Rimborso chilometrico e fringe benefit: le nuove tabelle Aci per il 2021

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Rimborso chilometrico e fringe benefit: le nuove tabelle Aci per il 2021

Nella Gazzetta Ufficiale numero 317 del 22 dicembre 2020, all’interno del supplemento ordinario numero 42, l’Agenzia delle Entrate ha diffuso le nuove tabelle elaborate da Automobile Club d’Italia per calcolare i costi chilometrici previsti per auto e moto riguardo ai mezzi assegnati a uso promiscuo ai dipendenti (fringe benefit). Ecco allora cosa prevede il rimborso chilometrico ACI 2021

Le tabelle elaborate dall’ACI e dall’Agenzia delle Entrate vengono pubblicate in Gazzetta Ufficiale ogni anno, entro il 31 dicembre, e costituiscono il riferimento necessario e assoluto per il calcolo dell’importo dei rimborsi chilometrici da erogare ai lavoratori dipendenti per i veicoli concessi in uso promiscuo da parte delle aziende.

Cosa sono i rimborsi chilometrici

Prima di parlare di tabelle e numeri, partiamo dal principio: cosa sono i rimborsi chilometrici? Il rimborso chilometrico consiste nell’indennità riconosciuta dal datore di lavoro a un dipendente che, per ragioni di lavoro, debba recarsi in luogo diverso dalla sede abituale stabilita dal contratto; in altre parole è un’indennità prevista per il dipendente utilizzi un veicolo per svolgere una trasferta lavorativa. Inoltre, l’indennità di rimborso chilometrico può essere richiesta non solo dal dipendente, ma anche dai soci, collaboratori e dal personale esterno all’ azienda.

Per stabilire l’ammontare del rimborso si considerano alcuni aspetti fondamentali come il numero di chilometri percorsi dal lavoratore, il tipo di carburante, la tassazione e la deducibilità delle spese, il tipo di veicolo utilizzato, la proprietà del veicolo e le regole in vigore previste dal comune nel quale avviene la trasferta. La definizione di questi elementi è fondamentale ai fini del calcolo del costo chilometrico, e quindi del rimborso. 

Stabilito ciò, il successivo parametro da considerare per effettuare la richiesta è la proprietà del veicolo. Se il mezzo utilizzato durante un viaggio di lavoro è aziendale, i costi sono gestiti dalla società, se invece il veicolo è di proprietà del dipendente o preso a noleggio, il lavoratore ha diritto al rimborso. Solitamente, nell’ammontare del rimborso chilometrico, oltre al calcolo consumi auto vengono considerate anche spese una tantum come i costi del pedaggio e dell’eventuale parcheggio.

Calcolo rimborso chilometrico per uso promiscuo e fringe benefit

Oltre alla concessione di un’auto da parte del datore di lavoro per finalità esclusivamente aziendali, è previsto l'”uso promiscuo“. In questo caso, cioè quello in cui il dipendente può usufruire del mezzo per scopi sia lavorativi che privati, le spese vengono qualificate come compensi in natura. Tali “fringe benefit”, quindi la retribuzione erogata dall’azienda al lavoratore sotto forma di beni e servizi e non di denaro, sono assoggettati a contributi e tasse in base ad un valore convenzionale anch’esso stabilito annualmente nelle tabelle per i rimborsi chilometrici ACI.

Per quanto riguarda invece i mezzi assegnati dall’azienda per uso esclusivamente personale, tasse e contributi si applicano sul valore normale del bene. 

Calcolo costi chilometrici: le novità della Legge di Bilancio

Nell’ottica di incentivare l’acquisto di auto con emissioni ridotte di Co2, la materia della tassazione dei veicoli aziendali ad uso promiscuo è stata modificata con la Legge di bilancio 2020 (Legge numero 160/2019). Infatti le percentuali per il calcolo dei fringe benefit sono state ulteriormente inasprite con lo scopo di scoraggiare l’uso dei mezzi più inquinanti. 

La normativa a cui fare riferimento dipende dal momento della stipula del contratto. I veicoli assegnati ai lavoratori con contratti stipulati fino al 30 giugno 2020 non sono soggetti alle modifiche operate dalla Manovra. Viceversa le disposizioni della Legge di Bilancio si applicano ai contratti stipulati dal 1º luglio 2020 e per veicoli immatricolati da questa data: in questi casi la percentuale da calcolare sull’importo corrispondente alla percorrenza convenzionale varia in funzione dei valori di emissione di Co2. 

Quest’anno le tipologie prese in considerazione nelle tabelle ACI per il rimborso chilometrico e il calcolo del finge benefit passano da 9 a 11: le automobili ibride sono infatti state separate dalle elettriche, con cui rimangono solo le plug-in.

