Mobility Management

Al rientro dalle vacanze qualche notizia sulla mobilita’

Oggi che in molte città è ripreso il regolare traffico di veicoli e pendolari, il pensiero non può che andare a Genova dove, a causa del crollo del ponte Morandi, chi deve attraversare la città è costretto ad affrontare lunghe code e percorsi alternativi, con conseguente allungamento dei tempi e dei km percorsi. Tuttavia, la situazione di generale difficoltà sta creando molti fenomeni positivi di aggregazione e solidarietà tra i cittadini. Nascono spontaneamente, a causa della necessità, forme di condivisione dei veicoli e di car pooling per gli spostamenti, che favoriscono, oltre al risparmio dei costi, anche l’alleggerimento del traffico.  Occorre però che in tempi rapidi si trovino soluzioni strutturali, volte a dare a Genova una viabilità adeguata e a supportare e favorire lo sviluppo ...[Read More]

16-22 settembre: SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITÀ 2018

Il Ministero dell’Ambiente aderisce anche quest’anno alla Settimana Europea della Mobilità e coordina e supporta le iniziative e gli eventi organizzati da Comuni e associazioni. L’obiettivo dell’edizione 2018 è quello di superare il record di 2.526 adesioni stabilito l’anno scorso, mentre per l’Italia è la conferma tra i Paesi con il maggior numero di adesioni a livello europeo. Giunta quest’anno alla 17a edizione, è ormai diventata un appuntamento fisso e irrinunciabile per tutte le amministrazioni e per tutti i cittadini che si vogliono impegnare sulla strada della sostenibilità e del miglioramento della qualità della vita delle nostre città. Il Ministero precisa che tale miglioramento va verso la direzione della sostenibilità ambientale unita alla crescita economica locale e alla qualit...[Read More]

Nuove soluzioni per l’economia delle flotte aziendali.

Molti gestori delle flotte aziendali, negli anni si sono ritrovati a dover trovare soluzioni diverse o inventare qualche escamotage per affrontare le criticità del proprio parco auto per composizione o numero. Criticità dovute alle mutate esigenze interne, quando i veicoli non sono più adeguati alle necessità, oppure per il variato numero di utilizzatori e con contratti di noleggio troppo stringenti e dover sostenere comunque i costi legati alle autovetture. Sempre più le difficoltà di gestione,

La Mobilità è un bene comune!

Ad affermarlo è Andrea Camanzi, presidente  dell’Autorità di regolazione dei trasporti, nel corso della presentazione  del 5° Rapporto annuale al Parlamento, al quale era presente anche il Presidente della Repubblica. Motore dello sviluppo economico e sociale del Paese, diventa essenziale l’integrazione con il Piano strategico per il Turismo 2017/2022 e fondamentale per l’attuazione dei piani di spostamento dei flussi turistici su tutto il territorio nazionale. Dalle grandi aree Urbane ai trasporti extraurbani, ferroviari e aeroportuali, ART ha segnalato diverse aree di interventi per rendere l’insieme dei trasporti più efficienti, integrati e sostenibili. Infatti cresce sempre più la consapevolezza tra gli utenti nei propri diritti  e con essa la legittima domanda di ave...[Read More]

Mobilità urbana: qual è la qualità dell’aria che respiriamo

Qual è la qualità dell’aria e della mobilità urbana nelle principali  città italiane? A svelarlo è una interessante indagine realizzata da un gruppo di esperti del CNR-IIA (Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto sull’Inquinamento Atmosferico) e di Kyoto Club, Gruppo Mobilità Sostenibile, prendendo come riferimento l’area comunale di ogni Città Metropolitana. Le città  che sono state oggetto dello studio sono state Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino, Venezia. Vediamo alcuni aspetti salienti, analizzati negli ultimi 10 anni, che hanno portato alla realizzazione del rapporto MobilitAria 2018 L’Italia è ancora uno dei paesi europei in cui l’inquinamento dell’aria fa più vittime, con 79.820 morti pr...[Read More]

Chi gestisce la mobilità scolastica, tra dubbi e opportunità

Le scuole e i distretti scolastici devono individuare, dallo scorso anno per legge, un docente che, su base volontaria, si occupi con responsabilità della mobilità della propria scuola. Tale compito consiste nella realizzazione e nell’aggiornamento annuale dei Piani di Spostamento Casa/ Scuola, nella redazione di un documento concernente l’accessibilità del sito scolastico nel suo insieme, in termini di fruibilità e sicurezza. Obiettivi del Mobility Manager Scolastico L’obiettivo è molto chiaro, favorire sia gli studenti sia il corpo docenti ad utilizzare i mezzi pubblici per gli spostamenti, i mezzi alternativi come la bicicletta per tratti brevi, e integrare i servizi quando possibile: treno, bus e bici in modo efficace. Inoltre disincentivare sempre più l’uso dell’auto privata con una s...[Read More]

