Share This Post

Travel curiosity

Guidare all’estero: le donne si sentono meno sicure

Il questionario di Ecutesting che ha coinvolto 1000 italiani su argomenti di manutenzione automobilistica, sicurezza stradale, leggi ed esami di guida ha messo in evidenza alcune curiosità che vi proponiamo:

Se le tre opere di manutenzione in cui gli italiani si sentono più sicuri come il controllare le luci (81%), rabboccare il liquido dei tergicristalli (80%) e controllare la pressione delle gomme (74%), si scopre che tutto cambia quando si parla di cambio dell’olio o di filtri dell’aria che arrivano appena al 50% degli intervistati.

E chi pensava che l’esperienza da guidatore fosse un plus, scopre che il 40% ritiene che una volta raggiunta la soglia dei 70 anni sarebbe opportuno essere testati di nuovo per vedere se si è ancora idonei alla guida.

Ma in tema di sicurezza, cosa ne pensano uomo o donna?

L’uomo si sente, secondo i risultati dell’indagine, più sicuro quando si tratta di apportare lavoretti di manutenzione o semplicemente controllare la pressione delle gomme (90% maschile vs un più basso 56% femminile)

Per quanto riguarda invece il sentirsi sicuro nelle varie condizioni di guida ancora una volta gli uomini sono i più fiduciosi, ma di poco. Se l’87% degli uomini si sentirebbe sicuro a guidare in condizioni meteo estreme, il 71% di donne concorda.

Per quanto riguarda il guidare all’estero i maschietti si sentono sicuri per il 77% mentre soltanto una donna su due si cimenterebbe nell’impresa. Tuttavia, una volta intervistati sul numero di incidenti causati per colpa loro, ben il 41% degli uomini ha ammesso di essere stato nel torto in un incidente vs il solo 16% delle donne.

E l’età? giovanissimi vs baby boomers

L’età è un altro parametro analizzato. Sono stati messi a confronto il gruppo tra i 18/24 e i 55+ (i cosiddetti baby boomers). I giovanissimi sembrano molto più dediti alla manutenzione della loro macchina.

Quando si tratta invece di guidare e di sentirsi sicuri delle proprie capacità su strada, sono i baby boomers a farla da padrone. Il 63% non ha nessun problema a guidare in autostrada vs solo il 48% dei giovanissimi e anche la guida prolungata per più di 3 ore riscuote più consensi dai 55+ al 48% vs il 28% dei 18-24.

Ma forse la più grande differenza si trova nella domanda su chi dovrebbe rifare il test per la patente. In generale il 22% dei giovanissimi pensa che tutti dovrebbero essere testati nuovamente ogni 10 anni (vs il 10% dei boomers).

 

 


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>