HRS – Corporate Lodging Forum 2019

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Il tema dell’annuale Corporate Lodging Forum organizzato da HRS, Connect, è stato quello di esplorare quanto l’eco-sistema che ruota intorno all’industria del travel è davvero connesso.

Quanto sono capaci le aziende a rimanere connesse con i propri stakeholder, in modo continuativo e con i propri viaggiatori?

Quanto i fornitori integrano i servizi e l’offerta per stare al passo con le richieste del mercato e dei bisogni dei viaggiatori?

E quanto, la Digital Trasformation ha modificato le abitudini e le modalità d’acquisto e influirà nel prossimo futuro nelle scelte strategiche delle diverse parti in causa e sul ruolo del Travel Manager?

Un nuovo scenario si prospetta, dove servizi sempre più specializzati e connessioni API forniranno maggiori soluzioni e opzioni sui servizi ai viaggiatori.

Agenda e sondaggi online mantegono alta l’attenzione e l’interesse sugli argomenti

A queste domande si è provato a dare risposta coinvolgendo diversi ospiti e relatori presenti al Forum attraverso un continuo intercalare di suggestioni e quesiti sui quali la sala si è misurata con sondaggi online, indicando modelli organizzativi, quanto il digital ha pervaso le aziende e i futuri trend.

Dopo l’interessante introduzione del direttore di Wired Italia Federico Ferrazza sull’evoluzione culturale e tecnologica dell’uomo sulla scala di Darwin, che ha dimostrato come l’evoluzione tecnologica sia oggi un elemnto imprescindibile, è toccato  a Ivan Mazzoleni Business Digital Trasformation Lead di Microsoft Italia.

Mazzoleni, con un illuminato intervento ha catturato scena ed applausi, equilibrando filosofia e business, etica ed evoluzione tecnologica che, dovrà questa nel futuro  essere più a supporto dell’attività umana e non in sostituzione della medesima.

Alternandosi sapientemente i due padroni di casa: Luca De Angelis e Fulvio Origo, rispettivamente Managing Director HRS di Italia e Spagna il primo e Responsabile Marketing il secondo, hanno invece guidato i presenti tra i diversi temi approfondendo gli argomenti generando un continuo engagement. Dal loro lavoro di coordinamento e sintesi, si è giunti alla conclusione che: la tecnologia per essere fruibile deve essere semplice, immediata e perfettamente integrata nei processi aziendali.

Il Travel Mangement non può più essere solo il braccio operativo dell’ufficio acquisti!

Tra le principali evidenze si è compreso benissimo, fatto di cui sono convinto da tempo, che il Travel management non può essere l’emanazione pratica dell’ufficio acquisti, con solamente una spiccata attenzione ai costi, ma è un’attività che coinvolge tutte le principali funzioni aziendali come Human Resource, Information Tecnology, Finace e le attività produttive e commerciali. Il Travel Manager è un facilitatore di processi di attività complesse, con competenze trasversali in grado di suggerire e guidare scelte strategiche con nuove idee che le aziende possono applicare nella loro organizzazione.

Il Travel manager deve sovraintendere alle diverse attività, accompagnare il buyer nell’acquisto dei servizi di travel assicurando il rispetto della Travel policy e il contenimento dei costi. Ma deve anche assistere l’ HR nella gestione dei viaggiatori, valorizzando aspetti importanti per l’azienda come la soddisfazione e la produttività delle risorse e il ROI su tutto il processo del business travel.

Nella panoramica generale e dagli interventi si è raccolto molto bene questo aspetto che è stato più volte confermato dai relatori saliti sul palco, siano essi Travel Manager sia fossero responsabili di altre funzioni aziendali.

Le tendenze e le ricerche previsionali che influenzeranno il mercato

Nel pomeriggio abbiamo verificato con TEA, Trends Esplorers Associated come il mercato segue le tendenze, gli eventi sviluppando attorno ad essi la comunicazione, i colori, la moda, la musica e le scelte di tendenza comprese le destinazioni dei viaggi.

Le 10 tendenze dell’anno:

l’unicità; le relazioni e i contesti sociali; l’appartenenza e il riconoscimento; la spiritualità; il tema dell’anno; la diversità; la paura; il gioco; la tecnologia e l’ambiente.

Queste tendenze condizioneranno le future scelte d’acquisto?

L’analisi predittiva ci ha dimostrato come questa soluzione ci consente di indirizzare gli  investimenti e la ricerca, per anticipare e capire dove va il mercato per sviluppare servizi e prodotti in linea con la futura domanda.

