5 G e Mobilità, quali opportunità per i Mobility Manager

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Nella nuova video intervista, per la rubrica The Mobility Talk, Antonello Angeleri, Segretario generale ANFoV.

A lui abbiamo chiesto quanto è veloce il 5G e quali sono le differenze tra i sistemi che si sono succeduti nel tempo e negli ultimi 40 anni.

Angeleri ci ha raccontato che si tratta di una autentica rivoluzione. E per la mobilità la nuova tecnologia offrirà grandi opportunità, in particolare per la guida autonoma, e non solo.

L’Italia è pronta ad accogliere il 5G?

Angeleri si sofferma sull’indice europeo che mette l’Italia al fondo della lista. “Sarà importante il processo di crescita della connessione, della connettività”. Oggi si parla molto di smart city ma questo nasconde un divario digitale importante. “Si pensi ad alcune aree dove invece non arriva neanche il segnale televisivo o dove non è possibile mandare un SMS” ha ribadito Angeleri. “In Italia abbiamo un Paese a due velocità, dove non c’è un uguale tasso di democrazia”.

“Con la nuova tecnologia ci saranno realtà che potranno lavorare in smart working, in Dad, e altre dove si avrà bisogno di continuare a spostarci. La tecnologia 5G aiuterà ad annullare la digital divide che nel nostro Paese è ancora presente”

5G e Mobility Manager

“Il mobility manager sarà sempre più impegnato a regolare lo smart working”, incalza Ivano Gallino, esperto e formatore di mobility management. “Nelle aziende il 5G aumenterà la possibilità di avere soluzioni di mobilità e servizi pubblici completamente automatizzati”

Oggi le esperienze parlano di Milano con autobus a guida autonoma, ma anche di città come Perugia, città di studenti, che sta sperimentando queste soluzioni.

Infrastruttura digitale

L’infrastruttura digitale del 5G sarà in grado di efficientare la mobilità e tutti gli spostamenti, grazie allo scambio di informazioni, per regolamentare i flussi di traffico. Ad esempio, con le onde verdi dei semafori, con l’introduzione della MAaS si permetterà alle persone di prendere il proprio posto nella multi modalità su servizi e, cosa più importante, evitare gli assembramenti.

La versatilità del 5G

L’efficienza del 5G sarà legata anche all’applicazione della Intelligenza Artificiale AI, capace di utilizzare enormi quantità di dati in maniera estremamente veloce. La connessione della viabilità o con le autovetture che si ha di fianco, avanti o indietro potrà essere possibile solo grazie al 5G e alla comprensione dell’importanza della connettività veloce senza interruzioni.

Scelte strategiche

“La presentazione del PNRR evidenzia la scelta precisa e strategica dell’Italia su questo fronte. Si tratta di un investimento di 100 miliardi di euro, che è quasi il 50% del documento presentato”. Ha affermato Angeleri. Sarà fondamentale il ruolo di tutte le associazioni, ancor di più quelle per la mobilità, perchè possano accompagnare il governo sulle corrette scelte. E in particolare perchè queste scelte siano fatte in tempi veloci, per recuperare quel Gap in cui l’Italia si trova.

“Un grande lavoro di collaborazione à l’unica soluzione per portare a casa dei risultati concreti”, ha concluso Angeleri.

Guarda tutta la video intervista!

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ULTIMI ARTICOLI

PROSSIMI CORSI

DI COSA PARLIAMO

Attività della community

Travel for business