Share This Post

Business destinations

Trasporti e sicurezza per muoversi in Brasile

Per muoversi in Brasile durante un viaggio d’affari è necessario sapere alcune informazioni, anche se viaggiare in Brasile non comporta grandi complessità, ma senza dimenticare qualche piccola accortezza in termini di sicurezza.

Il mezzo di trasporto più diffuso e comodo per gli spostamenti, che si tratti di un volo diretto o di uno scalo interno, è senza dubbio l’aereo. Muoversi da una città all’altra del Paese a costi abbordabili e prenotando prima, consente un significativo risparmio di tempo e denaro.

In Brasile per gli trasferimenti interni e urbani si possono scegliere vari mezzi, oltre l’aereo: autobus, macchina, treno, metropolitana, taxi e nave lungo la costa o battello per l’Amazzonia, l’unico mezzo di trasporto possibile.

Le compagnie aeree internazionali e i voli interni in Brasile

Molte delle compagnie aeree che effettuano voli internazionali fanno scalo a San Paolo o Rio de Janeiro. Sono presenti le rotte di voli Alitalia da Roma verso San Paolo e Rio de Janeiro, voli Latam da Milano verso San Paolo e voli Air Italy verso Salvador de Bahia, Fortaleza e Porto Seguro. Tap (da Lisbona) e Air Europa (da Madrid) hanno voli regolari diretti a Salvador de Bahia, Recife, Fortaleza e Porto Alegre.

L’uso dell’aereo per gli spostamenti interni è consigliato soprattutto per  le grandi distanze tra le città, anche se ancora persiste qualche pecca strutturale all’interno di aeroporti minori. Durante i picchi della stagione turistica aumentano i voli charter con destinazioni come Salvador, Recife, Fortaleza, Natal. Le principali compagnie aeree brasiliane con un servizio di ottimo livello sono Latam Airlines, Gol, Avianca Brasil, Webjet e Azul. Molte città hanno più aeroporti come San Paolo (Guarulhos, Viracopos, Congonhas), Rio de Janeiro (Santos Dumont, Galeao) e Belo

Horizonte (Pampulha, Confins). I maggiori collegamenti dall’Italia e dall’Europa sono:

  • Latam Airlines vola a San Paolo da Milano
  • Alitalia
  • Air Italy vola a Fortaleza da Milano e Roma
  • Tap Air Portugal (da Lisbona)
  • Air Europa da Madrid con voli per Salvador de Bahia, Recife e Fortaleza

Durante il viaggio di andata il personale di volo o presso la dogana, consegnerà un piccolo questionario la “Cartao de Entrada e Saída” che dovrà essere obbligatoriamente compilato. Una copia del documento verrà consegnata ai funzionari della dogana, l’altra dovrà essere accuratamente conservata e consegnata al momento del rimpatrio.

Si ricorda che molti voli interni sono considerati internazionali quando provengono da Paesi stranieri e fanno scali intermedi in Brasile prima dell’atterraggio finale. In tal caso il viaggiatore d’affari imbarcato in Brasile e diretto verso un’altra località del Paese, sarà soggetto ad un nuovo controllo sia del passaporto che del questionario, già compilato al primo ingresso.

Muoversi nelle città del Brasile, taxi o noleggio auto?

Nelle stazioni aeroportuali sono presenti importanti agenzie di autonoleggio a prezzi interessanti, ma non sempre risulta comodo e sicuro noleggiare un auto per muoversi nelle città del Brasile. Spostarsi in Brasile viaggiando con un mezzo noleggiato è sempre rischioso, non conoscendo esattamente le zone da evitare o percorrendo tragitti sprovvisti di sicurezza stradale.

Si consiglia sempre la massima attenzione e soprattutto evitare categoricamente di viaggiare nelle ore notturne considerando la scarsa disciplina dei guidatori brasiliani. Il servizio taxi è molto efficiente, sicuro e piuttosto rapido, soprattutto non si corrono pericoli, rischiando di ritrovarsi in una zona della città poco raccomandabile.

Quando si prende un taxi si paga prevalentemente in contanti, secondo la tratta richiesta, con prezzi abbordabili,  tranne dall’aeroporto che viene applicata dai tassisti una tariffa fissa indistintamente dal luogo di destinazione, a costi economici di circa € 15/20 rispetto ai nostri standard. La metropolitana è in funzione solamente in alcune città tra cui Rio de Janeiro, San Paolo, Brasilia, Belo Horizonte, Porto Alegre, Recife, Teresina, Fortaleza e Salvador. Si raccomanda il taxi per le uscite notturne in città, il miglior modo per muoversi in piena sicurezza, efficiente e abbastanza economico.

Gli autobus in Brasile, ottima alternativa di viaggio

Viaggiare in autobus in Brasile fa parte della cultura del Paese, il servizio è ottimo, sia a bordo sia a terra, le stazioni dei pullman le “rodoviarias”, sono in genere molto ben organizzate e risulta un’ottima alternativa all’aereo o all’auto durante un viaggio di lavoro.

E’ facile fare il biglietto e le frequenze sono spesso numerose, con la possibilità di acquisto presso gli sportelli delle varie compagnie presenti in stazione. Le città sono ben servite, un gran numero di corse a tutte le ore collegano una città all’altra, con una velocità di viaggio intorno ai 60/70 km/h.

I veicoli sono tenuti in buone condizioni, puliti e dotati di comfort. Gli autobus sono serviti da opzioni supplementari per rendere il viaggio più accogliente, solitamente suddivisi in tre categorie (convencional, executivo e leito) dal servizio normale a quello lussuoso con cuccette e molto più costoso. Da scegliere, quindi, in base al budget l’alternativa più adeguata per un viaggio di lavoro confortevole, che non supera mai tratti di circa 6/7 ore.

Si consiglia sempre di verificare le tariffe per i viaggi a lunga percorrenza, in quanto la differenza di costo rispetto il prezzo dell’ aereo, a volte potrebbe risultare minimo o nullo. Per poter verificare percorsi e costi un sito attendibile è BuscaOnibus, anche se non riporta tutte le compagnie. Un sito che permette anche di effettuare la prenotare ed acquistare il biglietto online è Brasil by Bus. Disponibile nella funzionale versione in lingua inglese, non occorre registrarsi durante il processo di prenotazione, ricordandosi però di selezionare “not Brazilian” in modo da poter proseguire senza che venga richiesto il codice fiscale (il sito accetta solo codice fiscale brasiliano).

Il Trem da Morte, viaggiare in treno in Brasile

Viaggiare in treno in Brasile durante un viaggio di lavoro è sconsigliato, il servizio è quasi del tutto assente e quel che resta del sistema ferroviario brasiliano, dopo il regime militare, sono infrastrutture inadeguate, poco sicure e molto lente. Il famoso “Trem da Morte”, il treno della morte, è un esempio dell’insufficiente servizio ferroviario: l’unico modo rimasto per entrare nel Paese via treno. Il tragitto percorso va da Santa Cruz in Bolivia e fino a una piccola città al confine con Corumba nello Stato del Mato Grosso do Sul; da qui parte un tratto di linea ferroviaria che porta a fino a San Paolo. Il viaggio in sé non è molto sicuro a causa di rapine e borseggi, ma il tragitto è interessante perché  attraversa la zona agricola boliviana dove si possono ancora ammirare le diverse e tradizionali comunità rurali.


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>