I viaggiatori non sono mai stati così potenti come oggi

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Le nuove soluzioni self-service vanno dal check-in mobile al drop-off, self-boarding e automated border control. Ognuno dei nuovi strumenti tecnologici controlla e facilita l’esperienza di viaggio e permette un accesso alle informazioni che un viaggiatore per lavoro o per piacere desidera in ogni momento della sua trasferta.
Questo è quanto ha affermato Pierre Charbonneau, IATA Director Passenger and Facilitation nella presentazione dei risultati del Global Passenger Survey (GPS) 2017, che ha rivelato che i passeggeri si aspettano che la tecnologia fornisca loro un controllo più personale sulla esperienza di viaggio.

Il sondaggio ha rilevato che il 72% dei passeggeri preferisce il self-board, con un aumento del 2% rispetto al 2016. Fornire più informazioni in tempo reale è stato inoltre identificato dal 63% dei passeggeri come la chiave per migliorare la loro esperienza durante il viaggio.Inoltre, questi sono molto più informati rispetto il passato, e pretendono di controllare lo stato del proprio volo e conoscere i tempi di attesa per la sicurezza e controllo doganale.

Il viaggiatore vuole il controllo

In pratica i viaggiatori vogliono essere in grado di svolgere autonomamente tutti i processi aeroportuali,  e grazie ai sistemi GPS  il 68% degli intervistati desidera auto-taggare i propri bagagli con le etichette elettroniche dei bagagli . Anche in tema di utilizzo dei sistemi di dispositivo, i viaggiatori hanno dichiarato che preferiscono (il 47%) utilizzare i propri dispositivi – BYOD (Bring Your Own Device) – per accedere alle opzioni di intrattenimento in volo.

Per soddisfare i viaggiatori, gli aeroporti e le compagnie aeree dovranno collaborare per fornire ai passeggeri servizi mobili di facile utilizzo, opzioni self-service e controlli di sicurezza one-stop per assicurarsi che soddisfino questa richiesta.

Il IATA Global Passenger Survey (GPS ) ha analizzato i commenti dei passeggeri di oltre 152 paesi in tutte le regioni del mondo.

 

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.