Share This Post

Travel tips

Come gestire le spese sanitarie negli Stati Uniti in occasione di un viaggio

Avrete senza dubbio sentito dire che i costi per le prestazioni mediche, anche d’urgenza, sono stratosferici in USA. Questo vuole dire che anche interventi banali come un rapido check up dopo un lieve malore o la fasciatura di un polso slogato possono arrivare a costare migliaia di dollari che sono a totale carico del paziente.

Il sistema sanitario Statunitense prevede, in estrema sintesi, anche per gli stessi cittadini americani tutela esclusivamente per gli ultrasessantacinquenni (indipendentemente dal reddito) ed una assistenza  rivolta ad alcune fasce di popolazione a basso reddito.

Soluzioni per spese sanitarie negli USA

Nel caso in cui ci si rechi negli Stati Uniti senza alcuna copertura assicurativa (sconsigliabile) e ci si ritrovi in una condizione in cui si ha bisogno di cure mediche, si possono considerare alcune soluzioni.

  • Per casi non gravi, è possibile chiamare un ospedale o presidio medico per farsi consigliare un dottore specifico per il problema. Solitamente questa è l’alternativa meno costosa a recarsi presso un pronto soccorso (conosciuto come E.R., Emergency Room).
  • Per casi non gravi o media gravità, ci si può anche rivolgere a cliniche private. Anche qui i costi restano più contenuti che in E.R., ma è meglio dare un occhio agli esami prescritti talvolta non pertinenti e magari costosi!

Spese Sanitarie

Ci sono tante storie che parlano di nostri connazionali che sono stati ricoverati negli Stati Uniti ed erano sprovvisti di un’assicurazione sanitaria USA, tanti dopo anni sono ancora immischiati in processi per le richieste di pagamento delle strutture che li avevano ricoverati. Sappiate che anche la retta ospedaliera può arrivare a cifre astronomiche, soprattutto in reparti particolari: si parla anche di 10.000 dollari al giorno!

Ora senza neanche arrivare ad ipotizzare degenze lunghe legate a malattie particolari oppure ad incidenti automobilistici, immaginatevi a quali cifre si possa arrivare…

Esempi di costi sanitari negli Stati Uniti e in Paesi Extra Europa

Ma più che le parole forse è meglio qualche esempio…anche perché non sono solo gli Usa ed il Canada ad essere costosi

  • Una visita presso il pronto soccorso a Miami, USA: 53.000 Euro
    • Una grave bronchite a Montreal: 25.000 Euro
    • Una gamba fratturata ad Antalya, Turchia: 16.900 Euro
    • Un taglio o una ferita nel ginocchio in Grecia: 3.500 Euro
    • Una spalla slogata in Spagna: 3.223 Euro
    • Una gastroenterite a Santo Domingo: 3.010 Euro
    • Un mal di gola ad Hammamet, Tunisia: 772 Euro
    • Un’emicrania a Hurghada, Egitto: 651 Euro

Share This Post

Umberto Sartin
Umberto Sartin, classe 1965 lavoro da quasi 30 anni nell'ambito delle assicurazioni con particolare rilievo nel settore retail e delle polizze "specialistiche". Socio della Berni & Sartin Assicurazioni, presidente provinciale Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione di Alessandria da due anni formatore AIF nell'ambito assicurativo collaboro con società di formazione quali Gamos e Conaform.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>