Share This Post

Business destinations

Vivere negli Emirati Arabi Uniti: per lavoro o per studio

Vivere negli Emirati Arabi Uniti: per lavoro o per studio

Sono diverse le ragioni per cui gli Emirati Arabi Uniti sono divenuti una destinazione molto popolare non solo sul piano meramente turistico, ma anche su quello della rilocazione per motivi personali, di studio o di lavoro.

Situati nel cuore del Medio Oriente, gli Emirati Arabi Uniti costituiscono uno dei paesi più liberali ed occidentalizzati di tutta l’area del Golfo, ospitando più di 150 nazionalità da tutto il mondo (solo l’11% della popolazione è locale).

La presenza massiccia di residenti stranieri è dovuta all’offerta di numerose opportunità lavorative che il paese offre e ad un contesto essenzialmente tax-free e business-friendly che incoraggia lo sviluppo dell’imprenditoria straniera.
​Il clima estivo tutto l’anno, la prossimità alle maggiori destinazioni turistiche asiatiche e l’alta qualità di vita, ne fanno poi la meta ideale dove trasferirsi.

Si riportano qui di seguito alcune informazioni chave e di orientamento in relazione al paese.

Visto di residenza per gli Emirati Arabi Uniti

Per vivere negli Emirati Arabi Uniti è necessario acquisire un visto di residenza, il quale può ottenersi tramite impiego lavorativo, studio, investimento immobiliare o quando si è semplicemente a carico di un familiare che già dispone del visto di residenza e di un determinato livello di reddito.

Il visto è sempre rinnovabile alla scadenza (ogni 2-3 anni a seconda dell’autorità che sponsorizza) ed è fondamentale per eseguire svariate attività, quali l’ottenimento della patente di guida locale, l’apertura di un conto corrente o l’affitto di proprietà su base annuale.

Clima

Il clima del paese è sub-tropicale con estati roventi ed inverni caldi. I mesi più caldi vanno da maggio a settembre, con una temperatura che oscilla tra i 35 e 50 gradi centigradi, accompagnata da alti livelli di umidità. Il clima si rinfresca da ottobre fino alla fine di aprile, con temperature gradevoli comprese tra i 20 e 30 gradi centigradi e con bassa umidità. Il paese è, tuttavia, ben organizzato per rendere queste condizioni vivibili per i suoi residenti, grazie alla diffusa installazione di sistemi di aria condizionata in abitazioni, uffici, taxi, tram, fermate di autobus e centri commerciali. Le piogge sono infrequenti e solitamente si verificano nei mesi tra novembre e marzo, con livelli medi di precipitazione di 152 mm.

Lingua

L’arabo è la lingua ufficiale del paese, ma l’inglese è il linguaggio più utilizzato nelle comunicazioni vista la presenza delle tante nazionalità che popolano il territorio.

Sistema sanitario degli Emirati Arabi Uniti: requisito per il visto 

Gli EAU dispongono di un sistema sanitario considerevolmente qualificato e di alcune delle strutture migliori al mondo, con dottori altamente specializzati provenienti perlopiù da paesi occidentali.

I costi sono generalmente elevati se non si è in possesso dell’assicurazione sanitaria locale, la quale costituisce, peraltro, un requisito essenziale per l’ottenimento del visto lavorativo.

Educazione

Grazie a continui investimenti nel settore dell’educazione, gli EAU costituiscono una delle destinazioni più attraenti per gli studenti da tutto il mondo. Vi sono numerose scuole private internazionali, oltre che colleges ed università di alto profilo che offrono programmi di formazione occidentali. Le rate scolastiche sono care e la loro accessibilità dipende dal livello di reddito.​

Sistema Bancario

Le maggiori banche internazionali e le loro sussidiarie hanno stabilito la loro presenza negli EAU attraverso l’apertura di numerose sedi secondarie. I loro uffici possono rinvenirsi anche all’interno dei centri commerciali, dove è possibile aprire un conto corrente, ottenere una carta di debito/credito con cui ritirare contante o da usare per le transazioni, che siano online o meno.

Tassazione

Uno dei maggiori vantaggi di vivere negli Emirati Arabi Uniti è la prevalente mancanza di tassazione, soprattutto sul reddito personale e corporativo. Tuttavia, vi sono tasse municipali sulle proprietà, hotel o ristoranti e, a partire dal 1 gennaio 2018, verrà introdotta l’IVA al 5%.

​​Alloggi da affittare per vivere negli Emirati Arabi Uniti

Il mercato immobiliare è abbastanza attivo negli EAU, sia per gli affitti che per le vendite. I costi sono aumentati notevolemente negli ultimi anni ma tale andamento si è recentemente invertito con la caduta dei prezzi del petrolio. Le città più care sono quelle di Dubai ed Abu Dhabi, mentre nei restanti Emirati i prezzi sono molto accessibili. Diversi edifici includono servizi come piscine, palestre, saune e parcheggi coperti.

I migliori siti internet da consultare per la ricerca di proprietà immobiliari sono https://www.propertyfinder.ae/ e https://uae.dubizzle.com/.

Costo della Vita 

Nelle principali città degli EAU, il costo generale della vita è pari a quello delle maggiori capitali europee e del resto del mondo. Se da una parte la tassazione risulta essere praticamente minima, dall’altra alcuni costi risultano essere particolarmente elevati, come per l’alloggio o per i cibi importati. Tutti i prodotti elettronici risultano, invece, meno cari che in Occidente e le utenze sono regolamentate dal governo di ogni singolo Emirato, cosicché i prezzi variano a seconda della località.

Prodotti alimentari e bevande

Negli EAU è possibile trovare cibo e bevande provenienti da tutto il mondo, essendo il settore alimentare e delle bevande importato al 90% e senza limitazioni, eccetto specifiche restrizioni per la carne di maiale e sostanze alcoliche, le quali possono facilmente essere acquistate in punti vendita specifici.

Il consumo di alcol viene ammesso all’interno di strutture alberghiere o presso le proprie abitazioni se si è in possesso di un’apposita licenza.

Luoghi d’interesse o d’intrattenimento

Gli EAU offrono diverse attrazioni turistiche che meritano di essere visitate e dove trascorrere momenti di svago. Tra questi, vale la pena visitare il Dubai Mall, assistere allo spettacolo delle fontane della torre più alta del mondo, Burj Khalifa, provare l’ebbrezza dello sci allo Ski Dubai del Mall of Emirates, visitare la Sheikh Zayed Mosque di Abu Dhabi e vivere l’avventura del safari nel deserto.

Gli Emirati sono stati, inoltre, recentemente classificati dal Forum Economico Mondiale come il secondo paese più sicuro al mondo e con il più basso tasso di criminalità, ai sensi del Travel and Tourism Competitiveness Report 2017.

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterEmail this to someone

Share This Post

Mara Di Marco
Laureata cum laude presso la facoltà di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” ed in possesso del Master di II livello in Tutela Internazionale dei Diritti Umani, mi sono trasferita negli Emirati Arabi Uniti nel 2014 a seguito della mia assunzione presso un’azienda europea di energie rinnovabili, in cui ho ricoperto incarichi gestionali-amministrativi. Parlo fluentemente l’inglese, il francese e lo spagnolo, ho una conoscenza intermedia della lingua araba, oltre a principi nozionistici della lingua turca e russa. Dal 2016 ricopro l’incarico di Direttrice Generale di UAEstablishment, società italiana di consulenza aziendale di cui sono la fondatrice.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>