Share This Post

Community story

Competenze e fiducia: i commenti delle Manager Assistant

200 Assistenti di Direzione si riuniranno a Milano venerdì 25 Novembre presso la sede di ABB Italia in occasione della nuova edizione del SecretaryJob. Un appuntamento di formazione e confronto sul ruolo per parlare di “Cambiamento e resilienza”, una delle competenze professionali tra le “soft skills” che consente di lavorare con efficacia in un contesto sempre più dinamico e mutevole.  

Ecco le anticipazioni dei commenti sul ruolo delle Manager Assistant del futuro.

Jessica Alessi fondatrice della community Secretary.it

“Siamo attraversati da un momento in cui i cambiamenti personali e lavorativi impattano in modo sostanziale sulla nostra vita; riflettere su questa competenza è un must per le assistenti di direzione  che potranno cogliere in questa giornata l’opportunità di un’esperienza individuale e collegiale, implementare con fiducia energia positiva e principi di collaborazione, trasformando le competenze in eccellenze e raggiungendo il Ben-Essere professionale”
Matteo Marini – Presidente del Consiglio di Amministrazione ABB S.p.A. Italia

“Il fondamentale ruolo di “filtro” attivo che la Manager Assistant oggi compie, diventa una vera sfida guardando al futuro; la moltiplicazione di forme di contatto diretto verso noi manager (instant messaging, forum sociali, direct mailing, etc.) rende il compito davvero arduo. Le competenze formali poi non saranno più sufficienti, sarà necessario comprendere a fondo i megatrends cui andiamo incontro, il contesto nel quale l’azienda si muove, i vari stakeholders, tutti elementi necessari per qualificare urgenza ed importanza delle richieste esterne di contatto. Una cosa non cambierà però: il rapporto di totale fiducia e lealtà con il capo. Affidare la propria agenda, i propri contatti, la pianificazione della giornata e la scelta congiunta delle priorità non può essere un atto casuale; è la conseguenza del riconoscimento delle capacità professionali della vera Manager Assistant, il segno tangibile di essere un team, anche se a due”.

Loredana Negroni – Executive Assistant AD e Presidente ABB S.p.A. Italia

“Nel corso della mia lunga esperienza professionale, a seguito della crescente complessità organizzativa e delle mutate esigenze aziendali, il mio ruolo è fortemente cambiato, passando da funzioni più di tipo operativo ad un crescente affiancamento del management. Il ruolo della moderna Assistente richiede spiccate doti organizzative e di relazione a tutti i livelli. La PA o EA funge da “punto di collegamento” tra la struttura aziendale ed il management, che necessita di una persona preparata, dotata di spirito di iniziativa, con spiccate capacità organizzative e relazionali, per gestire efficacemente non solo la propria attività, ma soprattutto i rapporti e le relazioni con i diversi stakeholder interni ed esterni all’Azienda. La moderna Assistente è la diretta Business Partner del Manager”

Enrico Pedretti, direttore marketing di Manageritalia

“E’ fondamentale passare dalla “gelosia” alla  condivisione di informazioni, conoscenza e quindi ad una collaborazione vera. E soprattutto imparare ad imparare, perché oggi gran parte delle nostre conoscenze e competenze diventano obsolete in pochi mesi e non in decenni. Se lo capiamo e agiamo di conseguenza, insieme a chi lavora con noi, sarà facile vedere che il nostro lavoro avrà anche maggior “senso” e sarà pure più “divertente”, oltre che produttivo. Tutti i lavoratori devono farlo, manager e assistant come promotori. 

Antonio De Carolis, Presidente CDVM – Club Dirigenti Vendite e Marketing c/o Unione Industriale di Torino

Perché siamo tutti parte di uno stesso universo: l’Azienda, quindi parliamo la stessa lingua e condividiamo gli stessi problemi” .

secretaryjob-copertina-travel-for-businessAppuntamento al prossimo 25 novembre per conoscere l’esperienza di ABB Italia e del lavoro che cambia, quella di coach internazionali che parleranno di eccellenza organizzativa e public speaking (Phil Taylor e Laura Belgrado), di Associazioni manageriali che testimonieranno come le aziende più floride sono quelle che investono in cultura e nel cambiamento.     

Per maggiori informazioni clicca qui

 


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>