Share This Post

Travel tips

Dove vuoi andare? Te lo dice Google Trips

Come sarebbe bello poter, in qualsiasi istante, essere sempre connesso con il proprio viaggio.
Un pensiero, un’esigenza più volte sentita dai tanti viaggiatori, che è stata colta da Google.

Google stava lavorando da tempo ad un’applicazione di viaggio che integrasse le comunità locali a Google Maps e ai dati di milioni di recensioni ed immagini che girano in rete, nella sua rete.
Ed è il gioco è fatto! Con Google Trips si può  sperimentare un nuovo modo di viaggiare, sempre più “personalizzato” che, attraverso l’applicativo, tiene traccia delle escursioni giornaliere, prenotazioni, punti di interesse, attrazioni turistiche, ristoranti e tanto altro ancora.

screen-shot-googletrips-travelforbusinessBastano pochi click nella ricerca per scoprire tutte le informazioni riguardanti ad un determinato paese, una città o una zona che si vuole andare a visitare, per affari o per piacere.
Sullo schermo di ogni città, ci sono mappe colorate che illustrano diverse sezioni come “luoghi visitati o salvati come interesse, i “piani del giorno”, “mangiare e bere”, “come muoversi”, “cose da fare” e tanto altro.

L’applicativo Google Trips è talmente straordinario che permette di ricercare informazioni di vario genere, in base alle proprie preferenze e mostrare anche attrazioni vicine, per le fasce di orario in cui abbiamo “disponibilità”.

Immaginate di effettuare un meeting di lavoro nella mattinata e avete un “buco” nel primo pomeriggio. Collegandosi a Google Trips potete scovare nuovi posti da visitare o locali da frequentare per la fascia d’orario libera e visibile nel dispositivo.

Oltre agli aspetti “ludici” o di interesse personale, la app di Google permette di tenere traccia anche di tutto l’itinerario di viaggio programmato all’origine: piano di volo, hotel, auto, prenotazioni varie.

Cosa c’è di inquietante in tutto questo?

Saremo mai liberi di decidere per gli imprevisti?

Potremo mai veramente sperimentare la coscienza della scoperta vera?

Saremo solo dei burattini che saranno guidati dove vogliono gli altri?

L’applicazione sarà estremamente utile per i viaggiatori, ma sarà un importante mezzo di raccolta di ulteriori dati personali che saranno registrati da Google stessa. E abbiamo già visto, nei recenti articoli, come questi dati determinino non solo i nostri comportamenti ma anche le propensioni all’acquisto e le nostre decisioni personali.

Certo, la tecnologia è importante e ci rende più efficienti. Ma non toglietemi la voglia di scegliere e scoprire realmente e in modo autentico.


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>