I lavori si sono poi divisi in tre tavoli distinti.  Su  uno si è parlato di hotel program, continuous sourcing e le diverse possibilità di negoziazione tra le parti. Un’opportunità per venire incontro sia alle esigenze delle aziende sia alle esigenze dell’hotel, partendo dal fatto che le condizioni tra domanda e offerta cambiano continuamente.

Si è parlato anche, in diverse sessioni, di quali requisiti si deve dotare una struttura e di come soddisfare le esigenze del moderno viaggiatore d’affari per far sì che diventi un “Brand ambassador” in giro per il mondo. Per finire, di quali strumenti di pagamento e soluzioni si può dotare l’hotel per entrare più facilmente negli hotel program aziendali, e dei relativi benefici che le aziende possono avere da tali soluzioni.

Un programma molto intenso, una giornata scivolata via piacevolmente, veramente cercando di esplorare quanto il sistema che ruota intorno all’industria del travel è davvero connesso! Ha arricchito i partecipanti di spunti e riflessioni su argomenti che saranno opportunità di cambiamento in molte organizzazioni. Il convegno si è chiuso definitivamente con l’estrazione di un viaggio a Dubai offerto da Emirates. In molti hanno fino all’ultimo hanno sperato di vincere rimanendo in sala e che invece in tre hanno perso andando via prima non confidando nella dea bendata!

In conclusione, tra i Travel Manager sta crescendo sempre più la consapevolezza nella validità delle iniziative per la valorizzazione e il riconoscimento del ruolo manageriale. Nelle aziende più attente, la figura del Travel Manager, sgravato dai compiti operativi, è sempre più al centro della strategia aziendale e può finalmente dedicare il tempo necessario alle attività di maggior valore aggiunto. Sarà compito di tutti diffondere sempre più questa consapevolezza, in ogni occasione possibile, come ieri al CLF è avvenuto.

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.
I cookie necessari contribuiscono a rendere fruibile il sito web abilitandone funzionalità di base quali la navigazione sulle pagine e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non è in grado di funzionare correttamente senza questi cookie.

Nome Fornitore Scopo Scadenza Tipo
rc::a Google Questo cookie è usato per distinguere tra umani e robot. Questo è utile per il sito web, al fine di rendere validi rapporti sull'uso del sito. Persistent HTML
rc::c Google Questo cookie è usato per distinguere tra umani e robot. Session HTML
cookiepolicy Travelforbusiness Memorizza lo stato del consenso ai cookie dell'utente per il dominio corrente 1 anno HTTP
login_referer Travelforbusiness Memorizza l'ultima pagina visitata per reindirizzare l'utente dopo il login 24 ore HTTP
elementor Travelforbusiness Utilizzato nell'ambito del tema WordPress del sito web. Il cookie consente al proprietario del sito di implementare o modificare il contenuto del sito in tempo reale. Persistent HTML
wordpress_test_cookie Travelforbusiness Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Session HTTP
pvc_visits[0] Travelforbusiness Questo cookie viene utilizzato per contare quante volte un sito è stato visto da diversi visitatori; a tale fine viene assegnato al visitatore un numero identificativo casuale, che consente al visitatore di non essere conteggiato due volte. 1 giorno HTTP
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

Nome Fornitore Scopo Scadenza Tipo
_ga Travelforbusiness Registra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet. 2 anni HTTP
_gat Travelforbusiness Utilizzato da Google Analytics per limitare la frequenza delle richieste 1 giorno HTTP
_gid Travelforbusiness Registra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet. 1 giorno HTTP
I cookie di marketing vengono utilizzati per tracciare i visitatori sui siti web. La finalità è quella di presentare annunci pubblicitari che siano rilevanti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi di maggior valore per editori e inserzionisti di terze parti.

Nome Fornitore Scopo Scadenza Tipo
IDE Google Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. 1 anno HTTP
test_cookie Google Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. 1 giorno HTTP
VISITOR_INFO1_LIVE YouTube Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. 179 giorni HTTP
YSC YouTube Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Session HTTP
yt.innertube::nextId YouTube Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Persistent HTML
yt.innertube::requests YouTube Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Persistent HTML
yt-remote-cast-installed YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
yt-remote-connected-devices YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Persistent HTML
yt-remote-device-id YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Persistent HTML
yt-remote-fast-check-period YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
yt-remote-session-app YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
yt-remote-session-name YouTube Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Session HTML
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul suo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie abbiamo bisogno del suo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono collocate da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

In qualsiasi momento è possibile modificare o revocare il proprio consenso dalla Dichiarazione dei cookie sul nostro sito Web.

Scopra di più su chi siamo, come può contattarci e come trattiamo i dati personali nella nostra Informativa sulla privacy.

Specifica l’ID del tuo consenso e la data di quando ci hai contattati per quanto riguarda il tuo consenso.
logo
Cookie

Travel for business