22 aprile, giornata della Terra. 7 modi per viaggiare green

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Oggi è la giornata della Terra! e noi abbiamo deciso di festeggiare questa data proponendovi un interessante glossario per rimanere al passo con la sostenibilità in molti ambiti del turismo.

Realizzato da Trailine, l’app per acquistare biglietti ferroviari di diverse compagnie, i termini riportati sono molto importanti perché aiutano i viaggiatori e anche quelli d’affari a riflettere sull’attenzione nei confronti del nostro meraviglioso Pianeta.

Quando si ritornerà a viaggiare a pieno ritmo conoscere il significato di queste parole sarà importante per fare scelte più consapevoli e green e responsabili. Le nuove tendenze sono in rapida crescita, e quando si tratta di muoversi per lavoro può essere utile per un Travel Mobility Manager condividere azioni anche in ottica di Travel Policy Green.

Il glossario del viaggiare sostenibile


Tagskryt

E’ una parola svedese che indica “l’orgoglio di prendere il treno” e intraprendere scelte sostenibili in merito ai mezzi di trasporto, per fare la propria parte nella salvaguardia dell’ambiente. Basti pensare che i trasporti rappresentano il 25% delle emissioni di gas serra nell’UE, e le ferrovie sono responsabili dello 0,4% delle emissioni di CO2 nell’Unione europea.

Flygskam

Il termine di origine svedese che significa “vergogna di prendere l’aereo”. Questo mezzo di trasporto è infatti responsabile di una parte delle emissioni globali di CO2 fossili. Il termine indica il sentimento simile alla vergogna che si prova quando si deve prendere l’aereo, per via dell’impatto ambientale di questo mezzo di trasporto. Spesso è affiancato da un altro termine svedese: smygflyga, che indica il “volare in segreto”

Slow tourism

Simile a ecoturismo o eco-conscious si intende letteralmente turismo lento, ovvero riscoprire il viaggiare attraverso i percorsi meno battuti e visitare luoghi in modo autentico. L’ecoturismo implica anche un modo di viaggiare più responsabile verso l’ambiente, visitare aree naturali al fine di apprezzare la natura e promuoverne la tutela. Il cicloturismo ne è un esempio, una forma di turismo praticata in bicicletta con le varianti “treno e bici”, che permette di godersi a pieno la meta (e il viaggio in sé come parte dell’esperienza) senza inquinare.

Soft mobility

In italiano mobilità dolce, comprende tutti i modi per spostarsi con le proprie forze per brevi tragitti (in bicicletta, a piedi, con i pattini, ecc.) e offre svariati vantaggi: fa risparmiare tempo, spesso denaro, e ovviamente riduce l’impatto ambientale complessivo.

Ecolodge

Una volta arrivati a destinazione la scelta dell’alloggio può rivelarsi critica, soprattutto considerando che, tra i momenti della vacanza che hanno un impatto significativo sull’ambiente, è compreso anche il soggiorno. Sono sempre di più le strutture attente a questo aspetto e che supportano gli ospiti nel minimizzare l’impatto ambientale della propria vacanza, anche attraverso piccole azioni come incoraggiare gli ospiti a chiedere asciugamani puliti solo quando è necessario ed evitare gli articoli da toeletta monouso in plastica. In particolare gli ecolodge sono pensati per avere un impatto minimo sull’ambiente e spesso fanno parte di un progetto ambientale.

Woofing

Un’alternativa al campeggio tradizionale é proprio il woofing, il soggiorno in fattorie o aziende agricole, generalmente produttrici di prodotti biologici, in cambio di un supporto nelle attività quotidiane di queste realtà. Le varie esperienze prevedono anche di “sporcarsi le mani”, mungere le capre in montagna o curare un uliveto a picco sul mare, magari sfruttando l’occasione per evitare telefoni e computer.

Glamping

Dalla crasi dei termini inglesi “glamour” e “camping”, questa parola indica il campeggio (meno inquinante rispetto al soggiorno tradizionale) unito a servizi di prima qualità. Il glamping non è solo un ritorno alla natura, un numero crescente di turisti – in particolare provenienti dalle grandi città – cerca soluzioni “detox” per ridurre l’inquinamento non solo dell’ambiente, ma anche quello che caratterizza la propria quotidianità.

La nostra opinione

Ricordiamo che per un viaggio d’affari oggi esistono MOLTI modi per intraprendere dei piani di Mobilità Sostenibile che hanno lo scopo di sostenere le trasferte green, il business travel e il mobility. Scegliere le giuste soluzioni permette di ridurre e mitigare l’impatto sull’ambiente, senza necessariamente dover rinunciare ad un incontro d’affari, ad un meeting o ad un evento. Sarà sempre più il Travel Mobility Manager che potrà sostenere pratiche che vadano incontro ai principi della Corporate Social Responsibility, ma con un occhio alle opportunità e ai vantaggi che un viaggio di lavoro può generare. Green, Ambiente, Terra e Business Sostenibile sono le nostre parole chiave.


Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ULTIMI ARTICOLI

PROSSIMI CORSI

DI COSA PARLIAMO

Attività della community

Travel for business