Come calcolare il rimborso chilometrico

Il calcolo del rimborso chilometrico ACI è semplice. Le tabelle, che trovate di seguito in allegato, riportano i tre parametri da considerare:

  • Marca
  • Modello 
  • Serie

Tenendo in considerazione tali indici, il calcolo del rimborso chilometrico è facile: basta trovare la riga corrispondente nella tabella ACI in cui è indicato il costo chilometrico corrispondente. Una volta individuato il costo sulla tabella, si moltiplica l’ammontare per il numero di chilometri dichiarati dal lavoratore. L’importo viene inserito nella busta paga ma non come una normale retribuzione. La tassazione applicata a questa tipologia di pagamenti sarà differente sia per il dipendente che per l’azienda e varia dal tipo di trasferta e/o in base alla tipologia di mezzo utilizzato (se personale o aziendale) oppure se rientra nei pagamenti in natura (fringe benefit).

Se il veicolo assegnato al dipendente non è citato nelle tabelle ACI, si deve prendere come riferimento il più simile tra quelli presenti.

Fringe Benefit 2021 – Tabelle nazionali ACI rimborso chilometrico

 Le tabelle ACI pubblicate sono: 

Tassazione dei rimborsi chilometrici

Il rimborso chilometrico solitamente non è soggetto a tassazione, dal momento che non è classificabile come remunerazione bensì come indennizzo per costi sostenuti dal dipendente per conto dell’impresa. I rimborsi chilometrici vengono erogati ai dipendenti per compensare i costi sostenuti per raggiungere il luogo di lavoro lontano dall’ufficio.

Le somme corrisposte sono soggette a contributi e imposte solo se la trasferta è avvenuta all’interno del Comune in cui è situata la sede di lavoro. Viceversa i rimborsi sono esenti da tasse e contributi se la trasferta è avvenuta al di fuori del Comune in cui si trova la sede di lavoro, nei limiti del costo chilometrico definito dalle tabelle ACI. 

Ma a questo punto: scopri “Scheda carburante e fattura elettronica nel 2021

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ULTIMI ARTICOLI

PROSSIMI CORSI

DI COSA PARLIAMO

Attività della community

logo

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico.

Inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.

I cookie necessari contribuiscono a rendere fruibile il sito web abilitandone funzionalità di base quali la navigazione sulle pagine e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non è in grado di funzionare correttamente senza questi cookie.

Nome Fornitore Scopo Scadenza Tipo
rc::a Google Questo cookie è usato per distinguere tra umani e robot. Questo è utile per il sito web, al fine di rendere validi rapporti sull'uso del sito. Persistent HTML
rc::c Google Questo cookie è usato per distinguere tra umani e robot. Session HTML
cookiepolicy Travelforbusiness Memorizza lo stato del consenso ai cookie dell'utente per il dominio corrente 1 anno HTTP
login_referer Travelforbusiness Memorizza l'ultima pagina visitata per reindirizzare l'utente dopo il login 24 ore HTTP
elementor Travelforbusiness Utilizzato nell'ambito del tema WordPress del sito web. Il cookie consente al proprietario del sito di implementare o modificare il contenuto del sito in tempo reale. Persistent HTML
wordpress_test_cookie Travelforbusiness Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Session HTTP
pvc_visits[0] Travelforbusiness Questo cookie viene utilizzato per contare quante volte un sito è stato visto da diversi visitatori; a tale fine viene assegnato al visitatore un numero identificativo casuale, che consente al visitatore di non essere conteggiato due volte. 1 giorno HTTP
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

Nome Fornitore Scopo Scadenza Tipo
_ga Travelforbusiness Registra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet. 2 anni HTTP
_gat Travelforbusiness Utilizzato da Google Analytics per limitare la frequenza delle richieste 1 giorno HTTP
_gid Travelforbusiness Registra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet. 1 giorno HTTP
I cookie di marketing vengono utilizzati per tracciare i visitatori sui siti web. La finalità è quella di presentare annunci pubblicitari che siano rilevanti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi di maggior valore per editori e inserzionisti di terze parti.

Nome Fornitore Scopo Scadenza Tipo
IDE Google Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. 1 anno HTTP
test_cookie Google Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. 1 giorno HTTP
VISITOR_INFO1_LIVE YouTube Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. 179 giorni HTTP
YSC YouTube Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Session HTTP
yt.innertube::nextId YouTube Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Persistent HTML
yt.innertube::requests YouTube Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Persistent HTML
yt-remote-cast-installed YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
yt-remote-connected-devices YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Persistent HTML
yt-remote-device-id YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Persistent HTML
yt-remote-fast-check-period YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
yt-remote-session-app YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
yt-remote-session-name YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul suo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie abbiamo bisogno del suo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono collocate da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

In qualsiasi momento è possibile modificare o revocare il proprio consenso dalla Dichiarazione dei cookie sul nostro sito Web.

Scopra di più su chi siamo, come può contattarci e come trattiamo i dati personali nella nostra Informativa sulla privacy.

Specifica l’ID del tuo consenso e la data di quando ci hai contattati per quanto riguarda il tuo consenso.
logo
Cookie

Travel for business