Share This Post

Business destinations

Differenza tra province e territori canadesi

Lo stato federale del Canada è suddiviso in tredici unità territoriali di primo livello. Dieci di queste sono chiamate province, le rimanenti prendono il nome di territori. Geograficamente è facile individuarle: le province occupano la parte meridionale, mentre i territori sono sparsi nelle regioni fredde bagnate dall’Artico.

Vediamo quali sono i principali tratti distintivi di queste due realtà amminisrative.

Province e territori in Canada: differenze costituzionali

Tra province e territori in Canada sussiste innanzitutto una chiara distizione funzionale.

Mentre le province esercitano di diritto poteri costituzionali, per i territori sussistono poteri delegati e sottostanti l’autorità del Parlamento del Canada.

Questa discrepanza ha una motivazione storica. Il nord, infatti, è stato da sempre in gran parte governato da ufficiali federali. Ma è comunque nel corso degli ultimi quarant’anni che si sono attuali i maggiori cambiamenti.

Gli statuti federali hanno stabilito un’assemblea legislativa e un consiglio esecutivo per ciascun territorio. I poteri delle province, poi, sono stati convertiti sempre di più in governi territoriali da parte del Governo del Canada. Questo processo è noto come devolution e garantisce una maggiore facoltà decisionale a livello locale.

Per via delle loro realtà economiche, sociali e demografiche, collegate alla situazione geografica, una parte significatica delle risorse finanziarie dei territori arriva dal governo federale mediante un programma di trasferimento chiamato formula di finanziamento territoriale. Un tipo di fondo che dà ai residenti dei territori l’accesso a una vasta gamma di servizi pubblici comparabili con quelli offerti dai governi provinciali.

Il contesto storico che ha portato alla creazione di province e territori

Dopo la confederazione del 1867, la compagnia Hudson’s Bay fu concorde nel vendere la terra di Rupert e il territorio nord-occidentale al Canada, nel 1870. La Gran Bretagna cedette al Canada le isole artiche nel 1880.

Questi nuovi territori sarebbero poi stati conosciuti come i territori nordoccidentali.

Non avevano né un’assemblea legislativa né un governo eletto, ed erano direttamente amministrati dal governo federale.

Nel corso degli anni, una parte dei territori nordoccidentali diventò provincia – come Manitoba nel 1871, Alberta e Saskatchewan nel 1905 – o venne progressivamente integrata in province già esistenti. Per citarne due, Ontario e Québec.

Infine, nel 1898, seguendo la “febbre dell’oro”, allo Yukon fu concessa un’amministrazione territoriale separata.

E anche Nunavut, nel 1999, la cui popolazione è composta per più dell’80% da Inuit, diventò un territorio separato con una propria amministrazione.


Share This Post

Manuela Marascio
Sono una giovane laureata in Lettere, aspirante giornalista e viaggiatrice, amante di tutto ciò che mi dà nutrimento stimolando la mia curiosità: che siano i romanzi, l'arte, il cinema o la buona musica, ho sempre bisogno di arricchire il mio animo di nuove suggestioni. Amo scrivere e trarre ispirazione dai posti nuovi in cui capito: sogno il mio futuro come un moto perpetuo in giro per il mondo, da vivere, condividere, raccontare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>