Travel Risk Management

Quando i viaggiatori d’affari si sentono insicuri

A poche settimane dalla pubblicazione del nostro ultimo magazine dedicato al Business Travel Diversity, leggiamo una interessante indagine realizzata da SAP Concur e Wakefield Research che descrive le principali preoccupazioni tra i viaggiatori d’affari, tra cui la sicurezza personale e le molestie femminili e LGBTQ+, nonché le frustrazioni dei dipendenti per le aziende che non sfruttano a pieno le tecnologie e le travel risk policy. Sessismo e violenze durante i viaggi di lavoro delle donne manager Su un campione di 7.850 viaggiatori in 19 mercati globali è emerso che più di tre donne d’affari su quattro hanno subito molestie durante una trasferta di lavoro e più di una su due cambia i propri piani a causa di problemi di sicurezza. In particolare alle donne viene chiesto se vi...[Read More]

10 fattori di rischio per chi viaggia nel 2020

Secondo il parere degli esperti e del recente sondaggio “Business Resilience Trend Watch“, in collaborazione con Ipsos MORI su un campione di oltre 1300 rappresentanti del mondo business travel, International SOS ha costituito un “Travel Management Council (TRM)” grazie al quale è stata stilata una lista dei 10 principali fattori di rischio previsti per il 2020: I rischi da cambiamenti geopolitici saranno la sfida principale per le imprese I problemi di salute mentale aumenteranno d’importanza La salute fisica sarà sempre più al centro dell’attenzione delle imprese La criminalità informatica probabilmente aumenterà e rappresenterà sempre più un rischio per la sicurezza I cambiamenti climatici aggraveranno il verificarsi di problematiche ambientali L’insorgenza di ma...[Read More]

Rischio salute e sicurezza dei viaggiatori nel settore petrolchimico e gas delle aziende mondiali

Una recente indagine indipendente di CWT – condotta attraverso oilandgaspeople.com, una bacheca virtuale per la domanda e l’offerta di lavoro e le notizie dedicata all’industria petrolifera e del gas con oltre tre milioni di iscritti-, ha rilevato come solamente il 52% dei dirigenti appartenenti alla C-suite e senior sia in grado di affermare che presso le proprie aziende siano attivi programmi per la salute e la sicurezza dei viaggiatori. Inoltre, soltanto il 32% dichiara che le stesse misurano e redigono report sull’impatto del benessere dei dipendenti in trasferta. Il quadro emerge dal rapporto annuale di CWT ERM 2020 Vision: uno sguardo ravvicinato sul benessere dei dipendenti in viaggio, pubblicato oggi. La ricerca ERM di quest’anno è la prima a puntare i riflettori in particola...[Read More]

Quanto conta la Travel Diversity nel Travel Risk Management?

Un panel di esperti del settore business travel, e non solo, all’annuale evento ACTE in Italia, dove ho avuto il piacere di introdurre i lavori dedicati al Travel Risk Management. Partiamo da qui: Le politiche di Duty of care, che erano presenti fino a qualche anno fa principalmente nelle grandi organizzazioni e in particolar modo in quelle dedicate ai settori dell’energia, dei trasporti marittimi o in realtà multinazionali che dovevano far viaggiare i propri dipendenti in paesi a “rischio”, è oggi argomento di discussione anche per le medie e imprese italiane. La dimensione dell’azienda, quindi, non è più un requisito di qualificazione del “duty of care”, ma una necessità (e un dovere) imprescindibile. Ma quali sono le aree di possibile rischio nel business travel? Ho presentato una...[Read More]

Duty of Care nel Travel Management, come realizzare una Travel Security Policy (seconda puntata)

Ci eravamo lasciati a maggio con la prima parte di un articolo che voleva idealmente avvicinare e mettere a sistema il mondo del Travel Management a quello della Security Aziendale…..Ed è già stato tempo di partire e tornare dalle Vacanze. Dobbiamo quindi per forza ripartire dai viaggi: milioni di viaggiatori hanno lasciato e lasceranno (non solo per turismo) le loro case…,  hanno viaggiato, viaggeranno e torneranno senza problemi. Come già scrivevo a maggio, viaggiare all’estero non è mai stato più sicuro di quanto lo sia oggi. Tuttavia… anche se quasi tutti sono rientrati senza problemi, una piccola parte di loro può aver affrontato situazioni di pericolo anche grave dovuto ad incidenti di Safety o di Security. Nella prima parte di questo articolo ricordavo che i più fr...[Read More]

Quando e come garantire la sicurezza dei viaggi di lavoro quando il traveller è LGBTQ+

Se la sicurezza è una priorità assoluta per ogni viaggiatore, va da sé che il duty of care dovrebbe applicarsi a tutti i dipendenti quando viaggiano per lavoro. Fatta questa doverosa premessa, ci chiediamo se possiamo classificare i viaggiatori d’affari tutti nello stesso modo. Chi si muove per una trasferta all’estero ha necessità diverse per quanto concerne la sicurezza? E se sì quali possono essere i rischi per un viaggiatore LGBTQ? Lo abbiamo chiesto a Daniela Valenti, Global Project Manager di Pyramid Temi Group, società di servizi di Travel Risk Management e Corporate Intelligence. “Nel complesso, viaggiare come viaggiatore LGBTQ+ non è molto diverso da qualunque altro viaggiatore. Tuttavia, i viaggiatori LGBTQ+ si trovano spesso di fronte a una moltitudine di problemi di sicurezza e...[Read More]

