Gli aeroporti dei voli low cost

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Se pensate che prenotare un vettore lowcost sia più conveniente, cercate di fare i conti anche con i costi di trasferimento dall’aeroporto alla città di destinazione.

Infatti, con questi vettori aerei si parte solitamente da un aeroporto minore, più scomodo perché più lontano dal centro città.  Ad esempio se volete partire da Milano, le proposte che vi vengono fatte contempleranno anche la città di Bergamo che, secondo i parametri aeroportuali, rientra nell’area Milanese.

Spesso gli aeroporti minori non hanno collegamenti comodi ed economici e risulta quindi più difficile raggiungere la meta desiderata. Cercate di prepararvi per tempo, magari informandovi prima sugli orari dei collegamenti rispetto l’orario previsto del vostro volo.

Anche per gli aeroporti di destinazione si può avere lo stesso problema. Ad esempio Londra Stanstead o Parigi Beauvais distano più di un’ora dalla città e spesso i mezzi non sono molto regolari.

Se poi volete acquistare una tariffa super economica, considerate che questi voli sono disponibili alla mattina molto presto, a volte anche alle 6:00 del mattino oppure in tarda serata, il ché vi costringe a dover pernottare in zona aeroporto per poter prendere, al mattino, il primo mezzo disponibile. Non in tutte le città – aeroporti di destinazione ci sono, infatti, mezzi di collegamento che funzionano 24 ore su 24, ma hanno orari precisi e spesso limitativi.

Se quindi, apparentemente il costo del volo aereo può sembrare conveniente, bisogna quindi fare i conti sul totale del viaggio, fino alla destinazione finale; considerando non solo gli aspetti economici ma anche le problematiche e i disagi che questo può comportare.

Un’altra accortezza da tenere in considerazione è quella di verificare le coincidenze dei voli nel caso stiate prendendo un volo lowcost per una sola tratta che vi serve per raggiungere una seconda e finale destinazione (esempio Milano-Parigi con vettore lowcost e un’altra compagnia aerea per destinazione finale Londra). Spesso non sono garantite e rischiereste di dover ripagare un biglietto per raggiungere la vostra meta. Questo accade perché la seconda compagnia aerea (che non è in alcun modo collegata da un rapporto commerciale con il primo vettore) non vi attenderebbe nel caso il primo volo fosse in ritardo.

Consigliamo quindi di avere un margine di tempo, tra un volo e l’altro di almeno due ore, se avete solo bagaglio a mano. La cosa si complica un pochino se avete invece bagaglio da imbarcare perché  i tempi per recuperare le valigie sono spesso lunghi così come quello di rifare il secondo check-in e raggiungere il gate….che si spera sia all’interno dello stesso aeroporto.

Con Ryanair avete qualche vantaggio se arrivate a Londra Stansted perché dal suo “hub” potete aver accesso, grazie ai suoi voli diretti, ad oltre 100 città in tutta Europa. E questa triangolazione potrebbe quindi risultare davvero più conveniente rispetto ad un volo di linea diretto.

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ULTIMI ARTICOLI

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Rilassati, alle spese di viaggio ci pensa Soldo

DI COSA PARLIAMO

I NOSTRI SUGGERIMENTI

Attività della community