Il potere dei passaporti

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

𝙏𝙝𝙚 𝙋𝙤𝙬𝙚𝙧 𝙊𝙛 𝙋𝙖𝙨𝙨𝙥𝙤𝙧𝙩

“Va dove ti porta il cuore” avremmo detto una volta. 💔
Oggi (forse) dove ti concede il passaporto …e permette il portafoglio 😉

Henley & Partners – The Firm of Global Citizens® in collaborazione esclusiva con International Air Transport Association (IATA) ha rilasciato il Passport Index 2022: la classifica originale e autorevole di tutti i passaporti del mondo in base al numero di destinazioni a cui i loro titolari possono accedere senza un visto preventivo.
Sul podio:
🥇 Giappone 🇯🇵 Singapore 🇸🇬 192 Paesi
🥈 Germania 🇩🇪 Sud Corea 🇰🇷 190 Paesi
🥉 Italia 🇮🇹 Finlandia 🇫🇮 Lussemburgo 🇱🇺 Spagna 🇪🇸 189 Paesi

Takeaway 🥡

Al dì la di un semplice dato statistico, la visione d’insieme del Henley Global Report 2022 Q1 introduce 𝐬𝐢𝐠𝐧𝐢𝐟𝐢𝐜𝐚𝐭𝐢𝐯𝐢 𝐞𝐥𝐞𝐦𝐞𝐧𝐭𝐢 𝐝𝐢̀ 𝐫𝐢𝐟𝐥𝐞𝐬𝐬𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐬𝐨𝐜𝐢𝐨-𝐞𝐜𝐨𝐧𝐨𝐦𝐢𝐜𝐨-𝐩𝐨𝐥𝐢𝐭𝐢𝐜𝐚 𝐝𝐢 𝐜𝐮𝐢 𝐭𝐞𝐧𝐞𝐫 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐨 𝐧𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐞 𝐚𝐧𝐚𝐥𝐢𝐬𝐢 𝐏𝐄𝐒𝐓𝐄𝐋 𝐩𝐞𝐫 𝐛𝐮𝐬𝐢𝐧𝐞𝐬𝐬 𝐞𝐬𝐭𝐞𝐫𝐢.
“La libertà di viaggio si è generalmente ampliata in modo significativo da quando il primo indice Henley Passport è stato pubblicato 17 anni fa.
Nel 2006, il numero medio globale di paesi che potevano essere visitati senza dover ottenere un visto in anticipo era di 57.
Nel 2022, la media è salita a 107.
Ma questo apparente progresso sta mascherando una crescente divisione nella mobilità – e il conseguente accesso alle opportunità – tra i cittadini del ricco nord globale e quelli del sud globale a basso reddito, che comprende molti Stati fragili. I titolari di passaporto giapponesi, svedesi e statunitensi possono visitare più di 180 destinazioni senza visto, mentre i cittadini di Angola, Camerun e Laos possono visitarne solo circa 50.

In questo contesto di crescente disparità, investitori e imprenditori ad alto patrimonio netto stanno cercando di creare portafogli di opzioni complementari di cittadinanza e residenza in più giurisdizioni attraverso programmi di migrazione degli investimenti, per accedere alla sicurezza sanitaria e all’opzionalità in termini di dove loro e le loro famiglie possono comodamente vivere, condurre affari, studiare e investire.
Anche i cittadini delle economie avanzate con passaporti già premium possono considerare il valore di poter scegliere e creare diverse opzioni che li aiuteranno a parcellizzare il rischio, fornire nuove opportunità e mitigarne gli effetti in un mondo sempre più volatile.”

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ULTIMI ARTICOLI

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Rilassati, alle spese di viaggio ci pensa Soldo

DI COSA PARLIAMO

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Attività della community