Share This Post

Evento

Programma della terza edizione del workshop dedicato alla diversità culturale e alla biodiversità, 28 e 29 maggio

Diversamente responsabili e biodiversi per una leadership collaborativa e contributiva” è il leitmotiv della terza edizione del workshop dedicato alla diversità culturale e alla biodiversità, che il 28 e 29 maggio connette oltre 25 speaker tra esperti, professionisti, manager, ricercatori, volontari, visionari di diverse generazioni riuniti in modalità digital live attorno a 5 tavoli tematici, per condividere senza confini geografici, fisici e mentali  best practice, soluzioni pratiche, sinergiche, replicabili, in grado di coinvolgere le persone attivamente e incidere quotidianamente sul benessere del pianeta!

A una settimana di distanza dalle “Giornate internazionali della Diversità culturale e della Biodiversità”,  il 28 e 29 maggio in occasione della terza edizione del workshop dedicato a questi due importanti valori, si connetteranno dall’Italia e dall’estero oltre 25 speaker tra esperti, professionisti, manager, ricercatori, volontari, visionari di  diverse generazioni e background riuniti intorno a 5 tavoli tematici arte-cultura, ambiente-territorio, educazione-formazione, impresa-lavoro, salute-benessere.

“Nell’anno dedicato alla Biodiversità volevamo fare qualcosa di diverso – ci spiega Olimpia Ponno ideatrice e organizzatrice del workshop – poi è arrivato COVID19 come un fulmine a ciel sereno ed ecco il vero cambiamento di rotta … Questa terza edizione, partendo dal distanziamento sociale, vuole promuovere la vicinanza sociale, cogliendo l’opportunità di rivedere le carte, sedersi  e lavorare insieme a speaker d’eccezione che quotidianamente si impegnano con i loro valori, obiettivi, la loro curiosità e creatività a tradurre nella pratica quotidiana la diversità culturale e la biodiversità intese come mindset, approccio, atteggiamento, intenzionalità, azione che  coinvolgono, motivano, valorizzano dai bambini agli adulti, e che con il loro fare contribuiscono alla salute, al benessere, alla sicurezza, al rispetto, alla dignità delle persone, dei veri ambassador del rinnovamento sociale. Per citare l’antropologa Margaret Mead “Non dubitiamo mai che un piccolo gruppo di individui coscienti e impegnati possa cambiare il mondo. É proprio in questo modo che ciò è sempre accaduto”.

“Da nord a sud dell’Italia e oltre confine esistono delle realtà e delle persone incredibili –  sottolinea Claudia Origoni responsabile pubbliche relazioni del workshop – di cui spesso  non abbiamo contezza. Per fare qualche esempio penso a Rondine Cittadella della Pace e alla loro mission, al Movimento delle Mamme di Modica e alla loro Coperta senza confini, alla Missione di Dress For Success che prepara le donne all’indipendenza economica, a La Scugnizzeria di Scampia, al polo museale di Castel Sant’Elmo a Napoli che con l’artista Paolo Puddu mira ad avvicinare e integrare il pubblico dei non vedenti. Tutti i protagonisti del workshop, che hanno aderito al nostro invito, tra cui anche i giovani, sono esempi straordinari  di una leadership collaborativa e contributiva 

Il workshop, che rispetta e promuove gli obiettivi sostenibili dell’agenda 2030, grazie ai partecipanti vuole favorire la collaborazione tra reti di persone senza barriere; raccogliere e condividere informazioni utili alle comunità italiane e straniere; documentare azioni quotidiane puntando su innovazione e sviluppo, bellezza e creatività, capitale umano e territorio, incentivando il pragmatismo in un periodo storico in cui paure, disorientamento, incertezza sono dilaganti;  salvaguardare le identità e le culture locali, regionali  mettendole a disposizione di ecosistemi ben più ampi e lontani; dimostrare come lo scambio culturale unisce, rafforza, ispira, dà speranza, accorcia le distanze, risolve; connettere le persone e agevolare l’accessibilità a diverse espressioni culturali online e offline; migliorare il benessere emozionale, morale, intellettuale, spirituale, economico degli esseri umani per impattare direttamente e indirettamente sugli essere viventi e l’ambiente.

Protagonisti e programma

Giovedì 28 maggio  ore 10.00-11.30  Tavolo Arte-Cultura

  • Domenico Sturabotti (Lazio) – Direttore Fondazione Symbola con Diario di bordo e #iosonocultura
  • Arianna Salemi (Sicilia) –  Progetto-Evento Le Mamme di Modica
  • Edin Kovacevic (Tentino) – Progetto Poesie Erranti
  • Elisa Cappielo (Toscana) –  Progetto Angolo di Apollo
  • Annamaria Romano (Campania) – Direttore Castel Sant’Elmo  con Claudia Borrelli storico dell’arte e  con  l’artista Paolo Puddu autore di “Follow The Shape”
  • Paola Musa (Lazio) – Poetessa, scrittrice, paroliere

Giovedì 28 maggio  ore 15.00-16.30 Tavolo Ambiente-Territorio

  • Anna Re (Lombardia) – Resp Relazioni Esterne Rete Ambiente -“Leggere e vivere il suolo”, “Green Job, il caso Basilicata”, “Ambiente costruito, il caso di  Ferrara”
  • Rosario Esposito La Rossa (Campania) – La Scugnizzeria
  • Christian Perri (UK) – ID Verde
  • Simona Ferro (Lazio) – Courtyard By Marriott Rome Central Park

Venerdì 29 maggio ore 10.00-11.30 Educazione-Formazione

  • Teresa  Ferrarese (Lazio)  – Segretario Generale & Co-fondatrice con  Diletta Locci (Lazio)  –  Content Creator     per il  Progetto Dress for Success Rome,  Associazione no profit
  • Pres Beatrice Gregorini  (Marche) e Lucia Rispoli (Lazio) – Le favole al telefono, Laboratorio CentroVoce
  • Franco Bolelli e Manuela Mantegazza 0(Lombardia) –  Festival dell’Amore ed educazione ai sentimenti
  • Giulia Romagnolo (Puglia) – Progetto IE Program
  • Andrea Righi (Marche) – Progetto Italian Cracks
  • Gala Ivkovic (Toscana) – Project Manager Progetto Itaca, Associazione Rondine  Cittadella della Pace

Venerdì 29 maggio ore 15.00 alle 16.30 Impresa-Lavoro e Salute-Benessere

  • Elena Favilli (US) – Timbuktu Labs
  • Valerio Valeri (Lazio) – Consulente del Lavoro esperto di Welfare e Smartworking
  • Tatiana Coviello (Lombardia)  – Digital Transformation Strategist & Author –      Fiducia aumentata e  Ripresa sociale
  • Santo Rullo (Lazio)  – Psichiatra,  “Ecos mind” help desk psicosociale e “Crazy for    Football”
  • Christian Perri  (UK) – First Volley All Nations
  • Olimpia Ponno, Michele Sgaramella, Antonio Strillacci con il Progetto “Tuo figlio un pesce in rete”

 

Contatti

 Olimpia Ponno- Ideatrice e organizzatrice dell’evento- Formatrice, specializzata in risorse umane e responsabilità sociale attiva- Membro InterNations, Past President MPI Italia, Positive Impact Ambassador
info@olimpiaponno.com MB + 39 3351019494

 

Claudia Origoni – Resp. pubbliche relazioni dell’evento Imprenditrice, scrittrice, membro BNI
claudiaorigoni@yahoo.it MB + 39 3393884577


Share This Post

Informazioni di settore
Una selezione di comunicati stampa e notizie di settore nel business travel

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>