India

L’india dal punto di vista del viaggiatore d’affari.

Sebastiano Ramello da sempre gira il mondo e da oltre 12 anni è consulente internazionale nel settore vino, dove si è occupato di aprire e consolidare mercati internazionali per le aziende vinicole italiane. Ogni anno trascorre i mesi di novembre e dicembre tra Cina e Hong Kong. Noi lo abbiamo raggiunto al suo arrivo in India dove in questo momento si trova per affari. Abbiamo parlato molto di India sul nostro portale, attraverso le storie di altri viaggiatori d’affari come te. Puoi raccontarci qualche novità? “L’India, purtroppo, sempre più sta perdendo il fascino di un tempo, quello che per loro è diventato un leggero benessere non ha che centuplicato l’inquinamento. Considera che oggi l’India è considerato lo stato più inquinato al mondo e le sue città sono diventate davvero invivibili ...[Read More]

Aerocity: la cittadella business friendly di New Delhi

Preparando l’ultimo viaggio d’affari in India per il quale era prevista una tappa a New Delhi ci siamo confrontati con diversi interlocutori per valutare quale potesse essere la location migliore per quel soggiorno. Nonostante opinioni contrastanti abbiamo optato per un albergo presso la cittadella Aerocity; dal nome capirete facilmente che si trova molto vicino ai terminal per voli domestici ed internazionali della Capitale (quindi nella prima periferia a sud-ovest). City e Cyber Hub di Gurgaon La “City” si trova in una posizione davvero strategica tra New Delhi e la città di Gurgaon (stato di Haryana) che negli ultimi anni è diventata un importante polo industriale, IT e finanziario attraversando un notevolissimo incremento demografico con relativo sviluppo urbanistico. Gurgaon oggi gode...[Read More]

Come viaggia l’ambasciatore del vino. La storia di Sebastiano Ramello

Da quando aveva 17 anni non ha mai smesso di viaggiare. E oggi trascorre più di 250 giorni all’anno in giro per il mondo. Travel for business ha avuto il piacere di intervistare Sebastiano Ramello, un appassionato di viaggi, di scoperte e di esplorazione di nuove culture, in grado di instaurare nuovi rapporti professionali in ogni paese che visita. Sebastiano, 43 anni di origine piemontese (Cuneo per la precisione) ha unito, dieci anni fa, le sue passioni del viaggiare, della comunicazione e del vino per farne la sua attività principale: Wine Selection Sebastiano Ramello. Un’organizzazione riconosciuta a livello mondiale che è diventata presto il portavoce, o meglio un ambasciatore privato – come Sebastiano ama definirsi – dell’eccellenza dei vini italiani nel mondo. Sebastiano, puoi...[Read More]

Etichetta in India e pratiche di business

Fare business in territorio indiano significa entrare in un sistema culturale e sociale completamente diverso dal nostro. Conoscere le usanze di un popolo dalla storia così vasta e assimilarne le usanze è il primo passo da compiere nelle relazioni d’affari. Ecco alcuni aspetti dell’etichetta in India da osservare nel corso delle relazioni commerciali così come nella quotidianità. Il primo incontro di lavoro in India Fare la conoscenza del proprio socio in affari è un evento che richiede il rispetto di alcune norme di comportamento. E’ usanza in India farsi introdurre da una terza persona, anziché presentare direttamente se stessi alla controparte. La cultura indiana dà molta importanza ai legami, tanto che molti rapporti di lavoro si basano proprio su un solido rapporto u...[Read More]

Come gestire i trasferimenti interni e la sicurezza per i voli in India

Qualche settimana fa vi ho raccontato del viaggio di Novembre con tappe a Bangalore e Mumbai, ecco oggi vi voglio parlare proprio del trasferimento interno effettuato con volo domestico. Viaggiare in aereo in India o dall’India richiede attenzione ad alcune norme di sicurezza che tutte insieme – al momento – non ho mai ritrovato in nessun altro paese. L’ingresso al terminal è consentito solo ai titolari di biglietto aereo con partenza nello stesso giorno o nelle prime ore del giorno seguente, quindi il primo controllo nel quale ci si imbatte è proprio quello incrociato tra passaporto e stampa del biglietto (ma potete anche mostrare lo schermo di smartphone, tablet o laptop). Se per caso vorrete uscire di nuovo – per esempio per fumare un’ultima sigaretta all’aria aperta- dovret...[Read More]

Rupia Indiana, il Black Money Crackdown

Ero appena arrivato all’aeroporto di Dubai, quando mi sono imbatto in una news on line davvero singolare. Ma è mai possibile, mi domando? Eppure era tutto vero, e quello che è più grave è che è accaduto in modo così improvviso. Lo hanno chiamato BLACK MONEY CRACKDOWN il provvedimento  a sorpresa del primo ministro indiano Narendra Modi che vieta le banconote da 500 e 1.000 rupie. Un onda d’urto impressionante che ha coinvolto tutto il paese, e naturalmente con vigorose proteste in piazza che hanno paralizzato il traffico su molte vie.  Ci ho messo più di 40 minuti a superare un casello autostradale! Per i meno pratici di valuta indiana… 500 Rupie al cambio di oggi valgono meno di…. 7.00 euro. Ed io avevo conservato quelle due banconote dall’ultimo viaggio giusto per una c...[Read More]