Il Mobility Management del futuro rivoluzionerà il nostro modo di vivere

Come può il mobility management cambiare il nostro modo di vivere? Ci aiutiamo con un esempio pratico per spiegare cosa si intende. Molte città italiane della Pianura Padana,  così come metropoli come  Roma e Napoli, negli ultimi anni hanno registrato oltre  80 giorni di sforamento delle soglie di inquinamento dell’aria a causa del CO2 e del PM10. Intervenire per invertire la tendenza non è solo necessario,  ma è anche urgente. Sia l’Unione Europea, sia i vari Osservatori Ambientali hanno più volte richiamato l’attenzione su questo tema. I problemi legati al traffico e al conseguente inquinamento dell’aria,  per anni sono passati in secondo piano e i provvedimenti presi dalle Amministrazioni Pubbliche sono stati spesso estemporanei e poco incisivi. Già oggi in Italia vi sono circa all’anno...[Read More]

Mobilità sostenibile: mobility manager scolastico, se ci sei batti un colpo!

Dal 2 febbraio 2016 è entrata in vigore la legge 221/16 “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”. Entro i 60 giorni dall’entrata in vigore della norma il Ministero della Pubblica Istruzione, come previsto negli art 5/6 della legge stessa, deve emanare le linee guida per consentire, agli istituti scolastici di ogni ordine e grado, di nominare la figura del Mobility Manager Scolastico. I compiti del Mobility Manager Scolastico I compiti del Mobility Manager Scolastico, non così differenti da quelli del collega che si occupa dell’azienda, si realizzano e attuano attraverso la realizzazione del Piano Spostamento Casa Scuola Casa, dopo aver svolto un’attenta attività di analisi: sui percorsi degli st...[Read More]

Concluso il primo Corso di formazione per diventare Travel & Mobility Manager

Con l’ultimo modulo, tenutosi venerdì 18 novembre, si è concluso a Torino il Corso di formazione che il professional network ResForMa Srl ha organizzato in collaborazione con Travel for business, la prima community dei viaggiatori d’affari. Un percorso dedicato ai futuri Travel e Mobility Manager per sviluppare le nuove competenze nella gestione della mobilità aziendale. Le quattro giornate di formazione hanno accompagnato i partecipanti allo sviluppo del know how necessario per affrontare con successo la gestione della mobilità aziendale integrata. Determinante anche la valorizzazione di come la gestione della mobilità si integri perfettamente con la gestione dei viaggi aziendali (travel management) e delle flotte (fleet management). E come le aree siano sinergiche non sono per otti...[Read More]

Mobilità Sostenibile: parte la sperimentazione nazionale sui piani di spostamento casa e lavoro

Con Avviso pubblicato su Gazzetta Ufficiale (Serie Generale n. 239 del 12 ottobre 2016) si annuncia l’emanazione del Decreto ministeriale n. 208 del 20 luglio 2016 che approva il “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro” e definisce le modalità per la presentazione dei progetti. Il Ministero dell’Ambiente in conseguenza della firma al “trattato di Parigi” e l’impegno dell’Italia a diminuire entro il 2030 del 40%, le emissioni di CO2, hanno promosso con il decreto ministeriale sopra indicato, una serie di progetti finanziabili, per favorire gli spostamenti casa- lavoro e casa scuola eco-sostenibili. Il programma prevede il finanziamento di progetti, predisposti da Enti e Amministrazioni Pubbliche, comunque in un ambito territorial...[Read More]

Flotta aziendale, i vantaggi di una gestione efficiente

Gestire al meglio la flotta aziendale è una necessità crescente per molte aziende. In questo articolo vi spieghiamo come migliorare l’utilizzo della flotta aziendale di autoveicoli. Le flotte sono di solito composte da due tipologie di veicoli: ad uso promiscuo e da veicoli  strumentali. Nel primo caso normalmente essendo il bene assegnato a una singola persona, la pratica si presenta senza particolari complicazioni; risulta infatti sufficiente definire le ripartizioni dei costi tra azienda e utilizzatore,  nonché le responsabilità e gli obblighi delle parti. L’auto viene gestita quasi sempre in maniera diretta dall’utilizzatore, che segue le prescrizioni dei  contratti di noleggio a lungo termine o di full-leasing. Questi contratti prevedono la manutenzione ordinaria e straordinaria...[Read More]

  • 1
  • 2