Share This Post

Travel tips

Visitare il Canada per lavoro: di cosa ha bisogno il business visitor

Se state organizzando il vostro prossimo viaggio per affari in Canada, è bene accertarsi, prima di partire, di avere tutte le carte in regola. Un soggiorno in territorio canadese è sempre oggetto di controlli e verifiche da parte delle autorità.

Sono considerati business visitors in Canada tutti coloro che cercano nuovi modi per incrementare il proprio business, instaurando relazioni commerciali.

Cosa occorre per viaggiare in Canada come business visitor?

Innanzitutto, non si può visitare il Canada senza una eTA (autorizzazione elettronica di viaggio) o un visto.

Per quanto riguarda l’eTA, questa va richiesta nel momento in cui si procede alla pianificazione del viaggio. Conviene non aspettare l’ultimo momento, considerando i tempo burocratici che occorrono. Arrivato il giorno della partenza, è necessario portare con sé il passaporto usato per domandare l’autorizzazione.

Chi invece ricorre al visto, deve corredare la richiesta di particolari documenti, come la lettera d’invito del potenziale business partner canadese, con relativi contatti. Inoltre, sarà indispensabile presentare anche la propria carta d’identità e una certificazione che attesti lo svolgimento dell’attuale lavoro.

I controlli da superare per visitare il Canada

Per soggiornare in Canada temporaneamente, dovrete dimostrare di attenervi a tutte le norme che regolano i visitatori stranieri.

  • Garantire una permanenza inferiore ai sei mesi.
  • Non pianificare l’ingresso del mercato del lavoro canadese.
  • Dimostrare che la propria sede di business è al di fuori del Canada.
  • Supportare scrupolosamente con documentazione la richiesta di ingresso nel Paese.
  • Possedere un valido documento di viaggio, come il passaporto.
  • Mostrare di avere abbastanza denaro sia per la permanenza che per il ritorno in patria.
  • Dimostrare di non essere un criminale o un potenziale rischio per la salute e sicurezza del Canada.

Come muovervi al vostro arrivo in Canada

Una volta atterrati in Canada, sarete accolti da un funzionario dei servizi di frontiera, che lavora per la Canada Border Services Agency (CBSA).

Sarà lui a chiedervi di esibire il vostro documento di viaggio.

Anche se non avete bisogno di una eTA o un visto, il funzionario vi porgerà ugualmente alcune domande. E’ una formalità indispensabile per accertare che il vostro profilo soddisfi i requisiti per l’ingresso nel Paese.

Non sarete ammessi in Canada se darete informazioni false o incomplete.

Sarà importante garantire che avete la ferma intenzione di lasciare il Paese non appena terminato il periodo di permanenza precedentemente accordato.

La durata massima concessa è di sei mesi. In alcuni casi il funzionario può limitare o estendere il periodo per coprire il proposito della vostra visita.

Se non obbedite alle condizioni imposta da eTA o visto, vi verrà chiesto di lasciare il Canada.

La maggior parte delle persone invitate ad abbandonare il Paese ha il diritto a un processo equo per rivedere la decisione.


Share This Post

Manuela Marascio
Sono una giovane laureata in Lettere, aspirante giornalista e viaggiatrice, amante di tutto ciò che mi dà nutrimento stimolando la mia curiosità: che siano i romanzi, l'arte, il cinema o la buona musica, ho sempre bisogno di arricchire il mio animo di nuove suggestioni. Amo scrivere e trarre ispirazione dai posti nuovi in cui capito: sogno il mio futuro come un moto perpetuo in giro per il mondo, da vivere, condividere, raccontare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>