Share This Post

Mobility Management

Clima e sostenibilità argomento della settimana, Il Travel e Mobility Manager sarà la guida del cambiamento nelle aziende.

È innegabile che l’argomento al centro del dibattito politico e dell’informazione di questa settimana sia “il Clima e la sostenibilità dello sviluppo economico”. 

L’argomento delle prossime settimane probabilmente sarà: cosa faranno le aziende, i Travel e Mobility Manager incaricati di guidare il cambiamento!

Gli scioperi a favore di un’economia più rispettosa dell’ambiente hanno coinvolto molte città e paesi nel mondo. Greta Thunberg è riuscita a sensibilizzare milioni di persone di tutte le fasce d’età ma soprattutto i più giovani che da tempo stavano aspettando d’avere un sogno da poter inseguire.

Cosa sta cambiando?

La Germania ha annunciato un investimento di 100 milioni di Euro per i prossimi anni con l’obiettivo di diventare la prima nazione al mondo ad impatto zero nel 2030. Ed anche in Italia il nuovo Governo ha annunciato che i provvedimenti e le politiche che caratterizzeranno l’azione saranno focalizzate sul rispetto dell’ambiente e sul disincentivare attività e strumenti inquinanti e clima alteranti.

Non diventa difficile immaginare che le aziende Europee guidate dalla Germania, inizieranno a controllare la filiera di produzione penalizzando riducendo ordini e commesse a chi inquina di più.

Le aziende dovranno dimostrare di produrre in modo sostenibile, utilizzando energie rinnovabili, ma anche di aver attivato tutte quelle pratiche green e sostenibili correlate alla produzione come: lo smaltimento dei rifiuti, la mobilità aziendale, le trasferte di lavoro e i meeting aziendali dovranno essere green e sostenibili.

Grande attenzione sarà dedicata anche alla sicurezza e al benessere dei dipendenti.

Sono certo: il processo di cambiamento è avviato; ma viaggerà a velocità differenti da Stato a Stato? Sicuramente si! Tuttavia, sarà una grande opportunità per quelle aziende che per prime si posizioneranno in questo nuovo mercato occupando lo spazio che si verrà a creare.

Una Grande opportunità per i Travel Mobility Manager

I Travel e Mobility Manager, saranno chiamati a guidare il cambiamento, a indicare soluzioni e nuovi progetti di mobilità per soddisfare i criteri di sostenibilità che verranno introdotti. In quanto i soli nelle aziende ad essere pronti a questa nuova sfida!

Il management dell’azienda imparerà a riconoscere le competenze dei Travel e Mobility Manager, ai quali affiderà incarichi sempre più importanti e strategici, il cui esito impatterà direttamente sulla produzione e vendita dei prodotti oltre che sull’immagine e il valore del brand.

Non saranno quindi sufficienti le competenze tecniche riconosciute ai Travel Mobility Manager, ma saranno richieste nuove competenze comportamentali, soft skill che, come ha indicato il Word Economic Forum, devono essere parte integrante e ricercate per poter gestire un mondo che cambia in continuazione con variabili non controllate e non ancora conosciute.

Maturata questa consapevolezza, diventano importanti due fattori che i TMM devono affrontare.  Per prima cosa bisogna fare una responsabile e corretta autovalutazione delle proprie competenze. Attraverso una seria disamina personale e confrontare la propria esperienza con quella degli altri. La seconda cosa indispensabile da fare, individuati i “Gap” di competenze, colmarli attraverso la formazione e l’apprendimento continuo.

Le competenze ricercate nei manager dalle aziende

Le competenze non sono innate nelle persone, ma si coltivano e si migliorano mettendo insieme nuove informazioni e nozioni con l’esperienza maturata, utilizzando poi, la teoria e la pratica nella quotidianità, si trasforma quanto appreso in l’abilità e competenza.

Se vuoi validare la tua autovalutazione di competenza o avere maggiori informazioni sui corsi di formazione, chiedi a noi: info@travelforbusiness.it

 


Share This Post

Ivano Gallino
Curioso di tutto ciò che mi circonda, mi piace trasferire le mie esperienze e conoscenze agli altri. Nella mia attività professionale mi sono da sempre occupato di mobility e travel. Ricoprendo diversi ruoli di responsabilità, ho sviluppato competenze nel marketing, nella gestione dei processi aziendali, nella comunicazione sui social media e nello sviluppo motivazionale delle risorse umane. Formatore iscritto all'albo professionale AIF, Associazione Italiana Formatori.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>