Come calcolare il risparmio fiscale derivante dai fringe benefit

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

I Fringe Benefit come buoni spesa, voucher e gift card sono strumenti aziendali sempre più diffusi in aziende di grandi, medie dimensioni e PMI per premiare i dipendenti.

La popolarità crescente di questo strumento si deve senz’altro alla convenienza economica per il risparmio fiscale garantito prima dall’articolo 51, comma 3 del TUIR e oggi dal DL Agosto, che garantisce la defiscalizzazione totale dei fringe benefit fino a 516,46€ per dipendente nel 2020. Un’altra caratteristica vincente è la praticità dei buoni spesa, ora disponibili anche in formato digitale: ne è un esempio concreto Zucchetti Card, il buono digitale multibrand convertibile in oltre 100 buoni spesa di tutte le categorie merceologiche e in tutta Italia.

I Fringe Benefit rappresentano, dunque, un’importante opportunità per aziende e lavoratori, offrendo un concreto sostegno al reddito nella forma del risparmio fiscale garantito e della erogazione di crediti spendibili liberamente per fare acquisti secondo le proprie necessità. Il DL Agosto ha indubbiamente dato un forte impulso alla popolarità dei fringe benefit, ai quali molte aziende e PMI hanno iniziato a interessarsi, scorgendo un’opportunità di risparmio fiscale per la propria azienda in un momento di crisi economica come quello attuale.

Zucchetti, in collaborazione con Amilon, società del gruppo e leader di mercato dal 2007 nella distribuzione di buoni digitali per programmi di incentivazione, promotion, loyalty e fringe benefit, ha riconosciuto nella normativa fringe benefit aggiornata una reale azione di impegno sociale e sostegno al reddito.

“I Fringe Benefit, come il nostro prodotto Zucchetti Card, quest’anno sono l’unica alternativa davvero vantaggiosa per le aziende che vogliono risparmiare e allo stesso tempo sostenere i propri dipendenti.” – dichiara Paolo Susani, direttore commerciale Zucchetti – “Infatti, rispetto al tradizionale premio in denaro che viene tassato in busta paga, erogare premi con i fringe benefit consente di destinare l’intero valore del premio al dipendente, offrendogli un concreto sostegno al reddito che potrà utilizzare per le spese quotidiane o per altre esigenze. L’ulteriore vantaggio di Zucchetti Card è proprio questo: comprende buoni acquisto di oltre 20 categorie merceologiche differenti, dalla spesa al rifornimento di carburante, dal turismo all’elettronica, abbigliamento, arredamento, sport, intrattenimento e tanto altro”.

Tradizionalmente i premi e i benefit ai dipendenti sono erogati tramite un importo in denaro in busta paga, una soluzione fortemente tassata sia per le aziende che per i lavoratori.

Al contrario i Fringe Benefit garantiscono un risparmio fiscale. Come calcolarlo? Per questo è stato lanciato il contatore del risparmio Fringe Benefit: “Si tratta di uno strumento gratuito e accessibile per calcolare il risparmio fiscale garantito alle aziende e ai lavoratori dalla nuova normativa. Volevamo dare una risposta rapida a una domanda semplice.” – illustra Andrea Verri, CEO di Amilon – “Per questo abbiamo aperto a tutti la possibilità di eseguire il calcolo sui propri parametri aziendali – numero dipendenti e importo del premio lordo che si vuole erogare – e di scaricare il report completo e aumentare la consapevolezza del risparmio effettivo garantito dal decreto.”

Sull'autore

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ULTIMI ARTICOLI

PROSSIMI CORSI

DI COSA PARLIAMO

Attività della community

Travel for business