App gratuita per la sicurezza dei viaggiatori d’affari

L’Unità di Crisi della Farnesina ha sviluppato una nuova APP gratuita per i dispositivi smartphone e tablet che integra tutti i servizi di ViaggiareSicuri.it e di DovesiamonelMondo.it La nuova APP si avvale di avanzate risorse di mappatura globale ed offre agli utenti in viaggio all’estero la possibilità di geolocalizzarsi per ricevere notifiche. L’APP dell’Unità di Crisi – Farnesina nasce dalla collaborazione tra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e l’agenzia di comunicazione Pixell, e la nuova versione è realizzata per i sistemi operativi Android, iOS e Windows Phone. Una soluzione ideale per i viaggiatori d’affari che desiderano registrare i propri dati personali e quelli relativi al proprio viaggio di lavoro per consentire all’U...[Read More]

Travel Security Management – prima parte

Colui che conosce solo il proprio lato della questione, ne conosce ben poco. (John Stuart Mill) Parte Prima del mio racconto sulla gestione della sicurezza per i viaggi di lavoro: Travel Security Management Ogni anno milioni di viaggi di lavoro vengono organizzati: turisti e viaggiatori d’affari lasciano le loro case ed i loro abituali luoghi di lavoro, viaggiano e ritornano a casa, senza incidenti. In generale si può dire con certezza che viaggiare in paesi stranieri non è mai stato più sicuro di oggi. Tuttavia, anche se milioni di viaggiatori rientrano senza incontrare problemi, una piccola percentuale di questi si trova a fronteggiare situazioni di pericolo dovute a gravi situazioni di Safety o di Security. Security e Safety non sono che le due facce della stessa moneta: se durante un v...[Read More]

Stanchezza alla guida. Consigli per i viaggiatori

La sonnolenza diminuisce le capacità di guida. Un recente sondaggio ha indicato che la stanchezza è uno dei motivi principali che causa incidenti e, sempre secondo il sondaggio, il 60% degli intervistati ha affermato di essersi messo alla guida della vettura almeno una volta in condizioni di stanchezza. I rischi legati ad un colpo di sonno, sono troppo spesso sottovalutati ed è opportuno saperli prevenire programmando bene gli spostamenti e la propria forza fisica e mentale. Asaps ha predisposto una guida interessante “LA FATICA DI GUIDARE:consigli pratici per guidare in sicurezza” che offre suggerimenti preziosi. La guida esplora per ogni fase del viaggio (pre viaggio, in viaggio, e post viaggio) i comportamenti più corretti che un guidatore dovrebbe avere. Si parte dal saper ...[Read More]

Livelli allarmanti di inquinamento atmosferico in metà delle 100 città dei viaggi d’affari più visitate

Un nuovo studio condotto da BCD Travel mostra che metà delle destinazioni dei viaggi d’affari più visitate in tutto il mondo presenta livelli pericolosi di inquinamento atmosferico. Il report vuole mettere in guardia i travel manager sui rischi dell’ inquinamento atmosferico per i loro viaggiatori d’affari, suggerendo di includere la problematica della qualità dell’aria all’interno della gestione dei travel program e travel policy. Tra le 10 destinazioni più visitate al mondo – principalmente situate in Nord America e in Europa – solo tre città hanno aria pulita: San Francisco, New York e Philadelphia; sei città hanno un inquinamento atmosferico moderato, di cui Berlino è la più alta. Shanghai, l’unica città asiatica tra le prime 10, ha un li...[Read More]

“Sotto sequestro” durante un viaggio di lavoro. Cosa dicono gli esperti del Travel Risk Management

Le aziende italiane sono preparate nell’eventualità che un loro dipendente venga sequestrato? Si tratta davvero di una possibilità così remota? A quali professionalità si possono rivolgere? Queste sono state le domande alle quali abbiamo cercato di dare risposta nel magazine n°6 di Travel for business, grazie all’aiuto dell’esperto in sicurezza Mark Lowe, membro dell’advisory board di Pyramid Temi Group. Parlare di sequestri non è mai una cosa facile. E se ne si parla nell’ambito dei viaggi di lavoro l’argomento può diventare di più complessa gestione di quello che si potrebbe immaginare. Eppure, l’approccio iniziale della maggior parte delle aziende è quello di considerare un sequestro come qualcosa che non potrà accadere ai propri dipendenti, una convinzione basata purt...[Read More]

Come identificare i rischi per i dipendenti in viaggio. L’evento sul Travel Risk Management per i Travel Manager

A Padova, lo scorso 12 marzo 2019, si è tenuto il primo evento Regional della Associazione Italiana Travel e Mobility Manager. Un evento a cui Travel for business ha partecipato con il doppio ruolo di Media Partner e Project Support, per dare vita ad un confronto su uno dei temi più attuali nel mondo corporate: Il Travel Risk Management. Con Daniela Berdin, Referente Regional dell’area Triveneto di AITMM e Travel Manager di Askoll, abbiamo voluto da subito costruire un evento per i Corporate Travel Manager, dove l’informazione si trasformasse in un vero e proprio aggiornamento professionale. La stessa filosofia di AITMM, che nasce appunto come punto di confronto e crescita per chi si occupa di viaggi e mobilità aziendale e che punta soprattutto sulla valorizzazione di questa im...[Read More]

  • 1
  • 2
  • 5