Gli aeroporti italiani chiudono il 2021 con 80,7 milioni di passeggeri

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Assaeroporti ha recentemente pubblicato i dati dei passeggeri negli aeroporti italiani per l’anno 2021. Sono 80,7 milioni in contrazione del 58,2% sul 2019. Il dato di confronto è stato preso considerando il 2019 proprio l’ultimo anno non interessato dalla pandemia, quando il numero dei viaggiatori aveva superato quota 193 milioni. Un consuntivo in crescita del 52,4% sul 2020, ma pur sempre segnato da una profonda crisi con 113 milioni di passeggeri persi rispetto al 2019.

I dati evidenziano che c’è stato un parziale recupero del segmento nazionale che nel 2021 mostra un -35,1% sui volumi pre-pandemia. In sofferenza invece il traffico internazionale, che si attesta ad un -70,4%, evidenziando così una ripartenza del comparto a due velocità.

l settore del trasporto aereo si conferma, quindi, tra i più colpiti dalla pandemia e l’uscita dalla crisi, in base ai dati disponibili, rischia di essere lenta e parziale.

La top list passeggeri per aeroporti italiani

I dati indicati da Assaeroporti, l’Associazione Italiana Gestori Aeroporti, mostrano che Roma Fiumicino e Milano Malpensa sono ancora gli aeroporti più frequentati in Italia. Si posiziona bene Bergamo e in particolare Catania che registrava già ad ottobre (rispetto anno precedente) un +46,6%

Dati di traffico passeggeri 2021

Valore Business Travel per i voli aerei 2021

Prima della pandemia la quota business travel si attestava generalmente tra una forbice del 15% e il 30% a seconda dell’aeroporto. Oggi potremmo pensare che non sia superiore al 15% e questo fa presumere che la quota business travel, rispetto al totale passeggeri 2021, possa ragionevolmente essere pari a circa 12 milioni.

Business travel non è solo in aereo…

Sulle autostrade durante il terzo trimestre del 2021 si era registrato addirittura un aumento del 3%, secondo i dati comunicati dall’Osservatorio sulle tendenze di mobilità e un recupero dei servizi ad alta velocità e quelli a media e lunga percorrenza (Intercity), proprio più frequentemente utilizzati dai viaggiatori per lavoro.

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ULTIMI ARTICOLI

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Rilassati, alle spese di viaggio ci pensa Soldo

DI COSA PARLIAMO

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Attività della community