumità di tutti i dipendenti, salvaguardare il business dell’azienda, la continuità lavorativa e il benessere di tutto il personale, con particolare riferimento ai viaggiatori d’affari, già...[Read More]

Novel Coronavirus (2019-nCoV) Special Report by PTG e osservazioni ASTOI

Lo special report di PTG, messo a disposizione della Community di Travel for business, offre un aggiornamento ad oggi del Novel Coronavirus. Qui di seguito vi indichiamo alcuni punti essenziali, invitando i membri a scaricare il report completo al fondo dell’articolo. Le autorità sanitarie cinesi hanno confermato, il 21 gennaio, che il virus, la cui origine animale è la più probabile, può essere trasmesso da uomo a uomo, accrescendo la paura di una pandemia. La migrazione di massa di persone in Cina durante le festività del capodanno lunare a fine gennaio ha permesso al virus di diffondersi rapidamente sia all’interno che all’esterno dei confini del Paese, con migliaia di nuovi casi segnalati nel giro di poche settimane. Il 30 gennaio 2020 l’OMS ha dichiarato “...[Read More]

Virus “Wuhan coronavirus”: consigli degli esperti per i viaggiatori d’affari

Gli esperti di  PTG – Pyramid Temi Group, società consolidata di servizi di Sicurezza per i lavoratori in trasferta all’estero, suggeriscono alla Community di Travel for business quanto segue: Che cosa è il Novel coronavirus? Il Novel coronavirus (2019-nCoV) noto anche come “Wuhan coronavirus” è una malattia virale, nuova per l’uomo, che colpisce il sistema respiratorio, simile alla sindrome acuta respiratoria grave (SARS) e alla sindrome respiratoria del Medio Oriente Coronavirus (MERS-CoV ), malattia infettiva identificata per la prima volta nel 2012, in Arabia Saudita. I pazienti contagiati dal 2019-nCov hanno sviluppato gravi difficoltà respiratorie con sintomi di febbre e tosse. Le persone colpite dal virus possono anche presentare sintomi gastrointestinali tra cui d...[Read More]

  • 1
  • 2
  • 6