Share This Post

Business destinations

I principali aeroporti del Brasile

La centralità del Brasile apre le porte a tutta l’America Latina, rappresentando un hub di riferimento nel servizio aeroportuale, collegando in modo capillare il territorio nazionale ed internazionale. La ripresa economica del Paese negli ultimi anni ha maggiormente intensificato il traffico aereo, insieme allo sviluppo delle infrastrutture.

L’accrescimento del benessere nella popolazione brasiliana ha portato con se lo sviluppo della classe media, incrementando il settore dei viaggi d’affari e turistici su scala regionale, nazionale e mondiale. La domanda del mercato interno ha registrato un aumento importante, favorito dalla crescente richiesta dei passeggeri, permettendo così un piano di espansione dei voli. Il trasporto aereo in Brasile è l’unico mezzo per muoversi velocemente con standard di sicurezza elevati, considerando le grandi distanze e la mancanza di una rete ferroviaria.

Il traffico aereo in Brasile 

Il Brasile è il più grande Paese del Sud America per estensione e tra i più popolosi al mondo con oltre 200 milioni di abitanti. Tra le economie più forti dell’America del Sud è un Paese con un enorme potenziale di risorse umane che si spostano ogni giorno. Oggi, dotato di una fitta rete di aeroporti e trasporti aerei che forniscono voli nazionali e internazionali.

I principali aeroporti in Brasile

I principali aeroporti internazionali in Brasile si trovano a San Paolo e a Rio de Janeiro, città che accolgono la maggior parte dei viaggiatori d’affari e dei turisti che arrivano da altri continenti.

Con quasi 40 milioni di passeggeri in transito ogni anno, secondo i dati dell’ OAG l’aeroporto internazionale di San Paolo – Guarulhos – Governador André Franco Montoro codice IATA GRU, è il principale scalo internazionale del Paese e della città di San Paolo operativo dal 1985.
La struttura aeroportuale si trova a circa 25 km di distanza dal comune di Guarulhos nel distretto di Cumbica a nord – est dell’area metropolitana. Le rotte più trafficate sono quelle per Miami, New York, Buenos Aires, Parigi e Madrid, ma anche per Roma Fiumicino e Milano Malpensa con le compagnie Alitalia e Latam Brasil. Si sono intensificate anche le tratte per l’Asia e il Medio Oriente.

L’internazionale di Brasilia, Presidente Juscelino Kubitschek, codice IATA BSB situato nella capitale è il secondo aeroporto del Brasile per il traffico aereo, con più di 18 milioni di viaggiatori. Nato come aeroporto di Vera Cruz nel 1955, fu ribattezzato in nome del 21° Presidente Juscelino Kubitschek de Oliveira nel 1999, dopo una serie di interventi di ristrutturazione, è oggi tra gli scali più trafficati dell’America Latina.

Sempre a San Paolo poco più di 18 milioni di persone si servono dell’aeroporto di Congonhas, codice IATA CGH, il terzo del Brasile per il volume di traffico aereo. Fu il primo scalo aeroportuale della città di San Paolo dal 1936, prima della costruzione dell’Internazionale Guarulhos. E’ un importante hub di voli interni per le altre città del Brasile con le compagnie aree Latam Airlines, Gol Airlines e  Avianca Brasil.

Il 4° aeroporto Internazionale del Paese è Galeao a Rio de Janeiro in onore del musicista Antonio Carlos Jobim, codice IATA GIG, con un transito di oltre 17 milioni di passeggeri è il secondo aeroporto internazionale, dopo quello di San Paolo. Prima sede aeroportuale della città di Rio de Janeiro, attivo dal 1970 dopo una lunga ristrutturazione, legata alla storica sede dell’aviazione navale. Prende il suo nome dalla spiaggia Praia do Galeao davanti alla vecchia struttura originaria. Le sue rotte internazionali sono collegate con le principali capitali europee, statunitensi e di tutto il mondo; situato a nord della città a circa 20 km dal centro.

In molte altre città del Brasile come Belo Horizonte, Salvador de Bahia, Natal, Recife, Manaus e Fortaleza, si effettuano voli internazionali e nazionali con volumi più bassi di traffico aereo.

Le compagnie aeree brasiliane

Chi è in viaggio di lavoro si affida sempre alle principali compagnie aeree. In Brasile troviamo Latam Airlines, (TAM Linhas Aereas la compagnia di bandiera brasiliana unita con la cilena LAN) Gol Airlines e Azul che effettuano prevalentemente voli interni. La più importante è Latam con sede a Santiago del Cile detenendo il 50 % del traffico nazionale brasiliano. Si possono prenotare e acquistare i biglietti aerei direttamente dal sito della compagnia selezionando la versione italiana con la possibilità di tratte multiple a prezzo vantaggioso. Latam garantisce il servizio navetta gratuito esibendo il biglietto, passando da un volo internazionale al nazionale per raggiungere un altro aeroporto.

La seconda compagnia è la Gol anch’essa prenotando dal sito offre prezzi economici, selezionando la pagina internazionale e non quella brasiliana, che permette l’acquisto solo se si possiede un codice fiscale brasiliano, con pagamenti Visa, Mastercard ed American Express.

L’Azul è la terza compagnia aerea più importante del Brasile operando maggiormente in Amazzonia e nel Sud del Brasile. Prenotando dal sito può offrire tariffe vantaggiose soprattutto per le tratte più costose, pagando con carte di credito a circuiti internazionali.

Automazione dei trasporti in Brasile: un volo senza pilota

L’aviazione brasiliana guarda verso il futuro con la sperimentazione di voli autonomi, nata da una cooperazione scientifica e tecnologica tra il costruttore Embraer e l’Ufes (Università brasiliana dell’ Espirito Santo). L’Embraer è la terza casa costruttrice di aerei al mondo che ha permesso oggi la realizzazione di un prototipo in grado di volare in completa autonomia. Il progetto è stato portato a termine con l’esecuzione di un volo su una rotta fuori dal traffico aereo, nell’aeroporto di Gaviao Peixoto (Stato federale di San Paolo) monitorata dalla presenza di un pilota a bordo, pronto ad intervenire in caso di emergenza.

Grazie all’installazione di un software e di un hardware dotato di sensori di bordo (laser, gps e telecamere) coadiuvato con i sistemi di controllo radar di terra, si è effettuato ad agosto il primo test di aeromobili in Brasile. Stiamo parlando di intelligenza artificiale che ha permesso di eseguire senza l’intervento umano l’operazione di rullaggio, decollo e atterraggio.

L’iniziativa punta ad incentivare politiche economiche che possano migliorare la mobilità aerea del Brasile, con modelli innovativi improntati sulla ricerca. Il passo dalla simulazione alla realtà si fa sempre più corto e già si pensa alla prossima sperimentazione, con l’obiettivo di un futuro trasporto merci e commerciale.

 


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>