Share This Post

Travel tips

Come evitare lo smarrimento dei documenti personali in viaggio

Ognuno di noi possiede tantissimi documenti e carte personali e che ci permettono di vivere, farci identificare e operare in diverse situazioni. Quando però viaggiamo abbiamo la necessità di condensare questi “elementi essenziali” in una borsa o in una valigia che trasportiamo sulle spalle o che issiamo negli alloggiamenti dedicati ai bagagli, cerchiamo dunque di capire cosa fare per evitare lo smarrimento dei documenti.

Quello che dovremmo chiederci è : “tutta questa “roba” è davvero fondamentale da portare con noi? E se dovessimo perderla?”

Vi forniamo alcune semplici precauzioni  che possono essere adottate quando si viaggia.

Come richiedere un passaporto provvisorio

Chi viaggia per affari non può non possedere un passaporto. Ma se si dovesse perdere si andrebbe immediatamente in panico perché le semplici operazioni di imbarco o di riconoscimento all’estero sarebbero compromesse. La cosa più semplice da fare è  una fotocopia delle prime pagine con i vostri dati personali e con il numero del passaporto. Questo perché vi aiuterà nelle pratiche di emissione dell’ ETD (Emergency Travel Document) definito anche come “Documento provvisorio in caso di smarrimento o furto all’estero del passaporto”

Questo documento viene rilasciato dalle Rappresentanze diplomatiche e gli Uffici consolari di prima categoria,  in favore dei cittadini comunitari che abbiano smarrito oppure abbiano subito il furto del proprio documento di viaggio nel territorio di Paesi in cui lo Stato membro d’origine non dispone di rappresentanza diplomatica o consolare permanente.

Ma attenzione! L’ETD è valido per un solo viaggio e per il solo  tempo necessario per il raggiungimento della destinazione finale che è solitamente il rientro in patria.

Per maggiori informazioni si ricorda sempre di  consultare il sito a cura del MAE www.viaggiaresicuri.it

 

Chi chiamare se si perde la Carta di credito

Che cosa succede quando smarrisci o ti viene rubata la carta di credito all’estero? Devi immediatamente chiamare l’ente emittente in modo da disattivare la carta. Infatti, se è stata rubata e il ladro riesce ad utilizzarla per fare dei pagamenti, la tua responsabilità è  limitata a un massimo di 150 euro e solo se l’uso della tessera è avvenuto prima della comunicazione di smarrimento. Tutto il denaro che ti viene sottratto dopo la segnalazione, invece, ti deve essere rimborsato.

È quindi necessario mettersi nella propria rubrica, o segnarli in un apposito taccuino, i numeri da chiamare perché all’estero sono diversi! …e magari non tenere questi numeri nel portafoglio…

 

Mettere in sicurezza la vostra borsa

FurtoUno dei modi migliori per proteggere la vostra borsa è quello di rendere scomodo lo scippo o il furto. Quando viaggio vedo moltissimi bagagli incustoditi o gettati frettolosamente sugli scomparti del treno o dell’aereo e poi vedere il viaggiatore addormentarsi in un sonno profondo.

La soluzione è quella di acquistare un cavo da viaggio collegato con voi e il vostro bagaglio. Sembrerà un “guinzaglio” ma vi assicuro che è un’ottima soluzione per proteggere la borsa soprattutto quando i  mezzi sono molto affollati.

Inoltre, sembra roba dei tempi dei miei nonni, ma le cinture porta danaro/tessere funzionano ancora!  Le potete acquistare tranquillamente su Amazon ad un costo tra i 50 e 80 euro a seconda del modello.

Altra soluzione è quella di TRACKR, un portafoglio con GPS incorporato. Lo si inserisce al portafoglio è il gioco è fatto. Potrete localizzarlo attraverso bluetooth o crowd GPS. www.thetrackr.com.

 

Tutto in una nuvola?

Molti documenti possono essere trasportati anche in modo “virtuale” e facilmente accessibili anche in situazioni in cui non siamo più in possesso del nostro smarphone o tablet.

La soluzione si chiama “cloud”, in pratica si archivia nella “rete” tutto quello che vogliamo salvaguardare e riprendere, anche in un internet café, in caso di perdita accidentale.

 

Qualche spicciolo da tenere in tasca

Infine tenete sempre in tasca qualche moneta di piccolo taglio. Il dollaro è sempre apprezzato ovunque e in caso di rapina è meglio non lasciare a bocca asciutta gli aggressori, potrebbero innervosirsi.

 

 


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>